Informazioni franchising faq forum

Apertura attività
domenica 23 gennaio 2011

Aprire un negozio e lavorare in proprio 

Come aprire un negozio o un'attività

Guarda i migliori marchi di negozi in franchising

Dal 1998, con la riforma che ha modernizzato la normativa del settore commerciale è diventato molto più semplice aprire un negozio.
Difatti non sono più necessarie le cosidette licenze che bisognava richiedere una volta, ma è sufficiente inviare una comunicazione al comune dove si dichiara che verranno rispettate tutte le normative che regolano il settore (SCIA).
Anche per quanto riguarda i settori merceologici c'è stata una grande semplificazioni che ha ridotto le decine di categorie esistenti prima della riforma a sole due: alimentari e non alimentari.

Gli esercizi di vendita sono stati suddivisi in tre tipologie:

  • esercizi di vicinato (quelli con una superficie di vendita non superiore a 250 mq);
  • negozi di media grandezza (quelli con una superficie di vendita superiore a 250 mq. e fino a 2.500 mq.)
  • strutture di vendita di grandi dimensioni (quelli con una superficie di vendita superiore ai 2.500 mq.).

Qui di seguito vi elenchiamo i requisiti minimi e le procedure necessarie per aprire un negozio

Per intraprendere un'attività commerciale bisogna essere maggiorenni e non possono esercitare:

  • coloro che sono stati dichiarati falliti (interdizione legale);
  • coloro che hanno a proprio carico condanne penali.

Il divieto ad esercitare un'attività commerciale permane minimo per 5 anni.

Per il settore alimentare, occorre inoltre essere in possesso di almeno uno dei seguenti requisiti professionali:

  • avere frequentato il corso ICAL (organizzato dai comuni o da enti provinciali, durata di 60 ore circa);
  • oppure, in sostituzione del precedente, avere lavorato in proprio o come dipendente, per almeno due anni negli ultimi 5, in un'attività operante nel settore alimentare o della ristorazione;

Nel caso che si costituisca una societa di capitali per l'apertura del negozio il possesso dei requisiti professionali è richiesto all'amministratore unico o a un dipendente addetto all'attività commerciale.

Registrazione presso la camera di commercio e comunicazione al municipio

Le ditte individuali devono iscriversi al Registro Imprese presso la Camera di Commercio entro 30 giorni dall'effettivo inizio dell'attività; le società invece no in quanto già iscritte (per i dettagli consigliamo di fare riferimento alla confcommercio o a uno studio commerciale).
Per gli esercizi di vicinato, trenta giorni prima di iniziare l'attività, bisogna comunicare al comune l'imminente avvio dell'esercizio commerciale (anche questa pratica può essere espletata da uno studio commerciale).
Questo è solo l'aspetto prettamente burocratico che più o meno è uguale in ogni comune d'Italia. A questo punto no vi resta che scegliere che tipo di negozio aprire.


Considerazione e consigli

Trovare lavoro
in questi tempi è difficile, ed è difficile anche iniziare un lavoro in proprio, è per questo che nell'affrontare queste procedure che vi abbiamo elencato è molto utile avere al proprio fianco un'azienda che sappia consigliarvi per velocizzare il tutto e aiutarvi ad avviare in breve tempo il vostro negozio.
Il successo del sistema franchising dipende molto da questo aspetto, perchè colui che si affida ad un franchising per aprire il proprio negozio sa di poter contare costantemente sull'aiuto e sulla consulenza di uno staff che sa esattamente cosa fare in ogni fase del percorso di apertura e successivamente nella gestione.
Oltre ad un prodotto già sperimentato, ad un format già verificato, alla possibilità di acquistare la merce a prezzi vantaggiosi, la marcia in più che un franchising può darvi è l'assistenza continuativa, che vi farà risparmiare tempo e denaro.

Leggi, confronta e richiedi informazioni ai migliori marchi di negozi in franchising

 

Luca Cortesi
Aprireinfranchising.it

Vedi tutti gli articoli

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere