Scegli il settore

Informazioni franchising faq forum

Apertura attività
martedì 27 agosto 2013

Guida completa e semplice per aprire partita IVA 

Aprire Partita Iva regime dei minimi

Avviare un’attività con una tassazione più bassa è possibile se apri la partita IVA in regime dei minimi. Se la tua attività non richiede l’assunzione di dipendenti o l’esportazione di beni verso l’estero puoi usufruire dei vantaggi di questo regime.

Come aprire Partita IVA

La prima cosa da fare è sicuramente quella di compilare il modello d’inizio attività e presentarlo entro 30 giorni dalla data di effettivo avvio all’agenzia delle entrate.

Scarica il modello - AA9/10

Scarica le istruzioni - Modello AA9/10

Il Modello con cui si richiede l’apertura della Partita IVA deve essere compilato con i dati generici del richiedente, il tipo e il codice di classificazione dell’attività che si intende svolgere.

Il regime dei minimi decade se si superano i 30.000 euro di ricavi/compensi nell’anno. Non sapendo quanti saranno i ricavi che la tua azienda avrà conviene sempre e comunque avviarla aprendo la partita IVA con il regime dei minimi, se poi li supererai nessun problema, passerai in automatico alla tassazione ordinaria.

Per rimanere nei requisiti del regime dei minimi non si possono effettuare cessioni all’estero durante la propria attività o assumere dipendenti.

Aprendo la partita IVA in regime dei minimi si effettuerà un unico versamento IVA all'anno e si dovrà versare un’imposta sui redditi veramente bassa, pari solo al 5% del reddito, ovvero alla differenza tra ricavi e costi (compresi i contributi INPS).

Permangono chiaramente gli obblighi previdenziali INPS, ovvero i contributi.
I contributi da versare si calcolano applicando al reddito, ovvero alla differenza tra ricavi e costi, la percentuale del 27,72%.

 

Iscrizione all’INPS e all’INAIL

Come anticipato sopra, anche se si apre partita iva con il regime dei minimi, si è obbligati ad iscriversi alla gestione separata INPS (ovviamente se non si è già iscritti a una cassa previdenza). Dovrà quindi essere presentata la comunicazione all’INPS per aprire la propria posizione contributiva e domanda all’INAIL per la posizione assicurativa.

 

Iscrizione al registro delle imprese e comunicazione di avvio attività (SCIA)

Si è poi obbligati ad iscrivere la propria azienda al registro delle imprese e a segnalare al comune di residenza l’avvio della propria attività.

 

Stai per aprire un’attività e devi adempiere a tutti gli obblighi di cui sopra? Utilizza il modulo Comunicazione Unica

Attraverso la Comunicazione Unica il neoimprenditore è avvantaggiato poiché con un’unica comunicazione inviata telematicamente all’Ufficio del Registro delle Imprese può assolvere a tutte le pratiche sopra riportate. Vediamola nel dettaglio.

La pratica di Comunicazione Unica è un insieme di modelli composti da:

  • modello di Comunicazione Unica (contenente i dati del richiedente, l'oggetto della comunicazione ed il riepilogo delle richieste ai vari enti);
  • modello per apertura partita IVA per l’Agenzia delle Entrate;
  • modello per il Registro delle Imprese;
  • modelli per l'INPS e INAIL;
  • SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) per il SUAP (Sportello Unico delle Attività Produttive).

La comunicazione unica può essere fatta attraverso il sito del Registro delle Imprese dopo essersi registrati e loggati.

Se desideri trovare spunti interessanti per metterti in proprio visita la sezione Aprire un'attività e idee imprenditoriali.

Luca Cortesi
Aprireinfranchising.it

Vedi tutti gli articoli

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere