Logo AIF

Franchising Baby Sitter

Così come i servizi per gli anziani, anche quelli per l'infanzia sono il trend del futuro.

5 minuti

Leggi anche: Come aprire un Asilo

Visita la sezione con i migliori Franchising di Asili e Ludoteche

Se pur i franchising specializzati in baby sitter ancora non esistano, le previsioni, considerando le odierne esigenze e la situazione delle famiglie moderne, sono che nasceranno presto ed avranno un grande successo.

Investire nel settore, magari avviando per primi un franchising di baby sitter, o un’attività di baby sitter autonoma, potrebbe essere l’intuizione imprenditoriale innovativa e di tendenza che va a coprire un segmento di mercato e di domanda ancora scoperto, ma ricco di potenzialità.

franchising baby sitter aprire

 

Perché i Franchising di Baby Sitter avranno Successo

Così come i servizi per gli anziani, che a causa dell’innalzamento dell’età media della popolazione e dell’aspettativa di vita, nonché della forte carenza del settore pubblico, anche i servizi dedicati all’infanzia, se pur la natalità in Italia non sia in crescita né molto elevata, sono un business longevo e potenzialmente molto redditizio.

Infatti anche per quanto riguarda l’infanzia il settore pubblico non riesce a coprire la ben più elevata domanda da parte delle famiglie odierne. Nascono così realtà private che rispondono alle esigenze delle famiglie e dei loro bambini come asili privati, asili nidi in casa, ludoteche, parchi giochi e bar e caffetterie attrezzate con aree giochi in cui far giocare i bambini mentre gli adulti si prendono una meritata pausa in relax.

Anche per quanto riguarda la richiesta del servizio di baby sitter, che già viene utilizzato abitualmente da molte famiglie italiane, si prevede in espansione per il futuro.

Gli stili di vita moderni delle famiglie infatti prevedono oramai quasi sempre che entrambi i genitori siano impegnati in una carriera lavorativa e che i nuclei familiari siano sempre più ristretti. Dove infatti mancano nonni, zii, o parenti che si prendano cura dei più piccoli mentre i genitori lavorano, o dove anch’essi siano ancora in età lavorativa e carenti di tempo, le famiglie moderne sentono sempre più la necessità di affidarsi a figure qualificate, e sempre più professionali e meno amatoriali, alle quali affidare i propri bambini, con la certezza che riceveranno le migliori cure in loro assenza.

 

Come Funzioneranno i Franchising di Baby Sitter

Che si tratti di baby sitting durante l’orario lavorativo, o durante la sera, per permettere ai genitori di concedersi una pausa o un’uscita, i baby sitter sono figure sempre più richieste.

La capacità di spesa superiore delle famiglie, unita ad una costante e crescente attenzione verso i bisogni e la sicurezza dei bambini, rendono tuttavia necessaria una sempre maggiore professionalità ed affidabilità.

Da qui, dunque, la possibilità per gli imprenditori di avviare un’agenzia di baby sitter. Il funzionamento si prevede che sarà similare alle attuali agenzie di servizi per gli anziani e badanti. Alcune di queste realtà, infatti, offrono già tra i loro servizi anche quello di baby sitter per i bambini, di accompagnatore o assistente per donne incinta e per il periodo post parto.

Similarmente al servizio di badanti per gli anziani, infatti, anche il servizio di baby sitter per bambini viene intermediato dall’agenzia che funge da tramite e garante tra le famiglie ed i baby sitter. La famiglia ha dunque la garanzia di assumere persone effettivamente qualificate, con esperienza, professionali ed affidabili che svolgano l’attività di baby sitting per i propri bambini. Inoltre, l’agenzia di baby sitter si occuperà di ogni aspetto legato al rapporto lavorativo, sia sul lato burocratico e legale che finanziario e di assistenza.

 

Aprire un Franchising di Baby Sitter

Per chi decidesse di attendere la nascita dei franchising di baby sitter e servizi per l’infanzia per affiliarsi, si prevede che i costi, l’iter ed i requisiti saranno analoghi ai franchising di badanti e servizi per gli anziani. Per aprire un franchising di baby sitter sarà dunque richiesto verosimilmente un investimento minimo a partire da 5.000 / 10.000 euro, senza necessità di esperienze o particolari requisiti, in quanto sarà la casa madre ad occuparsi della formazione e ad assistere l’affiliato durante tutto l’iter di avvio e di gestione, per gli adempimenti burocratici ed anche per eventuali licenze o attestati necessari, nonché, fondamentale, per la selezione del personale e delle figure professionali (baby sitter).

Per chi invece decidesse di aprire l’attività in autonomia, l’iter sarà più complesso ed i costi di avvio maggiori. Per aprire un’attività di baby sitter infatti sarà necessario un investimento minimo di 20.000 / 30.000 euro nonché esperienze e competenze nel settore, oltre a doti imprenditoriali, manageriali, di gestione e capacità di selezione dei baby sitter. Inoltre, tutto l’iter burocratico necessario sarà da eseguire in autonomia, o con l’aiuto di un commercialista, e prevederà, similmente ad altre attività di servizi alla persona, avvio della Partita Iva, iscrizione alla Camera di Commercio, comunicazione di Inizio Attività al Comune, permesso per affiggere l’insegna fuori dall’ufficio, apertura posizioni INPS ed INAIL e stipula di tutte le necessarie assicurazioni per eventuali incidenti e responsabilità.

Visita QUI la sezione con i migliori Franchising di Servizi ai Privati

e con i Franchising dedicati all'Infanzia

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Cerca