Scegli il settore

Lavoro Franchising

 Se lavori nel mondo del franchising non perdere i nostri articoli 

 

Franchising Lavoro è la sezione dedicata a chi opera nel mondo del franchising e a chi vuole entrarci.
Una serie di articoli a carattere tecnico per chi volesse approfondire tematiche sullo sviluppo di un'azienda franchising.
Tutti gli articoli sono scritti dallo staff di Aprireinfranchising.it

Se stai cercando idee per inventarti un lavoro e metterti in proprio visita la sezione.

 

Risorse per: 

  • - avviare un'attività franchising
  • - migliorare il proprio business
  • - battere la concorrenza
  • - tutela legale

 

Temporary Store: Ecco la strategia per pagare Affitti più Bassi nei Centri Commerciali

Vuoi aprire il tuo negozio in franchising? Clicca qui per vedere tutte le offerte.

Leggi anche la nostra guida: Come aprire un negozio, completa di iter, costi e requisiti necessari

Il temporary store è una forma sempre più diffusa ed utilizzata per l’apertura di nuove attività commerciali in diversi ambiti sia nel settore retail che dei servizi, in quanto risulta spesso un’ottima strategia di promozione non convenzionale e di comunicazione di impatto.

Il temporary store, prima utilizzato principalmente come strumento di collaudo, per testare la possibilità di successo di una nuova attività nonché il riscontro sul mercato, prima dell’apertura vera e propria, o per attività di carattere stagionale in località balneari, ad oggi risulta un’interessante formula anche per tutti coloro che vogliono aprire un negozio sfruttando una vetrina importante come un centro commerciale o un centro storico di rilievo ma con prezzi di affitto decisamente più contenuti.

temporary store affitto più basso centro commerciale

 

Perché conviene aprire un Temporary Store

Locali commerciali in posizioni di rilievo, con importante visibilità ed afflusso e di forte attrattiva, posizionati in centri commerciali o in complessi commerciali, sia all’aperto che al chiuso, risultano le migliori vetrine per garantire ad un nuovo negozio visibilità importante, afflusso sufficiente a generare utili ed una più rapida acquisizione di clientela, con conseguente maggior rapidità nel consolidamento di una brand reputation solida.

Tuttavia, riuscire ad aprire un nuovo negozio in questa tipologia di location, soprattutto per i nuovi imprenditori singoli che non hanno alle spalle aziende multinazionali e capitali milionari per l’apertura, risulta particolarmente costoso e ben al di fuori delle reali possibilità di budget.

Come, quindi, poter riuscire ad affittare un locale in location importanti, in grado di garantire sufficiente afflusso di clientela, ma a prezzi ragionevoli ed in linea con il proprio budget? La soluzione sembra essere proprio il temporary store, soprattutto parlando di centri commerciali.

Aprire un nuovo negozio con la formula del temporary store permette di risparmiare sull’affitto del locale. Infatti, il temporary store consente di affittare rapidamente spazi liberi e questo permette, ai gestori di questi ultimi, di godere di un affitto scontato, che può essere persino dimezzato rispetto al canone richiesto tradizionalmente, sfruttando il fatto che il gestore del centro commerciale, o del parco commerciale, non vuole, e non può, lasciare uno spazio vuoto troppo a lungo.

I temporary store permettono quindi da un lato al gestore del centro commerciale di occupare lo spazio, in attesa di trovare un affittuario a lungo termine, mantenendo una buona immagine d’insieme del centro commerciale, mentre dall’altro lato il gestore del temporary store potrà occupare l’immobile a prezzo ridotto e, dopo mediamente un anno, liberare nuovamente il locale.

Un anno, o spesso anche meno, è già sufficiente perché un nuovo imprenditore possa godere della massima visibilità data da un centro commerciale. I negozi e le attività nei centri commerciali sono infatti, a differenza dei negozi presenti nei centri storici o in altre location, soggetti maggiormente ad un deterioramento ed “invecchiamentodell’immagine. Questo è dato dal fatto che il pubblico dei centri commerciali è, più spesso che in altre località, abitudinario.

Nei centri commerciali, quindi, si gode di un elevato afflusso e visibilità ma l’altro lato della medaglia è che i negozi presenti godranno in minor quantità del ricambio di passanti e sarà quindi più difficile catturare l’attenzione di nuovi interessanti e curiosi di passaggio. Per questa ragione, un nuovo negozio, anche se temporaneo, potrà godere grazie all’immagine fresca ed al fattore novità dell’interesse dei clienti del centro commerciale, sia dei nuovi che dei clienti abituali.

Se pur le agevolazioni per il prezzo di affitto non siano le stesse che nei centri commerciali o in altre location in cui sia presente un direttore generale a gestire gli spazi, i temporary store possono essere un’ottima soluzione per dare visibilità ad un’attività di nuova apertura, soprattutto se questa si presta bene ad “errare” in diverse località. Soprattutto i negozi particolari o di carattere stagionale si prestano bene a questa formula. Se la location è scelta con cura, i temporary store possono spesso in pochi mesi raggiungere incassi fatturabili anche in un anno in altre località di minor impatto.

Confronta tutti i migliori Negozi in Franchising QUI

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

| lunedì 25 febbraio 2019

Cosa ha di tanto eccezionale la ristorazione?

 

 

Franchising & Trends
a cura di Davide D'andrea Ricchi

 

Settore di punta nel franchising da un paio d'anni a questa parte il cui forte interesse affonda le sue radici nel 2015 con l’avvento dell’Expo: una vera opera di sensibilizzazione e di branding sul macro tema food.
Dal 2015 ad oggi nel settore della ristorazione le cose sono cambiate. Per quanto anche prima di quell’anno il comparto del consumo fuori casa presentasse numeri interessanti, è stato grazie al “fenomeno” EXPO che in Italia si è potuto parlare di “Italian Food Boom”.

Cosa significa? 21 milioni di visitatori hanno visitato l’Expo che aveva come tema centrale il settore agroalimentare, da tutte le parti del mondo. Per quanto si può dire che un evento come questo non abbia direttamente impatto sui trend e sulle mode, si può evincere il dato contrario: ovvero, 21 milioni di persone si sono interessate all’evento e ai suoi temi. Possiamo dire che nel 2015 ricevemmo una fotografia chiara degli interessi del grande pubblico per il settore food a 360° (cibo, cultura, esperienza, esplorazione).

Il ruolo dei media da cinque anni ad oggi è stato altrettanto fondamentale. I più disparati canali e format televisivi e/o diverse riviste (Masterchef, giallozafferano, sale&pepe, etc), hanno promosso il “mood” della cucina facendo scendere la ristorazione dall’olimpo dei ristoranti stellati e portandola a casa di ognuno di noi. Questo ha comportato un interesse maggiore del grande pubblico nei confronti della ristorazione fuori casa e andare in un ristorante anche stellato non è più questione di status symbol, ma di trend, di lifestyle.

Qualcosa di insito nel dna italiano, l’amore per i prodotti della terra, del cibo e della genuinità si è attivato e i numeri parlano chiaro.
Il consumo di pasti fuori casa coinvolge 19 milioni di persone al giorno con 39 milioni di italiani che abitualmente mangiano fuori (e di questi 13 milioni consumano almeno 4-5 pasti fuori casa a settimana) per un valore del comparto che nel 2017 valeva 36 miliardi di euro. Si è arrivati a mangiare di più fuori casa che in casa.
Incrociando questo trend positivo e in crescita costante (vi è un 3% di incremento ogni anno dal 2016) e la sempre maggiore passione del grande pubblico nei confronti della ristorazione, si ha uno scenario nel settore del food franchising inequivocabile.

Ristorazione e Franchising

Il settore delle reti franchising nella ristorazione è attualmente il terzo in Italia con 163 catene attive rispetto al secondo comparto rappresentato dall’abbigliamento con 189 reti attive e al primo comparto, quello dei servizi, che conta 217 reti attive. Tuttavia, il settore della ristorazione franchising vede una crescita del 5,8% rispetto all’anno precedente, a fronte di un calo drastico degli altri due comparti (-10% ad esempio per le reti franchising di servizi). Questo dato di Assofranchising, tuttavia, tiene conto solo delle catene attive e non considera le start up, ovvero, aziende food che stanno lanciando il proprio format franchising. Volendo includere anche questo dato, i numeri crescono ulteriormente.

Oltre a tutto ciò c’è da fare un altro paio di considerazione per meglio inquadrare il fenomeno del food franchising in Italia. Possiamo dire che nel nostro Paese ad oggi esiste una grande attenzione all’artigianalità, soprattutto in riferimento alle cucine tradizionali e locali, che hanno moltiplicato l’offerta food anche nei centri più piccoli. Tale fenomeno ha parcellizzato il panorama del food franchising italiano che, salvo qualche eccezione di successo, non vanta grandi catene “made in Italy”. Questo perché la grande attenzione ai dettagli, al menu, alla tradizione locale, non facilitano la replicabilità e necessitano di un grande lavoro di ottimizzazione e standardizzazione prima di proporsi sul mercato franchising.

In conclusione, possiamo affermare che il successo della ristorazione in franchising è qualcosa di più solido che va oltre al semplice trend di mercato o alla moda del lifestyle. Potremo assistere a variazioni sul tema, a nuovi modi di consumo, ma molto probabilmente, attivato il nostro gene della buona cucina, questo non si spegnerà tanto facilmente.

 

Davide D'Andrea Ricchi

Esperto franchising, imprenditore nel settore food in Uk e partner del Sole24ORE business school.

 

 

 

| mercoledì 23 gennaio 2019

Le figure professionali che saranno richieste nei prossimi anni

Da un'indagine realizzata dalla InTribe e presentata durante il convegno Il Lavoro del Futuro traiamo spunto per suggerirvi quali saranno i lavori del futuro. Se trovate qualcosa di interessante buttatevi perchè c'è spazio per tutti e tanto da fare.

Continua a leggere l’articolo

giovedì 17 gennaio 2019

Se fai business ecco 3 Abitudini "mindfulness" per un nuovo anno di successo

3 consigli per migliorare il proprio approccio alla vita e al business per migliorare il proprio benessere e magari il proprio rendimento sul lavoro.

Continua a leggere l’articolo

giovedì 20 dicembre 2018

I 4 maggiori errori finanziari da evitare in una piccola impresa

Non esiste un modello per il successo, questo deve essere chiaro a chiunque si stia avviando sulla strada dell'imprenditorialità, ma ci sono delle best practice che è meglio aver presenti nella gestione di un'attività di impresa. 

Continua a leggere l’articolo

martedì 18 dicembre 2018

Mettersi in proprio con 10.000 euro

mettersi in proprio 10000 euro

Per mettersi in proprio con un capitale di 10.000 euro bisogna valutare con cura l’attività da svolgere, scegliendo le soluzioni più economiche e precludendosi spesso diverse strade ed opzioni di attività più strutturate. Il concetto chiave è “partire in piccolo”, per poi espandersi una volta iniziato a generare fatturati più consistenti.

Continua a leggere l’articolo

domenica 11 novembre 2018

Lavorare in proprio partendo da zero

lavorare in proprio da zero

La precarietà e l’instabilità nel mondo del lavoro odierno, unito a poche opportunità di sbocchi professionali gratificanti per i giovani, spingono molti italiani verso il desiderio di mettersi in proprio. Molti italiani ce l’hanno fatta e non è un caso che i dati di Eurostat riportino l’Italia come il paese con più titolari sotto i 40 anni, un dato che è il doppio rispetto alla media europea.

Continua a leggere l’articolo

lunedì 07 maggio 2018

Cosa Significa Franchise

significato franchise

Il franchising è ad oggi il sistema di business più diffuso ed utilizzato al mondo. Sopratutto in periodi economici instabili infatti questo sistema di business permette anche ad imprenditori inesperti di avviare un’attività autonoma, contenendo rischi e costi e sfruttando un sistema collaudato e dal comprovato successo sul mercato.

Continua a leggere l’articolo

martedì 30 gennaio 2018

Come arrotondare lo stipendio

come arrotondare lo stipendio

Viviamo in un periodo difficile per il mondo del lavoro italiano. Anche avere un impiego, e quindi uno stipendio, spesso non basta per far fronte con serenità alle spese quotidiane o al mantenimento di una famiglia. Questo, cause l’aumento del costo della vita, la precarietà ed instabilità economica, spinge molti a cercare un piccolo lavoro extra e soluzioni semplici per arrotondare lo stipendio a fine mese, riuscendo magari a risparmiare qualcosa o a vivere più tranquillamente le spese di ogni giorno.

Continua a leggere l’articolo

martedì 23 gennaio 2018

Secondo Lavoro: come trovarlo, idee ed opportunità

secondo lavoro idee

Trovare un secondo lavoro può sembrare, nel mercato del lavoro odierno, quasi un’utopia. Il costo della vita crescente, il tasso di disoccupazione giovanile ed impieghi sempre più precari, spingono molte persone ad andare alla ricerca di un impiego secondario. Inventarsi un secondo lavoro è possibile, tuttavia saranno necessari determinazione, impegno, una buona dose di organizzazione e soprattutto tanta flessibilità.

Continua a leggere l’articolo

giovedì 14 dicembre 2017

Retail: Cosa significa e come funziona

retail significato

Il retail significa letteralmente “vendita al dettaglio” ed è ad oggi un sistema di commercializzazione tra i più diffusi al mondo. Per retail si intende la vendita di ogni tipologia di prodotti al consumatore finale ed è, quindi, l’ultimo anello della catena di distribuzione. Questa tipologia di commercio viene anche chiamata B2C, ovvero Business to Consumer, in quanto generalmente rivolta all’utenza privata.

Continua a leggere l’articolo

martedì 12 dicembre 2017

Lavorare in proprio con poco investimento

lavorare in proprio pochi soldi

Mettersi in proprio può essere una scelta lavorativa gratificante, appagante ed anche remunerativa. Avviare un’attività non è però sempre facile e richiede un investimento iniziale spesso anche molto cospicuo. Lavorare in proprio è tuttavia possibile anche con poco budget a disposizione, ci sono infatti molte attività ed opportunità di business in proprio che richiedono un investimento ridotto al minimo.

Continua a leggere l’articolo

martedì 05 dicembre 2017

Inventarsi un lavoro senza diploma

inventarsi un lavoro senza diploma

Inventarsi un lavoro e magari mettersi in proprio è possibile anche senza un diploma. Che si sia alla ricerca di un lavoro subordinato oppure di un’attività da svolgere in autonomia, sono moltissimi i mestieri che è possibile imparare con la pratica sul campo e l’apprendistato o frequentando appositi corsi di formazione e professionalizzazione.

Continua a leggere l’articolo

giovedì 30 novembre 2017

Il franchising e l'importanza dello sviluppo territoriale

Il Franchising mi dà la possibilità di guardare la mia futura azienda, non su catalogo o con Layout, ma dal vivo, ossia recandomi presso una delle sedi affiliate presenti sul territorio.

Continua a leggere l’articolo

mercoledì 29 novembre 2017

Inventarsi un Lavoro per Donne

inventarsi un lavoro donne

In Italia sono moltissime le donne, giovani e non, che desiderano trasformare una passione o capacità in un business da gestire in autonomia. Tante sono anche le neo mamme che, spinte dal desiderio di dedicare più tempo ai propri figli, decidono di cambiare drasticamente carriera e mettersi in proprio. Vediamo insieme alcuni spunti che potrebbero dar vita ad un business di sucesso.

Continua a leggere l’articolo

mercoledì 29 novembre 2017

Inventarsi un lavoro a 20 anni

inventarsi un lavoro a 20 anni

Sono sempre di più i giovani che dopo aver terminato un percorso di studi iniziano a pensare ad un lavoro in proprio, da svolgere in autonomia assecondando le proprie passioni e capacità. Non solo la mancanza di lavoro e la precarietà ma anche il desiderio di realizzarsi e di creare un lavoro appagante ed appassionante spingono molti giovani e giovanissimi a chiedersi come inventarsi un lavoro in proprio.

Continua a leggere l’articolo

martedì 28 novembre 2017

Inventarsi un lavoro nella Ristorazione

inventarsi lavoro ristorazione

La ristorazione è il settore trainante dell’economia italiana nonché vanto a livello internazionale, attrattiva per turisti da ogni parte del mondo ed irrinunciabile “sfizio” per gli italiani. Per questa ragione, aprire un ristorante, un fast food, una caffetteria o un’altra attività nel mondo della ristorazione può essere un’idea vincente e redditizia. Negli anni il mercato ha visto la nascita di tante nuove idee imprenditoriali nel settore ristorativo, sia in Italia che all’estero.

Continua a leggere l’articolo

venerdì 24 novembre 2017

Inventarsi un lavoro a 18 anni

inventarsi un lavoro a 18 anni

Entrare nel mondo del lavoro è oggi decisamente più complicato rispetto al passato, soprattutto quando si è alle prime esperienze lavorative e non si può ancora contare su un curriculum ricco e con referenze di impieghi passati. Molti giovani che faticano a trovare impiego decidono dunque di inventarsi un piccolo lavoro non subordinato da svolgere in autonomia.

Continua a leggere l’articolo

lunedì 20 novembre 2017

Inventarsi un lavoro nel sociale

lavorare nel sociale

Nonostante il mercato del lavoro in Italia stia dando timidi segni di ripresa c’è ancora chi, non trovandolo, il lavoro se lo deve inventare o chi, insoddisfatto della sua attuale occupazione, vuole trovare soluzioni alternative per reinventare la propria carriera. Il settore sociale e legato all’assistenza, sia medica che non, è uno dei più redditizi del momento, ma anche uno dei più impegnativi a livello psicofisico.

Continua a leggere l’articolo

giovedì 09 novembre 2017

Inventarsi un lavoro nella moda

lavorare nella moda

Se la tua passione è la moda, perché non farne un business redditizio? Il settore della moda è uno dei più redditizi con un trend in crescita sia per la produttività che per gli stipendi agli operatori del “fashion system”. Inventarsi un lavoro nella moda può essere gratificante e remunerativo, sono moltissime le figure professionali richieste: dagli addetti al marketing ed alle comunicazioni alle sarte, dalle modelle ed indossatrici sino ai responsabili di negozio.

Continua a leggere l’articolo

mercoledì 18 ottobre 2017

Inventarsi un lavoro con la laurea in giurisprudenza

lavoro con laurea in giurisprudenza

Oggi è ancora possibile inventarsi con successo un lavoro con una laurea in legge, per farlo bisogna sfruttare i nuovi trend e le nuove esigenze del mercato, magari con l’aiuto dei nuovi strumenti a disposizione come il web. Con una laurea in giurisprudenza, infatti, le possibili carriere lavorative sono più di quel che si possa pensare.

Continua a leggere l’articolo

lunedì 16 ottobre 2017

Inventarsi un lavoro con il Web ed Internet

inventarsi un lavoro online

Il mondo dell’imprenditoria e del lavoro è notevolmente cambiato negli ultimi anni, complici anche e soprattutto le nuove tecnologie e le grandi potenzialità del web. Inventarsi un lavoro sfruttando il web e internet è possibile anche per chi possiede solo una conoscenza del computer di base.

Continua a leggere l’articolo

giovedì 12 ottobre 2017

Inventarsi un Lavoro al Mare

mettersi in proprio al mare

Chi dice che non si possa avviare un business redditizio ed allo stesso tempo stare a due passi dalla spiaggia? Per gli amanti dell’estate che hanno pensato di avviare un’attività in proprio, di seguito trovate qualche spunto su come inventarsi un lavoro al mare.

Continua a leggere l’articolo

venerdì 06 ottobre 2017

Mettersi in proprio aprendo un negozio

mettersi in proprio aprire un negozio

Idee, iter, costi e requisiti per aprire un negozio e mettersi in proprio nel settore del commercio al dettaglio.

Continua a leggere l’articolo

venerdì 29 settembre 2017

Bakery

bakery

La bakery non è più un semplice forno, ma viene concepito come un locale all day long dove consumare colazioni, pranzi, cene, spuntini e apertivi accompagnati da bevande calde, frullati e gelati.

Continua a leggere l’articolo

martedì 19 settembre 2017

 

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere