Scegli il settore

Informazioni franchising faq forum

Apertura attività
martedì 19 dicembre 2017

Le origini e l'evoluzione del sistema di business più diffuso al mondo 

Franchise Significato

Per apprfondire leggi anche: Franchising - Che cos'è e come funziona

significato franchise

Il terminefranchise” è di origine francese ed ha significato del tutto similare al “franchising”, termine derivante dal primo ed utilizzato sia in inglese che italiano per definire il contratto di affiliazione commerciale. Il franchising, o franchise, deriva a sua volta dalla radice franco-renana “frank”, in italiano “franchigia”.

Vediamo insieme come il termine franchising si è evoluto n ella storia, la sua nascita, le origini ed i diversi significati che ha assunto, sino a quello odierno.

Il franchising è un modello di business flessibile, dinamico ed estremamente vantaggioso per tutte le parti coinvolte, ovvero per il franchisor o affiliate e per il franchisee o affiliato.

Il franchising ad oggi permette ad un’azienda di espandersi, esportando il proprio prodotto e servizio, mantenendo intatti standard qualitativi e modalità gestionali senza dover affrontare tutto l’onere in termini di gestione e costi. I costi e gli oneri vengono infatti decentrati e cadono sull’affiliato che, a fronte di una fee d’ingresso e di altre somme periodiche, potrà sfruttare un modello di business consolidato e dal comprovato successo, nonché l’assistenza e l’affiancamento costante della casa madre e la notorietà nazionale, e spesso internazionale, del brand e dell’insegna utilizzati.

Ad oggi il franchising è utilizzato in ogni settore economico, dai servizi alla vendita al dettaglio, ed è uno dei modelli di business più dinamici e diffusi a livello mondiale.

Le origini del terminefranchigia” sono antiche ed il loro primo utilizzo documentato risale al Medioevo, epoca in cui veniva utilizzato per indicare un privilegio con cui si concedevano autonomie a Stati o cittadini.

Nei primi anni dell’Ottocento, invece, si diffonde in Europa e negli USA un modello di vendita più similare al franchising come lo conosciamo oggi. Veniva chiamato “il contratto della birra” ed è stato per la prima volta utilizzato dai produttori di birra olandesi e scozzesi che volevano esportare la propria merce negli Stati Uniti, concedendo a distributori locali autorizzati il permesso di vendere i prodotti con impressi i marchi, le insegne e le denominazioni dei produttori originali.

Il franchising più similare a quello che conosciamo oggi risale invece agli Stati Uniti della metà dell’Ottocento. Gli operatori economici erano carenti di capitali, decisero quindi di vendere e distribuire i propri prodotti attraverso agenti viaggiatori, intermediari e rivenditori a cui venivano garantiti privilegi quali licenze e concessioni.

Già dai primi anni del Novecento, sempre negli Stati Uniti, si diffuse il franchising come lo conosciamo oggi, riuscendo a dimostrare la propria validità e flessibilità. La diffusione del sistema franchising avvenne già negli anni ’30 ma fu solo negli anni ’50 che ci fu il vero “boomdel franchising con la diffusione delle catene ristorative e di fast food.

Il franchising, oggi come in passato, si è sempre dimostrato un sistema di business agile ed in grado di fornire reciproci vantaggi ad affiliante ed affiliato, utile per aggirare ostacoli e difficoltà economiche in epoche di instabilità dei mercati, proprio come quella in cui ci troviamo. Queste caratteristiche hanno portato gli esperti a parlare di un vero e proprio “franchise boom”, ovvero di una diffusione capillare, esponenziale ed internazione di questo particolare tipo di contratto.

Per scoprire il funzionamento del Franchising in dettaglio,
apprfondisci nella sezione Franchising.

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Vedi tutti gli articoli

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere