Logo AIF

Franchising Blog

Segui il blog di Aprireinfranchising.it e resta sempre aggiornato sul mondo franchising e dell'imprenditoria!

Pubblichiamo settimanalmente nuovi articoli per farti essere sempre un passo avanti.

Ultimi articoli

Agenzia Funebre per Cani e Gatti

 

Leggi anche la guida completa: Come aprire un negozio di animali

Scopri le offerte della sezione: Franchising Animali

 

Sono compagni per la vita, gli unici capaci di donare un amore davvero incondizionato, per sempre. Gli animali domestici sono ad oggi sempre più spesso considerati parte integrante della famiglia, membri a cui riservare le stesse cure ed attenzioni che si riserverebbe ai propri cari, anche nei momenti più difficili.

Ecco quindi che, soprattutto negli ultimi anni, le attività rivolte a cani e gatti, i prodotti ed i servizi per loro pensati sono in costante aumento, ma a crescere non è solamente la varietà quanto anche la qualità ed attenzione. Tra i nuovi business rivolti agli animali che risultano avere un crescente apprezzamento c'è anche un'attività che tratta il più delicato tra i servizi per cani e gatti, ovvero le agenzie funebri per animali domestici.
 

aprire pompe funebri cani e gatti

 
Le agenzie funebri per animali da compagnia sono business di successo e redditizi, ottimi investimenti imprenditoriali, tuttavia sono anche in grado di far coincidere con un'attività remunerativa le aspirazioni e passioni degli amanti degli animali. Non vi è dubbio infatti che si tratti di un business delicato ed idoneo solamente a coloro che amano e rispettano profondamente gli animali e sono in grado di offrire un elevato grado di empatia, rispetto e professionalità alle famiglie che ne subiscono la perdita e devono affrontarne il lutto.

In questa guida vediamo come aprire un'agenzia funebre per cani e gatti, di cosa si occupano nello specifico queste attività, e cosa serve partendo da zero: costi, requisiti ed accortezze.

 

INDICE:

  • Cosa sono e perché hanno successo
  • Cosa prevede la legge in caso di decesso di un cane o gatto
  • Cosa fanno le pompe funebri per animali
  • Cosa serve per aprire un’agenzia funebre per cani e gatti

 

Cosa sono e perché hanno successo
 

Le agenzie funebri per cani e gatti sono attività che, similarmente a quelle per gli essere umani, propongono soluzioni per occuparsi delle salme degli animali domestici dopo il loro decesso.

Queste attività, che ad oggi sono ancora poco diffuse, hanno riscontrato un immediato gradimento da parte dei consumatori e delle famiglie con animali domestici. La domanda di questi servizi è così elevata che, nonostante le agenzie funebri per cani e gatti stiano aumentate di numero, il mercato risulta ancora molto lontano dall’essere saturo.

Per questa ragione, per chi ama gli animali e possiede la necessaria sensibilità e professionalità, ma anche il relativamente elevato budget necessario, aprire un’agenzia funebre per cani e gatti, ed altri animali domestici, risulta non solo un business utile e capace di donare serenità alle famiglie cui animali domestici sono deceduti, ma anche altamente redditizia.

Un’agenzia funebre per animali domestici risulta una scelta sempre più valutata ed apprezzata da tutti coloro che hanno amato il proprio cane o gatto e desiderano smaltire le sue spoglie in modo più umano.

Di fatti, se pur ad oggi i diritti degli animali domestici siano sempre più riconosciuti, al momento del loro decesso questi vengono considerati puri “rifiuti pericolosi” o “speciali”, e per questa ragione la normativa italiana pone specifiche restrizioni, obblighi e normative riguardo il loro “smaltimento”, fattore che spesso rende ancora più difficile e triste il momento, già carico di dolore, in cui un animale che si è amato viene a mancare.

Le agenzie funebri per animali nascono dunque con un duplice scopo. Da un lato offrire conforto ai proprietari dell’animale deceduto, e dall’altro semplificare ed offrire un’alternativa più umana per la sepoltura o cremazione del proprio cane o gatto deceduto.

 

Ami gli animali e vuoi avviare un business nel settore?

Leggi anche la guida: Come aprire un negozio di animali

 

Cosa prevede la legge in caso di decesso di un cane o gatto
 

Secondo la legge italiana, la salma di un animale domestico deceduto è un rifiuto “speciale”, che per la sua potenziale pericolosità va smaltito attraverso uno specifico incenerimento presso stabilimenti preposti a questo scopo.

Oltre a dover chiamare il veterinario dell’animale deceduto, o un veterinario terzo, per farne dichiarare il decesso, e, nel caso si tratti di un cane, dichiararne la morte anche presso l’anagrafe canina, si dovrà quindi scegliere velocemente che cosa fare delle spoglie dell’animale.

Oltre all’incenerimento, una seconda soluzione è quella della sepoltura in un terreno privato di proprietà. Questa soluzione, se pur molto più umana, richiede l’ottenimento del permesso da parte dei servizi veterinari della ASL, nonché la predisposizione di una fossa che rispetti le normative vigenti.

Entrambe le soluzioni risultano così dispendiose di tempo e denaro, o poco “umane” in quanto la salma del proprio animale non viene trattata con attenzione ma solo come un rifiuto.

In questo contento, è facile capire come, per chi ne abbia le possibilità, le agenzie funebri per cani, gatti ed animali da affezione siano la soluzione preferita da chi ha appena perso un animale.
 

  

SCOPRI LE OFFERTE DEL SETTORE:

Selezionati per te

Offerte nel settore
Animali

Logo FreshDog
FreshDog

8.990 €

Franchising Toelettatura Animali

Logo Pet's Planet
Pet's Planet

15.000 €

Franchising Alimentazione Animali

Logo Zoo Planet
Zoo Planet

55.000 €

Franchising Negozi per Animali

Logo L’Isola dei Tesori
L’Isola dei Tesori

99.000 €

Franchising Animali

 
Cosa fanno le pompe funebri per animali
 

Le pompe funebri per cani e gatti di fatti trattano la salma dell’animale defunto con attenzione, cura e rispetto, permettendone non uno smaltimento ma una cremazione o sepoltura degna di questo nome.

Le pompe funebri per cani e gatti offrono ai propri clienti un servizio completo a 360°, occupandosi quindi di tutti gli aspetti burocratici (prime dichiarazioni, visita veterinaria, dichiarazione di decesso e comunicazione all’anagrafe canina ove necessario, ottenimento della sepoltura in un terreno privato, ecc), nonché di tutte le necessarie azioni pratiche (trasporto della salma dell’animale presso il luogo di cremazione, cremazione della salma presso proprio stabilimento idoneo, riconsegna delle ceneri in urne funerarie, allestimento di una fossa a norma per la sepoltura, ecc).

Inutile dire che, oltre all’attenzione posta al trattamento della salma dell’animale deceduto, le agenzie funebri per cani e gatti offrono anche altri servizi accessori di conforto come la riconsegna delle ceneri in urne decorate o personalizzate con la foto dell’amico a quattro zampe, la realizzazione di ciondoli e ricordi personalizzati ed incisi, consulenze e supporto psicologico, e così via.

 

Cosa serve per aprire un’agenzia funebre per cani e gatti
 

Per aprire un’agenzia funebre per cani, gatti ed animali domestici, è necessario un cospicuo budget di avvio. Di fatti, per un’agenzia funebre per animali di circa 70/80 mq sarà necessario un investimento iniziale di almeno 90.000/100.000 euro per far fronte a tutti i costi relativi all’allestimento del locale, alle attrezzature specifiche, al forno crematorio, agli adempimenti burocratici e a tutti gli altri elementi necessari (personale, convenzioni, marketing, creazione di un sito web e di una linea telefonica verde, messa a norma, ecc).

Inoltre, aprire un’agenzia funebre per cani e gatti richiederà il rispetto di stringenti normative, soprattutto in ambito sanitario ed igienico, che potrebbero risultare insidiose per un neo imprenditore o per chi non è già esperto nel settore delle pompe funebri e dei servizi funerari.

Sul mercato odierno italiano, fortunatamente, esistono già le prime proposte franchising per aprire un’agenzia funebre per cani e gatti con il supporto e l’affiancamento solido ed esperto di chi ha già fatto il proprio ingresso nel settore con successo. Importanti agevolazioni vengono offerte sia riguardo ai costi di avvio che per quanto riguarda gli adempimenti burocratici, la messa a norma, la richiesta dei permessi necessari, nonché la progettazione, realizzazione, promozione e gestione dell’agenzia.

Aprire un'agenzia funebre per cani e gatti in franchising richiede un investimento minimo a partire da circa 10.000 euro.
 

Confronta le migliori proposte del settore: Franchising Animali

Visiona anche la sezione: Onoranze Funebri

 

05 giugno 2024


Come fare dropshipping nel 2024?

Flessibile e poco rischioso. Il dropshipping è un’attività commerciale sempre più diffusa a livello mondiale. I dati pubblicati sul sito del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale dicono che il dropshipping ha raggiunto i 243,42 miliardi di dollari nel 2023: punta ad arrivare a 301,11 miliardi di dollari nel 2024, 372,47 miliardi di dollari nel 2025 e 476,1 miliardi di dollari entro il 2026. Ma cosa bisogna sapere per fare dropshipping nel 2024? Te lo spieghiamo subito. Non prima di aver riassunto velocemente cos’è e quali sono i suoi vantaggi.

dropshipping-come-fare

Il dropshipping è una forma di commercio al dettaglio online che avviene tra un venditore e un cliente. Il venditore (dropshipper) non ha in magazzino i prodotti da vendere ma li acquista di volta in volta (solo dopo l’ordine del cliente) presso terze parti che si occupano anche della spedizione. Il dropshipper è quindi una sorta di intermediario tra cliente e fornitore: trasferisce le informazioni dell’ordine al fornitore e trattiene una percentuale sotto forma di commissione (il guadagno). I ricavi del dropshipper derivano tutti dalle commissioni sugli articoli venduti dai fornitori.

Ne consegue che i vantaggi sono innumerevoli. Il capitale da investire all’inizio è decisamente basso perchè non si devono acquistare prodotti in anticipo. Non esiste un magazzino fisico e non esistono costi di magazzino (tutti a carico del fornitore). Così come non c’è il rischio di avere merce invenduta. Non c’è bisogno di un’attività di produzione nè delle procedure di inventario. Imballaggio, spedizione, tracciabilità, gestione dei resi e controllo delle scorte sono sempre a carico del fornitore. In assenza di un inventario è possibile vendere un’ampia gamma di prodotti. Le spese sono complessivamente basse, per cui bisogna solo concentrarsi sulla vendita online. Del resto, il dropshipping può essere gestito da qualsiasi luogo con una semplice connessione.

Dopo aver visto cos’è il dropshipping e dopo aver capito quali sono le innumerevoli opportunità legate alla gestione di un negozio online senza la necessità produrre e di avere un magazzino, vediamo quali sono gli step da seguire per avviare l’attività di dropshipping.

Il primo passo è quello di scegliere una nicchia di mercato, ossia un segmento di clientela specifico verso cui rivolgersi. Niente di nuovo, considerando che ogni brand e ogni azienda, anche la più piccola, deve necessariamente individuare il target a cui vendere prodotti o servizi. Se la tua è una piccola impresa, verifica i trend di mercato e le tendenze stagionali, i prodotti del momento e gli articoli più venduti sui principali marketplace come Amazon, Zalando, ePRICE, AliExpress, Asos, Etsy, Wish e così via. Prova a capire le opportunità e le minacce che potrebbero condizionare il tuo business nel lungo periodo. Google Trends, Trendhunter e AMZScout (per Amazon) possono essere strumenti utili. Nel complesso è opportuno valutare il settore e le dimensioni del mercato, il cliente target, il suo comportamento di acquisto e la concorrenza.

Il secondo step è creare un’identità precisa per la tua attività commerciale. Questo processo, che normalmente si identifica con il concetto di branding, comporta una serie di scelte. L’unicità del nome, ad esempio: più è semplice, unico e memorabile più avrà successo tra i clienti. Progetta il logo e l’identità visiva del brand, sia online che offline. Considerando che il dropshipping è anche un’attività digitale, progetta con cura il tuo e-commerce. Si tratta dei processi di comunicazione di base che spesso richiedono il supporto di web agency specializzate nel settore.

Il terzo step è quello di trovare fornitori affidabili per il dropshipping. Un fornitore affidabile deve essere in grado di vendere articoli di qualità e assicurare la consegna della merce in tempi congrui. Per la scelta del fornitore giusto occorre considerare alcuni aspetti. Verifica la sua licenza commerciale, la reputazione, i suoi clienti e le recensioni. Controlla la qualità dei prodotti venduti tramite un acquisto campione. Verifica le quantità minime di ordini in modo da ridurre i costi su grossi quantitativi di richieste. Valuta ulteriori costi aggiuntivi sul prezzo all’ingrosso, come imballaggi e commissioni della piattaforma. Controlla l’assistenza clienti offerta dal fornitore. Studia i processi di evasione degli ordini e dei resi. Analizza gli aspetti legati alle spedizioni e alle eventuali importazioni di merce (spese doganali, costi e tempistiche): in questo caso, con fornitori esteri, occorre conoscere anche un pò di inglese tecnico e saper negoziare a distanza per definire i prezzi e mantenere le relazioni commerciali.

Dopo aver individuato i fornitori più affidabili occorre implementare una piattaforma online per l’acquisizione degli ordini. In pratica, un e-commerce con finalità di dropshipping. Gli utenti con generiche competenze informatiche e digitali possono anche optare per soluzioni CMS (content management system) tipo Wordpress.org. Se preferisci delegare questa attività digitale a terzi, puoi rivolgerti invece a web agency specializzate nella creazione di e-commerce per dropshipping. Sarà molto importante attivare anche i canali di marketing e di comunicazione online per promuovere la tua attività commerciale via mail, social e blog. Cura l’ottimizzazione SEO per portare traffico organico al tuo negozio online e aumentare le vendite.

Come ogni attività commerciale, è fondamentale impostare bene la gestione finanziaria del dropshipping e conoscere le basi della disciplina tributaria. Assicurati innanzitutto di separare il conto personale da quello commerciale. Su quest’ultimo dovranno essere movimentati esclusivamente i pagamenti dai clienti e verso i fornitori. Verifica l’eventuale obbligo di possesso del cosiddetto attestato di libera vendita, molto spesso richiesto dalle Regioni. Controlla eventuali imposte sulle vendite perchè la maggiorazione potrebbe determinare un incremento di prezzo degli articoli. Studia le basi della disciplina fiscale (o rivolgiti ad un esperto) e le modalità di fatturazione perchè, in funzione del luogo, le cosiddette triangolazioni commerciali possono essere nazionali, comunitarie e internazionali soggette a IVA differente. Fai infine una previsione delle spese per la gestione della piattaforma, dei costi di marketing e del budget da investire nella crescita dell’attività commerciale.

In sintesi, vendere online in Italia oppure vendere online all'estero con il dropshipping è ormai una forma di business di grande rilevanza con vantaggi innegabili. Il giro di affari previsto entro il 2027 sarà di 500 miliardi di dollari. Per questo motivo è importante iniziare a capire bene come impostare nel 2024 una buona strategia di dropshipping mediante un negozio online e iniziare subito a guadagnare. Facile da avviare, da gestire e da testare. Flessibile e poco rischioso. Nessuna produzione, nessun magazzino e “nessun prodotto a terra”. Costi operativi ridotti e facilità di testare sempre nuovi articoli. Avviare un'attività di dropshipping tramite e-commerce è estremamente vantaggioso. E il capitale iniziale da investire è irrisorio. Comincia anche tu a vendere con il dropshipping.

29 maggio 2024


Scegliete la panca, comodità e arredo per casa

Elemento di comodità ma anche di abbellimento di arredamenti in casa, spesso è anche diventa anche un’ottima sedia. La panca è senza dubbio la soluzione migliore dentro casa. Diverse forme, dimensioni e ovviamente prezzo per soddisfare tutte le esigenze.

27 maggio 2024

Poste Private, tutte le catene di Agenzie Postali private, elenco completo

Elenco sempre aggiornato con tutte le reti di poste private che operano in Italia. Dai grandi network ai piccoli marchi con grande potenziale.

16 aprile 2024

Migliori Franchising Ceramiche

In questo articolo scopriamo quali sono i migliori franchising di ceramiche ad oggi operativi sul territorio nazionale ed internazionale, nonché tutto ciò che c'è da sapere sul settore della ceramica in Italia.

15 aprile 2024

Franchising Domotica
12 feb
Franchising Domotica

In questo articolo scopriamo in cosa consiste la domotica, la situazione attuale del settore nonché le sue correlazioni con il mondo del franchising e del business.

12 febbraio 2024

Consulta i franchising della categoria Agenzie viaggi

I franchising di successo e le migliori opportunità di business in questo settore

Franchising Intelligenza Artificiale

In questo articolo scopriamo la situazione attuale del settore relativo all’intelligenza artificiale e come questa nuova e sempre più predominante tecnologia influenzerà il mondo del franchising nel prossimo futuro.

08 febbraio 2024

Franchising Metaverso

In questo articolo scopriamo brevemente in cosa consiste il metaverso, quali opportunità offre oggi e gli sviluppi futuri attesi, anche in relazione al mondo del franchising.

01 febbraio 2024

Franchising Robotica

In questo articolo scopriamo come il settore inerente alla robotica e la sua evoluzione avranno un crescente impatto anche sul mondo del franchising, del lavoro e dell’imprenditoria.

25 gennaio 2024

Consulta i franchising della categoria Sushi

I franchising di successo e le migliori opportunità di business in questo settore

L'Impatto Strategico di una Radio Personalizzata
4 dic
L'Impatto Strategico di una Radio Personalizzata

Nel vasto panorama del marketing multicanale, c'è uno strumento molto diffuso ma spesso sottovalutato: la radio personalizzata. In questo articolo, esploriamo il potenziale di questa strategia di marketing uditivo e come può diventare un alleato per coinvolgere e trasformare radicalmente l'esperienza dei clienti all'interno dei punti vendita.

04 dicembre 2023

Nuovi Franchising 2024

Vediamo in questo articolo quali sono i migliori nuovi franchising su cui investire nel 2024 nonché le nuove tendenze che traineranno il mercato nel prossimo futuro.

22 novembre 2023

Nuovi Business 2024

In questo articolo scopriamo quali sono i nuovi business del 2024 su cui conviene investire: il mercato, le nuove tendenze e le migliori idee di nuovi business per il 2024.

27 ottobre 2023

Business Online 2024

Le opportunità non mancano per coloro che vogliono aprire un business online nel 2024. Vediamo dunque quali sono i migliori, più nuovi e redditizi business online del 2024 che permettono di lavorare da remoto.

05 ottobre 2023

Consulta i franchising della categoria Bambini / Asili nido / Ludoteche

I franchising di successo e le migliori opportunità di business in questo settore

Franchising Tartufo, le catene del settore tartuti che operano in Italia
4 ott
Franchising Tartufo, le catene del settore tartuti che operano in Italia

Un settore affascinante e pieno di gusto che offre diverse formule e opportunità a chi vuole entrarci. Guarda le catene franchising attive in Italia.

04 ottobre 2023

1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 28 »
1 2 ... 28 »
Cerca