Scegli il settore

Informazioni franchising faq forum

Apertura attività
venerdì 24 luglio 2020

Il business della pinsa romana 

Aprire una Pinseria


Vuoi aprire la tua pinseria? Da oggi puoi anche con il Franchising. Scopri QUI le offerte disponibili.

Non è una focaccia, né una schiacciata, né tantomeno una pizza.. nonostante questo, la pinsa romana sta conquistando lentamente l’Italia e punta ad arrivare anche all’estero grazie alla sua tradizione e particolarità. Oggi in Italia si stanno moltiplicando i format ristorativi dedicati alla pinsa romana, le cosiddette pinserie, e cresce parallelamente anche il numero di reti franchising di pinserie che puntano ad espandersi capillarmente su tutto il territorio nazionale ed internazionale.

In questa guida vedremo cos’è la pinsa romana, come funzionano le pinserie e cosa offrono, cosa serve per aprire una pinseria, i costi, l’iter burocratico, nonché perché conviene aprire una pinseria in franchising piuttosto che in autonomia e tutti i vantaggi e svantaggi da considerare prima di affiliarsi.

aprire una pinseria

 

Cos’è e Come Funziona

Si dice che la pinsa sia l’antenata della classica pizza romana, nata tra le antiche popolazioni laziali ed inizialmente preparata con una miscela di differenti cereali poveri come miglio, avena, orzo, farro, a cui si aggiungeva sale ed acqua. L’impasto ottenuto veniva dunque schiacciato e pestato (in latino “pinsere”) e poi cotta su pietra sopra a carboni ardenti.

Ad oggi la ricetta della pinsa è stata riadattata con una miscela di farine come riso, soia e frumento, e con una lievitazione naturale a freddo di circa 60/70 ore. Il risultato è un prodotto da forno altamente digeribile e salutare, dalla forma ovale ed allungata, più o meno sottile a seconda del pinsaiolo che la prepara, con una consistenza croccante e mobida allo stesso tempo, e condita in tantissime varianti con ingredienti di prima scelta.

Il prodotto parla dunque di tradizione e genuinità, e ben si adatta alle odierne necessità di unire gusto e salubrità. La pinsa è perfetta come pasto, ma anche come aperitivo da dividere tra amici di fronte ad un cocktail, un bicchiere di vino locale o una birra artigianale.

Ad oggi le pinserie presenti in Italia propongono un format moderno e dinamico, con servizio al tavolo ma anche con l’integrazione degli oramai fondamentali servizi di take-away e food delivery (a meno che il locale non sia interamente dedicato all’asporto), e con l’integrazione di moderni sistemi di gestione, strumenti tecnologici, software all’avanguardia e l’utilizzo di tutti gli strumenti di comunicazione ed aquisti online (APP, social, sito web, sistemi di prenotazione dei tavoli, ecc).

 

Cosa Serve, Iter e Costi

Per aprire una pinseria è necessario dotarsi di un locale commerciale con cucina idonea che vadai 50 sinoad oltre 100 mq, a seconda del format scelto (servizio ai tavoli, solo delivery, ecc). La location dovrà essere ben visibile, in zona di passaggio, di richiamo commerciale o turistico (questo non è fondamentale per locali di solo delivery, che tuttavia dovranno comunque essere posizionati strategicamente e centralmente per la zona che si desidera servire).

Esperienze e capacità nel settore ristorativo, nonché un pinsaiolo esperto saranno necessari per l’apertura in autonomia, mentre per aprire una pinseria in franchising non sono generalmente richieste esperienze, conoscenze né particolari requisiti. Generalmente la casa madre fornisce anche le basi delle pinse, prodotte artigianalmente e giornalmente nei laboratori centralizzati, semplificando ulteriormente la preparazione e la gestione per gli affiliati che potranno operare anche senza personale specializzato.

A livello burocratico, sarà necessario seguire l’iter previsto per le attività ristorative tradizionali (Partita Iva, regime fiscale, costituzione società, Registro delle Imprese, INPS ed INAIL, comunicazione Avvio Attività, attestati SAB ed HACCP, nulla osta sanitario ASL, messa a norma di impianti / locali / cucina, e così via). Anche in questo caso aprire una pinseria in franchising garantisce l’affiancamento della casa madre e dei legali  e commerciali convenzionati, semplificando tutto l’iter.

Aprire una pinseria in autonomia richiederà un investimento che può facilmente superare i 100.000 euro, considerando gli elevati costi necessari per i macchinari, le attrezzature, i software ed hardware, la strumentazione digitale / tecnologica (es. sito web ed APP delivery), la messa a norma dei locali ed il loro allestimento, i costi delle materie prime superiori rispetto a quelli di una pizzeria tradizionale, i costi per l’assunzione di personale specializzato e per tutti i corsi di formazione.

Aprire una pinseria in franchising richiede un investimento iniziale chiavi in mano compreso mediamente tra 30.000 e 70.000 euro. Questo grazie alla possibilità di accedere ad agevolazioni, dilazioni di pagamento, condizioni commerciali esclusive ed un maggiore potere di contrattazione.

aprire una pinseria romana

 

Vantaggi e Svantaggi del Franchising

Aprire una pinseria romana in franchising presenta numerosi vantaggi rispetto all’avvio in autonomia. I principali li possiamo riassumere come segue:

  • trasferimento di know-how ed esperienze consolidate
  • modalità organizzative / gestionali collaudate e semplificate
  • utilizzo di un brand noto e consolidato sul mercato
  • format collaudato e dal comprovato successo
  • supporto per ricerca, allestimento e progettazione location
  • formazione ed aggiornamenti costanti
  • fornitura chiavi in mano di tutto il necessario (macchinari, attrezzature, software / hardware, insegne, arredi, materiale comunicativo, divise, materie prime, basi per le pinse, ecc)
  • fornitura di strumentazioni digitali e tecnologici all’avanguardia (APP, sito web, sistema di delivery e prenotazioni, social, ecc)
  • marketing e comunicazione centralizzata (online ed offline)
  • riduzione del rischio imprenditoriale
  • riduzione dei costi di avvio e gestione (potere commerciale della rete, agevolazioni, condizioni esclusive e riservate, ecc)
  • supporto per accedere a finanziamenti

Alcuni svantaggi, da considerare prima di aprire una pinseria in franchising, possono essere:

  • fee d’ingresso alla rete franchising
  • royalty fissa o in percentuale sul fatturato
  • contributi marketing / pubblicità
  • contributi per utilizzo di software / hardware / sito web ed APP / macchinari / attrezzature
  • layout standardizzato e raramente personalizzabile
  • minore flessibilità e potere decisionale
  • rispetto degli standard della casa madre e delle modalità gestionali ed organizzative
  • vicolo contrattuale spesso pluriennale

Visiona QUI tutti i migliori Franchising di Pinserie

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Vedi tutti gli articoli

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere