Scegli il settore

NEWS

Fonte:
ProgettoAssistenza

Intervista all'affiliato Firenze1 di Progetto Assistenza Franchising

Franchising ProgettoAssistenza - Servizi ai privati

Come è arrivato a conoscere il marchio Progetto Assistenza e quali sono i fattori che l’hanno portata a diventare un affiliato?
Abbiamo conosciuto il marchio Progetto Assistenza su internet dopo aver preso la decisione di investire nel settore e di conoscere tutte le aziende che esercitavano il franchising in Italia.

Perché ha scelto di mettersi in proprio?
Perchè abbiamo percepito una carenza qualitativa nel mercato che abbiamo scelto.

Ha aperto più di un punto vendita?
Si attualmente abbiamo Firenze1Assistenza e Firenze2Assistenza.

Quali motivi l'hanno spinta ad avviare questa attività in franchising? e perché proprio nel settore sanitario-assistenziale?
Abbiamo deciso di lavorare sul settore sanitario-assistenziale poiché da liberi professionisti lavoravamo già in questo settore. Eravamo consapevoli dei limiti e delle lacune presenti ma soprattutto avevamo bene in mente quali sarebbero stati i nostri obiettivi e i servizi che avremmo voluto offrire.
Prima di partire in questa avventura valutammo l'idea di agire in maniera del tutto autonoma ma via via che parlavamo con i vari franchisor, ci rendevamo conto della reale complessità dell'attività. Ad oggi possiamo dire che se avessimo fatto tutto in autonomia sicuramente non avremmo ottenuto i risultati che stiamo ottenendo e probabilmente avremmo già chiuso l'attività.

Come ha provveduto a finanziare l'operazione?
Abbiamo finanziato l'azienda con capitale proprio ed allo stesso tempo internalizzato il nostro precedente lavoro.

Gestisce l’attività in via principale o la mantiene come attività secondaria che utilizza per aumentare le sue entrate?
Nel primo anno e mezzo di attività abbiamo svolto contemporaneamente due attività, adesso possiamo permetterci di gestire l'attività in via principale.

Che giudizio da’ all'assistenza ricevuta dalla casa madre?
Ottimo.
Abbiamo trovato dall'altra parte delle persone di spessore. Condividiamo con loro ciò che ci ha spinto a fare questo lavoro: etica, morale, correttezza, umanità, semplicità, affidabilità, serietà, senso di responsabilità, innovazione.
Tutte caratteristiche che sono diventate nostro marchio di fabbrica e che si manifestano nel rapporto con i nostri clienti e collaboratori.

Qual’ è stato l’iter burocratico che ha seguito per iniziare l’attività?
Apertura società, attribuzione partita iva, iscrizione camera di commercio, firma del contratto di franchising, ricerca e scelta fondo, selezione del personale, inaugurazione, start up.

Il Franchisor l’ha supportata in questo?
Il franchisor ci ha spiegato come muoverci dicendoci i tempi delle varie pratiche e le modalità di disbrigo; inoltre ci ha aiutato personalmente a scegliere la location e ad effettuare la prima selezione del personale.

Chi pensa alla promozione della sua attività?
Per la pubblicità mirata ci pensiamo noi personalmente muovendoci sul territorio mentre per quella capillare ci affidiamo ad imprese pubblicitarie.

La casa madre le fornisce aiuto a riguardo?
Si attraverso il sito, gli organi di stampa nazionale e gli altri affiliati che possono ricevere richieste nel nostro territorio di competenza; inoltre attraverso tutta una serie di attività e servizi aggiuntivi che emergono e si perfezionano nel tempo con partner aziendali nazionali che si affidano a ProgettoAssistenza per implementare e migliorare i loro servizi.

Può darci un giudizio generale e complessivo sull'andamento della sua attività?
Siamo soddisfatti di come procede l'attività poiché siamo in linea con le nostre aspettative di sviluppo che sono ambiziose.

franchising progetto assistenza

Inserita: lunedì 20 gennaio 2014

Vai all’archivio
FRANCHISENEWS

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere