Logo AIF

Aprire una Stazione di Ricarica Elettrica

Tutto quello che devi sapere per entrare nel mercato delle ricariche elettriche

5 minuti

 

Scopri i brand del settore: Franchising Ricarica Elettrica

Leggi la guida completa: Aprire un'Attività con i Veicoli Elettrici

 

Vediamo in questa guida come aprire una stazione di ricarica elettrica oggi in Italia, cosa serve, i costi ed i requisiti, nonché gli interessanti dati del mercato di riferimento.
 

aprire-una-stazione-di-ricarica-elettrica.jpg

 
IL SETTORE ED I DATI

 
È finalmente arrivato il momento più roseo per investire nel settore della mobilità elettrica e sostenibile. In particolare, accanto al florido mercato dei veicoli elettrici, in costante crescita, è particolarmente interessante la possibilità di investire nel settore delle ricariche elettriche.

Ad oggi, infatti, l’elevata domanda di ricarica elettrica supera l’offerta. Si stima infatti che nel 2021 per ogni 9.2 veicoli elettrici in circolazione vi sia 1 solo punto di ricarica pubblico. Anche a causa di questa tendenza, ma non solo, cresce il numero di stazioni di ricarica domestiche a muro, installate a livello casalingo.

Secondo l’analisi di mercato pubblicata da Global Market Insight, il business legato alle ricariche elettriche incrementerà il proprio valore di ben 10 volte nei prossimi 8 anni. Se nel 2021 il mercato valeva 11 miliardi di dollari, nel 2030 varrà circa 119 miliardi di dollari, con un tasso di crescita annuale composto del 27%.

Nella prima metà del 2022 le vendite di auto elettriche, rispetto all’anno precedente, sono cresciute del +63%. In questo contesto, in cui sempre più spesso le persone prediligono l’acquisto di un’auto o un altro veicolo elettrico, diventa dunque una necessità l’allestimento di sufficienti stazioni di ricarica elettrica, sia a livello pubblico che casalingo.

In Italia, con i dati riferiti a settembre 2022, sono quasi 33 mila i punti di ricarica, con 16.7 mila colonnine dislocate in oltre 13 mila location accessibili al pubblico. Le stazioni di ricarica elettrica sono oggi prevalenti nel Nord Italia e nelle grandi città, più dinamiche a livello di mobilità. Manca dunque ancora una capillarità, oltre che la presenza in punti strategici come le autostrade.

Ad oggi, tra le criticità che gli operatori di settore devono affrontare, e su cui si sta investendo per effettuare le dovute migliorie, vi sono la poca autonomia dei veicoli elettrici sulle lunghe distanze, l’insufficienza di stazioni di ricarica e le tempistiche di ricarica relativamente lunghe, che attualmente variano da mezz’ora a due ore circa per un “pieno” di energia.

 

SCOPRI I MIGLIORI FRANCHISING DEL SETTORE:

Selezionati per te

Offerte nel settore
Veicoli Elettrici

Logo Elerent Sharing
Elerent Sharing

9.900 €

Franchising Sharing Monopattini e Veicoli Elettrici

Logo BikeBoom
BikeBoom

9.999 €

Franchising Noleggio e Sharing di Veicoli Elettrici

Logo MetanSud
MetanSud

25.000 €

Franchising Energia, Gas e Luce

Logo Urbanemobility.com
Urbanemobility.com

35.000 €

Franchising Veicoli Elettrici

COSA SERVE: ITER, REQUISITI E COSTI

 
Risulta evidente dai dati di mercato che sia ora il momento migliore per investire nel business delle ricariche elettriche, anticipando la concorrenza che è destinata a crescere nei prossimi anni.

Aprire una stazione di ricarica elettrica è oggi possibile con diverse soluzioni. Si può infatti scegliere di riqualificare una location / stazione già presente o di crearne una nuova da zero. I costi variano sensibilmente in base alla scelta effettuata, ma anche in base alla tipologia di tecnologie utilizzate per le ricariche elettriche. Oggi esistono infatti diverse tipologie di colonnine di ricarica tramite cui è possibile ricaricare le auto e gli altri veicoli elettrici: a colonna, a palo, a parete / muro e portatili. In base alla tecnologia utilizzata varieranno anche la tipologia di allaccio alla rete elettrica, le tempistiche di ricarica, nonché le altre peculiarità tecniche.

Oltre alla scelte tecniche riguardanti le postazioni di ricarica, sarà indispensabile una scelta strategica della location in cui allestire la stazione di ricarica elettrica. Ad oggi, a patto di ottenere l’autorizzazione, non vi sono particolari limitazioni ed è possibile allestire una stazione di ricarica elettrica in luoghi come centri commerciali, hotel, ristoranti, parcheggi cittadini, aree private, ed ancora autostrade o stazioni di carburante tradizionali.

Interessante è anche l’affiancamento alla stazione di ricarica, soprattutto quando non in prossimità di altri luoghi commerciali o centri cittadini, di attività secondarie, utili al cliente durante l’attesa, quali ristoranti o bar. Infine, indispensabile sarà dotare le colonnine di sistemi di pagamento multipli: contanti, carta, app, ecc.

A livello burocratico, sarà necessario fare riferimento al Decreto Ministeriale del 3 Agosto 2017 pubblicato di Gazzetta Ufficiale con il quale il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti individua e dichiara le documentazioni e gli attestati necessari alla realizzazione di infrastrutture di ricarica destinate ai veicoli elettrici.

Per aprire una stazione di ricarica elettrica sarà necessario adempiere al seguente iter:

  • apertura di una Partita Iva
  • iscrizione al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio
  • comunicazione di Inizio Attività al Comune
  • apertura delle eventuali posizioni INPS ed INAIL
  • ottenimento dell’Autorizzazione dal Comune
  • presentazione del progetto e dei documenti di inquadramento: relazione tecnica e progetto tecnico con descrizione completa delle peculiarità della stazione di ricarica
  • allaccio alla rete elettrica
     

Per aprire una stazione di ricarica elettrica i costi possono variare sensibilmente in base alle peculiarità del business. Sarà dunque indispensabile, per effettuare una stima corretto dei costi e dei potenziali guadagni, la redazione del business plan e del prospetto economico - finanziario.

A titolo esemplificativo per aprire una stazione di ricarica elettrica è necessario un investimento variabile dai 30.000 euro (se la stazione è già predisposta e solo da aggiornare) sino ad oltre 50.000 euro (se la postazione è da creare ex novo).

 
IL FRANCHISING

 
Considerando l’elevata potenzialità del business ed i trend in forte crescita del settore, sempre più reti franchising oggi stanno investendo in questo mercato. Ad oggi è possibile aprire in affiliazione ad un franchising sia stazioni di ricarica elettrica che business (quali ad esempio le attività di noleggio e sharing di veicoli elettrici) in cui è stato inglobato anche il servizio aggiuntivo di ricarica. I costi sono nettamente più accessibili.

Per aprire una stazione di ricarica elettrica in franchising viene richiesto un investimento chiavi in mano di circa 30.000 euro.

 

Scopri i migliori brand del settore: Franchising Ricarica Elettrica

Leggi anche la guida: Come Aprire un'Attività con i Veicoli Elettrici

 

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Cerca