Scegli il settore

Lavoro Franchising

 Se lavori nel mondo del franchising non perdere i nostri articoli 

 

Franchising Lavoro è la sezione dedicata a chi opera nel mondo del franchising e a chi vuole entrarci.
Una serie di articoli a carattere tecnico per chi volesse approfondire tematiche sullo sviluppo di un'azienda franchising.
Tutti gli articoli sono scritti dallo staff di Aprireinfranchising.it

Se stai cercando idee per inventarti un lavoro e metterti in proprio visita la sezione.

 

Risorse per: 

  • - avviare un'attività franchising
  • - migliorare il proprio business
  • - battere la concorrenza
  • - tutela legale

 

Vendere Auto Ricondizionate. Come Farlo?

QUI trovi tutti i migliori Franchising nel Settore Auto

Leggi anche: Come aprire un noleggio a lungo termine

Il settore della mobilità, e delle auto, è fortemente cambiato negli ultimi anni. Ad oggi l’auto ha perso rispetto al passato parte dello “status simbol” che rappresentava, e da bene da possedere ed ostentare è divenuta sempre più spesso un bene da condividere, usare all’occorrenza, cambiare periodicamente in base alle proprie necessità, e dunque da ottenere anche a prezzi sempre più vantaggiosi.

Assieme ai nuovi mercati del “car sharing”, del leasing e del noleggio a lungo temine, anche il settore delle auto usate sta vivendo un’importante crescita. L’acquisto di auto usate e ricondizionate genera infatti oggi fatturati più elevati di quanto non faccia il settore delle auto nuove. Le concessionarie tradizionali dunque lasciano sempre più spesso il posto a concessionarie “smart” che offrono vendita, noleggio, e servizi a 360° legati al mondo delle auto usate e della mobilità.

Ad oggi, dunque, per chi desidera entrare nel settore delle auto e della mobilità aprendo una propria concessionaria, una delle soluzioni più interessanti, sia a livello monetario che a livello di trend di mercato, è quella di aprire una concessionaria di auto usate e ricondizionate.

Una concessionaria di auto ricondizionate può infatti essere una interessante formula per chi desidera avviare un’attività per la vendita di veicoli a basso prezzo.

come vendere auto ricondizionate usate

 

Come Funziona e Perché ha Successo

Se un tempo la vendita di auto usate e ricondizionate era appannaggio dei privati, ad oggi sono nate concessionarie di ultima generazione che fanno da intermediario nella vendita oppure acquistano direttamente le auto usate, per poi rivenderle dopo accurate verifiche e controlli.

Nel primo caso le concessionarie di auto usate sono semplici intermediari. Questo significa che le auto usate rimangono di proprietà dei privati che intendono venderle, sino al momento in cui avviene l’acquisto da parte di un altro privato ed il passaggio di proprietà. In questo caso la concessionaria di auto usate si occupa semplicemente di intermediare e regolare il rapporto di vendita, la parte inerente alle verifiche di conformità e qualità dell’auto, la valutazione del prezzo e del valore reale dell’auto usata, nonché tutta la parte inerente le documentazioni burocratiche e contrattuali, il passaggio di proprietà, e così via.

Rispetto alla semplice vendita tra privati, affidarsi ad un intermediario per la vendita di auto usate permette di avere, da entrambe le parti (venditore ed acquirente) maggiori garanzie e la sicurezza di una transazione trasparente e soddisfacente per entrambe le parti.

Il secondo caso sopra menzionato, invece, riguardante le concessionarie di auto usate che acquistano personalmente per poi rivendere le auto, offrono un servizio del tutto similare ad una comune concessionaria auto. Una differenza importante riguarda da un lato i prezzi, che risultano nettamente più bassi ed altamente concorrenziali, ma anche i servizi offerti, che meglio si adattano alle odierne necessità di mobilità dei privati.

In una concessionaria di auto usate e ricondizionate è la stessa concessionaria a trovare, valutare ed acquistare le auto usate (da autonoleggi, privati, concessionarie, aziende, e così via). Dopo il loro acquisto, le auto vengono sottoposte ad attenti controlli e verifiche per accertarne lo stato, la sicurezza, la conformità, la durabilità nonché la “storia”, ovvero il dettaglio del suo utilizzo sino a quel momento.

Una volta accertato il buono stato dell’auto e la sua conformità all’utilizzo ed alla vendita, le auto vengono messe sul mercato.

I prezzi, grazie al potere commerciale della concessionaria ed alle convenzioni per l’effettuazione di tutti i necessari controlli pre-vendita, risultano concorrenziali e convenienti al pari della vendita da parte dei privati.

Rispetto alla vendita tra privati, anche in questo caso, acquistare un’auto usata o ricondizionata da una concessionaria permette all’acquirente di avere notevoli vantaggi, sicurezze e garanzie in più.

Tra queste troviamo massima trasparenza nei prezzi; garanzie ed assicurazioni incluse, senza costi aggiuntivi, anche sino a 3 anni dall’acquisto; garanzie su eventuali guasti di ogni parte dell’auto, anche meccaniche, con riparazioni gratuite; l’offerta di auto sostitutive in caso di guasti; l’assistenza ed il soccorso stradale gratuiti 24H, 365 giorni all’anno, in ogni parte dell’Italia (ed a volte dell’Europa); le agevolazioni di pagamento; l’accesso a finanziamenti con istituti di credito convenzionati.

Oltre al servizio di vendita, generalmente le concessionarie di auto usate e ricondizionate offrono tanti altri servizi per la mobilità di privati ed aziende come il leasing, il noleggio a lungo termine, di una vasta gamma di auto per le differenti esigenze, e con una gamma di prezzi molto varia, servizi assicurativi e finanziari, rinnovi di documentazioni e revisioni dell’auto, riparazioni, e così via.

Le concessionarie di ultima generazione, poi, non hanno sede fisica bensì operano online. Le concessionarie di auto usate e ricondizionate di maggior successo offrono i propri servizi e prodotti mediante un portale e-commerce dal quale è possibile effettuare tutta la procedura di acquisto o noleggio dell’auto, la stipula delle assicurazioni, la richiesta di finanziamenti, e così via. I servizi vengono erogati a domicilio, o presso la città dell’interessato, e prevedono dunque spesso la consegna gratuita dell’auto a domicilio, sia che questa sia stata noleggiata o acquistata.

 

Come Aprire la propria Concessionaria

e Vendere Auto Usate e Ricondizionate

Aprire una concessionaria di auto usate in autonomia risulta complesso e richiede notevoli competenze, conoscenze ed un network di contatti importanti, in primis con fornitori ed attività del settore.

Soprattutto per un giovane neo imprenditore, o per chi non ha esperienza nel settore, dunque aprire una concessionari di auto usate potrebbe risultare complesso.

Di fatti, per avere successo in questo settore bisogna saper offrire alla clientela un format accattivante, consulenze personalizzate per l’acquisto o il noleggio della migliore auto per le proprie esigenze, prodotti e servizi vari e dai prezzi concorrenziali, ma soprattutto con un elevato tasso di qualità, affidabilità, trasparenza e sicurezza.

Considerando quanto sopra, ed aggiungendo la sempre maggiore concorrenza del settore, sia tramite sedi fisiche che, e soprattutto, online, aprire una concessionaria di auto usate e ricondizionate risulta particolarmente vantaggioso tramite l’affiliazione ad un’azienda già esistente.

Stiamo parlando di aprire una concessionaria di auto usate e ricondizionate in franchising, sfruttando dunque la notorietà, il marchio, il format, il potere commerciale ed il know-how di una realtà che già opera sul mercato con successo.

Per aprire una concessionaria di auto usate in franchising non sono necessarie particolari esperienze o competenze, in quanto la casa madre trasferisce tutta la propria esperienza mediante una formazione accurata.

L’affiliazione ad una rete franchising garantisce importanti servizi ed un supporto completo anche per quel che riguarda l’avvio e la gestione della concessionaria, la parte burocratica, commerciale e fiscale, gli adempimenti, il reperimento dell’eventuale location fisica nonché la comunicazione ed il marketing.

Aprendo una concessionaria di auto usate e ricondizionate in franchising si avrà inoltre accesso ai migliori listini di prezzo per le forniture, a condizioni commerciali particolarmente competitive e ad importanti agevolazioni e facilitazioni di pagamento.

Aprire una concessionaria di auto usate e ricondizionate in franchising semplifica dunque l’avvio e la gestione dell’attività, riduce il rischio imprenditoriale e permette di tagliare i costi relativi ad avvio, gestione e fornitura dei veicoli.

Per entrare nel settore delle auto ricondizionate ed usate mediante un franchising viene richiesto un investimento iniziale, chiavi in mano, comprensivo mediamente tra 10.000 e 20.000 euro.

 

Confronta le migliori proposte in Franchising nel settore Auto QUI

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

| martedì 03 dicembre 2019

Investire i Propri Risparmi

Qui trovi alcune Idee per Metterti in Proprio

Qui invece i migliori Franchising con investimento da 0 a 10.000 euro

Molte persone che dispongono di una somma di denaro più o meno grande, che sia derivante da risparmi, eredità o vincite in denaro, è attratto dall’idea di investirla per ottenere qualche guadagno extra.

Investire il proprio denaro ed i propri risparmi infatti risulta non solo attraente ma anche consigliato in quanto un investimento, che sia in beni materiali oppure immateriali, produce interessi più o meno importanti permettendo di combattere l’inflazione e la perdita di valore del denaro sino a quel momento risparmiato o guadagnato.

Per investire i propri risparmi non occorre essere degli esperti di finanza, né affidarsi necessariamente a consulenti dalle parcelle stratosferiche. Investire i propri risparmi è possibile con diverse soluzioni e con rischi più o meno elevati. Generalmente ad un rischio più elevato corrispondono maggiori interessi e dunque maggiori possibilità di guadagno, tuttavia anche gli investimenti a basso rischio, o a rischio moderato, possono garantire interessi soddisfacenti e farvi guadagnare somme più o meno grandi senza troppi sforzi.

investire i propri risparmi

In questo articolo vedremo insieme alcune delle formule migliori per investire i propri risparmi. Tra le idee proposte troverete metodi di investimento dal rischio medio/basso ma anche elevato, nonché formule di investimento meno convenzionali assieme a quelle più classiche.

La prima valutazione da fare prima di scegliere il metodo migliore per investire i propri risparmi è quella di analizzare la propria propensione al rischio, assieme ai propri obiettivi ed aspettative, alle tempistiche in cui si pensa di necessitare di nuovo della liquidità investita, ed alla percentuale di guadagno che si desidera ottenere.

Se pur non vi siano investimenti assolutamente privi di rischi, infatti, è comunque possibile scegliere di investire con metodi più sicuri, contro interessi più ridotti e tempistiche più lunghe per riottenere la liquidità investita.

Va comunque considerato, nella valutazione e scelta delle metodologie per investire i propri risparmi che maggiore è il rischio e maggiori saranno i rendimenti, oltre che più rapidi, e viceversa.

 

Investimento con Poste Italiane

Questa tipologia di investimento presenta un rischio ridotto in quanto in parte la società viene ancora oggi controllata dal Ministero delle Finanze e dalla Cassa Depositi e Prestiti. Agli occhi dei risparmiatori, dunque, un investimento tramite Poste Italiane risulta meno rischioso rispetto all’investimento attraverso una Banca privata. Se pur gli interessi siano davvero ridotti, Poste Italiane propone diversi metodi interessanti per investire i propri risparmi, oltre a consulenti pronti a guidare i clienti nella scelta più opportuna in base alle proprie necessità, obbiettivi di guadagno e propensione al rischio.

 

Investimento con Banche

Anche investire attraverso una Banca potrebbe risultare un’operazione a rischio basso o moderato, a patto di scegliere la formula migliore. Tra le differenti a disposizione troviamo anche i Conti Deposito, un sistema di investimento che genera interessi maggiori rispetto ad un conto corrente tradizionale, contro il vincolo della somma investita / depositata per un certo periodo di tempo.

 

Investimento in Obbligazioni

Le obbligazioni sono un metodo in investimento a basso rischio, soprattutto quando le obbligazioni acquistate sono di tipo statale o pubblico. Oltre a queste tuttavia vi è anche la possibilità di investire in obbligazioni private, finanziando imprese ed aziende private. Queste ultime hanno un tasso di rendimento più elevato, ma anche un maggiore rischio.

 

Investimento in Immobili

Se gli investimenti finanziari non fanno per te potresti scegliere di investire i tuoi risparmi attraverso una formula più tradizionale. Investire i propri risparmi nel mercato immobiliare permette non solo di investire il proprio denaro in un “bene rifugio” ma anche di ottenere guadagni potenzialmente molto elevati, una volta rientrati dall’investimento effettuato, nonché ricavi approssimativamente certi. Investire i propri risparmi acquistando uno o più immobili permette di fatti, a seconda dell’immobile acquistato (casa, appartamento, locale commerciale, garage, ecc) di effettuare diverse operazioni. La più classica è quella dell’affitto a terzi, sia per uso privato / abitativo che per uso commerciale quando la destinazione del locale lo permette, ma si può anche optare per affitti a breve termine o a scopo turistico (come i B&B e gli Affittacamere) che permettono di ottenere guadagni ancora più elevati. Avere un immobile a disposizione, con la corretta destinazione, permette di fatti anche di avviarvi all’interno un business come ad esempio una casa riposo per anziani, un asilo nido in casa, un B&B o ancora un asilo per cani, e così via.

 

Investimento in Beni Rifugio

Un altro investimento classico, e dal rischio contenuto, è quello riguardante i beni rifugio. Investire i propri risparmi in beni rifugio quali possono esserlo oro e diamanti, ma anche l’acquisto di azioni in società con oggetto beni rifugio, con ad esempio anche nei settori alimentari o agricoli, permette di trasformare i propri risparmi in beni il cui valore può potenzialmente aumentare anche di molto, nel corso degli anni, facendovi guadagnare nel momento in cui si deciderà di cedere le azioni o di vendere il bene rifugio acquistato.

 

Investimento in Attività Imprenditoriali

Investire i propri risparmi in un’attività imprenditoriale è certamente un’operazione dal rischio elevato, nonché una scelta che si adatta solamente a coloro che dispongono di spirito imprenditoriale e predisposizione al mondo del business, oltre che in possesso di un’idea imprenditoriale e la conoscenza e passione per il settore in cui si desidera inserirsi. Se si sceglie la giusta attività imprenditoriale in cui investire, magari seguendo le proprie passioni e predisposizioni, o cedendo l’attività in gestione a terze parti, permette di creare un reddito costante e continuo. Così come anticipato in precedenza, infatti, a fronte di un rischio elevato i guadagni potenziali, se l’investimento e la gestione vanno a buon fine, sono davvero elevati.

 

Investire con il Franchising

Investire i propri risparmi nel franchising permette di investire in un’attività imprenditoriale ma allo stesso tempo di diminuire il rischio di questa tipologia di scelta, oltre che permettere soluzioni più ampie e variegate. Oltre all’avvio di un’attività imprenditoriale in affiliazione, il franchising offre non di rado anche soluzioni per chi desidera investire i propri risparmi in un’attività imprenditoriale senza tuttavia doverla gestire direttamente, o con un impegno lavorativo part-time, o ancora come secondo lavoro. Inoltre, qualunque sia il format o la tipologia di attività scelta, che si apporti direttamente oppure no un’attività lavorativa, il franchising, grazie all’azienda consolidata alle spalle degli affiliati ed all’esperienza da essa maturata, permette di ridurre il rischio imprenditoriale e di garantire guadagni e margini più elevati e certi rispetto all’avvio in autonomia di un business.

Scopri i migliori Franchising con investimento da 0 a 10.000 euro

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

| mercoledì 30 ottobre 2019

Diventa Imprenditore

come diventare imprenditore

Lo spirito imprenditoriale in Italia, rispetto al passato, sta vivendo un momento florido. Sempre di più sono infatti gli aspiranti imprenditori, e quelli effettivi, anche tra i giovanissimi alla prima occupazione lavorativa. Diventare imprenditore è il sogno di molti, ma può diventare un progetto concreto ed attuabile, alla portata di tutti coloro che sono disposti a mettersi in gioco e ad investirvi le giuste energie, motivazioni, attenzioni e capitali. Scopri in questa guida come fare.

Continua a leggere l’articolo

giovedì 24 ottobre 2019

Quanti soldi ci vogliono per aprire un negozio ?

quanto costa aprire un negozio e quanti soldi ci vogliono per aprire un negozio

I costi e le varie voci di costo per avviare un'attività commerciale partendo dall’idea di aprire un negozio da zero, ovvero senza avere a disposizione un locale di proprietà, senza avere già una posizione IVA aperta ma avendo solo un sogno.

Continua a leggere l’articolo

mercoledì 16 ottobre 2019

Mettersi in proprio da casa

Idee di successo e opportunità per crearsi un lavoro da svolgere a casa e mettersi in proprio per crearsi un reddito primario o un secondario.

Continua a leggere l’articolo

mercoledì 16 ottobre 2019

Mettersi in proprio senza soldi

Mettersi in proprio e aprire un'attività senza soldi: facciamo chiarezza. Vediamo se e quando è possibile e quale percorso imboccare per raggiungere questo obbiettivo.

Continua a leggere l’articolo

giovedì 29 agosto 2019

Catene Franchising Italiane ed internazionali

Catene Franchising. Il totale delle catene in franchising italiane, quelle estere e le migliori reti che cercano affiliati in Italia.

Continua a leggere l’articolo

venerdì 23 agosto 2019

Quanto costa aprire un franchising?

I Costi per aprire un franchising e come calcolare la cifra totale da investire per avviare un'attività in franchising in base al settore e al marchio.

Continua a leggere l’articolo

venerdì 23 agosto 2019

Mettersi in proprio: corsi orientativi gratuiti

Sia che si stia cercando di avviare un'attività in maniera autonoma, oppure un'attività in franchising, una formazione orientativa preliminare può essere molto utile; se gratutita ancora meglio.

Continua a leggere l’articolo

martedì 23 luglio 2019

Franchising Calzature e Scarpe: i migliori marchi 2019/2020

I migliori brand in franchising per aprire un negozio di scarpe e calzature.

Continua a leggere l’articolo

giovedì 18 luglio 2019

Temporary Store: Ecco la strategia per pagare Affitti più Bassi nei Centri Commerciali

temporary store strategia affitto basso centro commerciale

Il temporary store è una forma sempre più diffusa ed utilizzata per l’apertura di nuove attività commerciali in diversi ambiti sia nel settore retail che dei servizi, in quanto risulta spesso un’ottima strategia di promozione non convenzionale e di comunicazione di impatto. Il temporary store risulta un’interessante formula anche per tutti coloro che vogliono sfruttare una vetrina importante come un centro commerciale a prezzi di affitto decisamente più contenuti.

Continua a leggere l’articolo

lunedì 25 febbraio 2019

Cosa ha di tanto eccezionale la ristorazione?

Come è nato l'Italian Food Boom e perchè investire nella ristorazione in franchising.

Continua a leggere l’articolo

mercoledì 23 gennaio 2019

Le figure professionali che saranno richieste nei prossimi anni

Da un'indagine realizzata dalla InTribe e presentata durante il convegno Il Lavoro del Futuro traiamo spunto per suggerirvi quali saranno i lavori del futuro. Se trovate qualcosa di interessante buttatevi perchè c'è spazio per tutti e tanto da fare.

Continua a leggere l’articolo

giovedì 17 gennaio 2019

Se fai business ecco 3 Abitudini "mindfulness" per un nuovo anno di successo

3 consigli per migliorare il proprio approccio alla vita e al business per migliorare il proprio benessere e magari il proprio rendimento sul lavoro.

Continua a leggere l’articolo

giovedì 20 dicembre 2018

I 4 maggiori errori finanziari da evitare in una piccola impresa

Non esiste un modello per il successo, questo deve essere chiaro a chiunque si stia avviando sulla strada dell'imprenditorialità, ma ci sono delle best practice che è meglio aver presenti nella gestione di un'attività di impresa. 

Continua a leggere l’articolo

martedì 18 dicembre 2018

Mettersi in proprio con 10.000 euro

mettersi in proprio 10000 euro

Per mettersi in proprio con un capitale di 10.000 euro bisogna valutare con cura l’attività da svolgere, scegliendo le soluzioni più economiche e precludendosi spesso diverse strade ed opzioni di attività più strutturate. Il concetto chiave è “partire in piccolo”, per poi espandersi una volta iniziato a generare fatturati più consistenti.

Continua a leggere l’articolo

domenica 11 novembre 2018

Lavorare in proprio partendo da zero

lavorare in proprio da zero

La precarietà e l’instabilità nel mondo del lavoro odierno, unito a poche opportunità di sbocchi professionali gratificanti per i giovani, spingono molti italiani verso il desiderio di mettersi in proprio. Molti italiani ce l’hanno fatta e non è un caso che i dati di Eurostat riportino l’Italia come il paese con più titolari sotto i 40 anni, un dato che è il doppio rispetto alla media europea.

Continua a leggere l’articolo

lunedì 07 maggio 2018

Cosa Significa Franchise

significato franchise

Il franchising è ad oggi il sistema di business più diffuso ed utilizzato al mondo. Sopratutto in periodi economici instabili infatti questo sistema di business permette anche ad imprenditori inesperti di avviare un’attività autonoma, contenendo rischi e costi e sfruttando un sistema collaudato e dal comprovato successo sul mercato.

Continua a leggere l’articolo

martedì 30 gennaio 2018

Come arrotondare lo stipendio

come arrotondare lo stipendio

Viviamo in un periodo difficile per il mondo del lavoro italiano. Anche avere un impiego, e quindi uno stipendio, spesso non basta per far fronte con serenità alle spese quotidiane o al mantenimento di una famiglia. Questo, cause l’aumento del costo della vita, la precarietà ed instabilità economica, spinge molti a cercare un piccolo lavoro extra e soluzioni semplici per arrotondare lo stipendio a fine mese, riuscendo magari a risparmiare qualcosa o a vivere più tranquillamente le spese di ogni giorno.

Continua a leggere l’articolo

martedì 23 gennaio 2018

Secondo Lavoro: come trovarlo, idee ed opportunità

secondo lavoro idee

Trovare un secondo lavoro può sembrare, nel mercato del lavoro odierno, quasi un’utopia. Il costo della vita crescente, il tasso di disoccupazione giovanile ed impieghi sempre più precari, spingono molte persone ad andare alla ricerca di un impiego secondario. Inventarsi un secondo lavoro è possibile, tuttavia saranno necessari determinazione, impegno, una buona dose di organizzazione e soprattutto tanta flessibilità.

Continua a leggere l’articolo

giovedì 14 dicembre 2017

Retail: Cosa significa e come funziona

retail significato

Il retail significa letteralmente “vendita al dettaglio” ed è ad oggi un sistema di commercializzazione tra i più diffusi al mondo. Per retail si intende la vendita di ogni tipologia di prodotti al consumatore finale ed è, quindi, l’ultimo anello della catena di distribuzione. Questa tipologia di commercio viene anche chiamata B2C, ovvero Business to Consumer, in quanto generalmente rivolta all’utenza privata.

Continua a leggere l’articolo

martedì 12 dicembre 2017

Lavorare in proprio con poco investimento

lavorare in proprio pochi soldi

Mettersi in proprio può essere una scelta lavorativa gratificante, appagante ed anche remunerativa. Avviare un’attività non è però sempre facile e richiede un investimento iniziale spesso anche molto cospicuo. Lavorare in proprio è tuttavia possibile anche con poco budget a disposizione, ci sono infatti molte attività ed opportunità di business in proprio che richiedono un investimento ridotto al minimo.

Continua a leggere l’articolo

martedì 05 dicembre 2017

Inventarsi un lavoro senza diploma

inventarsi un lavoro senza diploma

Inventarsi un lavoro e magari mettersi in proprio è possibile anche senza un diploma. Che si sia alla ricerca di un lavoro subordinato oppure di un’attività da svolgere in autonomia, sono moltissimi i mestieri che è possibile imparare con la pratica sul campo e l’apprendistato o frequentando appositi corsi di formazione e professionalizzazione.

Continua a leggere l’articolo

giovedì 30 novembre 2017

Il franchising e l'importanza dello sviluppo territoriale

Il Franchising mi dà la possibilità di guardare la mia futura azienda, non su catalogo o con Layout, ma dal vivo, ossia recandomi presso una delle sedi affiliate presenti sul territorio.

Continua a leggere l’articolo

mercoledì 29 novembre 2017

Inventarsi un Lavoro per Donne

inventarsi un lavoro donne

In Italia sono moltissime le donne, giovani e non, che desiderano trasformare una passione o capacità in un business da gestire in autonomia. Tante sono anche le neo mamme che, spinte dal desiderio di dedicare più tempo ai propri figli, decidono di cambiare drasticamente carriera e mettersi in proprio. Vediamo insieme alcuni spunti che potrebbero dar vita ad un business di sucesso.

Continua a leggere l’articolo

mercoledì 29 novembre 2017

 

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere