Informazioni franchising faq forum

Apertura attività
martedì 01 marzo 2011

Come aprire e gestire distributori automatici 

Distributori automatici in franchising

Guarda i migliori marchi nel settore distributori automatici franchising

Il business dei distributori automatici com'era prevedibile è scoppiato anche in Italia, e ora uffici pubblici, uffici privati, aeroporti, stazioni, benzinai, scuole e luoghi pubblici in genere hanno tutti al loro interno distributori automatici che erogano qualsiasi tipo di prodotto.

Con il cambiare dei ritmi di vita e delle abitudini questa attività ha avuto una forte espansione, dapprima vi erano solo distributori di bevande in lattina o bevande calde, ora è difficile immaginare cosa riescono a distribuire. Ecco un elenco che vi può dare qualche idea: sigarette, spazzolini, profumi, gelati, fiori, macedonie, dvd, materiale hard, snack, caffè, detergenti per la casa, latte, addirittura hanno creato il distributore di pizza che vi prepara la pizza e ve la cuoce al momento, tutto automatizzato. Tutto 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Quindi voi dormite e i vostri distributori lavorano!

Come fare quindi per aprire e gestire distributori automatici? Ecco i passaggi chiave:

  • Controllare prima di tutto che nella vostra zona di azione non vi siano distributori automatici dello stesso tipo che avete in mente voi;
  • individuare l'azienda che fornisce i distributori e che magari offre anche il marchio in franchising;
  • informarsi sempre con l'azienda produttrice che tipo di assistenza offrono, manutenzione delle macchine, termini per l'approvvigionamento e caricamento del distributore, la manutenzione straordinaria, i termini di comodato e/o di acquisto del distributore ecc.

franchising distributori

Per gestire dei distributori automatici occorre:

  • Aprire la partita IVA (è sufficiente andare da un commercialista);
  • Effettuare la comunicazione di avvio attività al comune ove si riporta l'ubicazione dell'apparecchio e la tipologia di merce venduta;
  • Iscrizione nel registro delle imprese presso la camera di commercio della vostra provincia;

Quanto sopra è necessario per gestire distributori automatici di tipo non alimentare.
Per i prodotti alimentari, oltre ai tre requisiti elencati, occorre:

  • aver frequentato il corso ICAL per il commercio nel settore alimentare (è un corso di 60 ore del costo di € 350 circa) oppure aver esercitato in proprio o come dipendente per almeno due anni nell'ultimo quinquennio l'attività di vendita di prodotti alimentari.

Si può iniziare a lavorare anche part-time partendo con un piccolo investimento e con pochi distributori automatici per poi trovare la tipologia e la strategia più profiqua per espandersi.
In alcuni casi per l'approvvigionamento dei prodotti si fa riferimento al franchisor, in altri bisogna rivolgersi a dei commercianti all'ingrosso. E' sempre consigliabile puntare sulla quaità del prodotto e usare marche conosciute in modo che il distributore non sia solo comodo ma anche sinonimo di qualità e buon prezzo, condizioni che permettaranno al distributore automatico di rendervi bene e a lungo.

I margini di guadagno sono buoni ma dipendono molto dal tipo di prodotto. In ogni caso è fondamentale situare i distributori in zone di forte passaggio.

Leggi, confronta e richiedi informazioni ai migliori marchi di franchising distributori automatici

 

Luca Cortesi
Aprireinfranchising.it

Vedi tutti gli articoli

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere