Logo AIF

Come aprire il tuo sito e-commerce partendo da zero?

Quanto costa e come aprire il proprio sito e-commerce senza saper programmare

5 minuti

Se sei un’impresa o un negozio fisico e vuoi espandere il tuo business potresti esserti domandato come si fa ad aprire il tuo sito e-commerce? Gli shop online sono ormai culturalmente molto diffusi e vengono utilizzati da gran parte della popolazione a prescindere da genere o età. La motivazione è piuttosto semplice: poter ordinare online e ricevere comodamente a casa il prodotto non ha prezzo. 

aprire-un-e-commerce-da-zero.jpg

Ciò nonostante, chi è alle prime armi con la creazione di siti web potrebbe trovare alcune difficoltà. La scelta dell’hosting e del content management system, più semplicemente CMS, sono fondamentali. In questo articolo vedremo brevemente com’è possibile creare un marketplace online dove vendere i tuoi prodotti. Puoi affidarti a software appositi e fare tutto in autonomia, riducendo notevolmente i costi. Non avrai bisogno di competenze eccessivamente avanzate e potrai gestire il tuo portale da solo.

 

Come aprire un sito e-commerce facilmente

Il modo più semplice per creare un sito e-commerce è quello di affidarsi a CMS particolarmente intuitivi. I Content Management System sono software che permettono a tutti di creare siti web e contenuti senza la necessità di lavorare sui codici. Ovviamente anche utilizzando questi sistemi è necessaria un’attenta progettazione del portale. Devi sapere esattamente cosa cercano i tuoi utenti e quali bisogni hanno. Devi anche prevedere un sistema di gestione ordini, non per forza automatizzato. Quando avrai ben chiari questi dettagli potrai passare alla realizzazione vera e propria del portale. 

Se vuoi un suggerimento cerca di parlare con i tuoi clienti fisici e comprendi i punti di forza del tuo business. Trasportarli online sarà semplice e veloce. In alternativa puoi anche sfruttare gli strumenti che Google mette a disposizione per fare SEO: cerca di capire quali parole chiave utilizzano i tuoi clienti per trovare i prodotti che cercano online. Arrivati a questo punto è giunto il momento di scegliere la piattaforma con cui realizzare il tuo nuovo e-commerce.

 

Come aprire un sito e-commerce con Wix

Uno dei portali più interessanti per chi è alle prime armi è Wix, un CMS particolarmente intuitivo. Con Wix è possibile progettare e realizzare l’intera struttura del sito web per poi caricarne i contenuti. Caratterizzato da un facile editor grafico, permette di realizzare siti web dal design accattivante e dalle performance più che discrete. La peculiarità di questo portale è proprio la semplicità con cui è possibile personalizzare l’aspetto e le funzioni del tuo marketplace. Anche dal punto di vista dell’ottimizzazione tecnica e SEO, è molto semplice trovare le impostazioni corrette con relativi tutorial per settarle al meglio. 

Nel giro di pochissimo tempo potrai realizzare il tuo e-commerce e vederlo online, iniziando subito a trarne profitto. La community che si è sviluppata intorno a questo Content Management System potrà aiutarti a risolvere ogni dubbio o problematica. Le funzioni integrate del software inoltre offrono numerose opzioni per la vendita online, mentre il supporto tecnico garantisce tranquillità anche ai meno esperti.

 

Come realizzare un e-commerce con WooCommerce

WooCommerce è una delle estensioni più conosciute per il CMS WordPress. Si tratta di un plugin che potrai installare solamente dopo aver terminato la configurazione del Content Management System e che prevede una parte gratuita e un’altra a pagamento. Con questo plugin potrai realizzare facilmente un e-commerce dall’aspetto professionale e potrai anche impostare numerose funzioni aggiuntive per renderlo più ricco di funzionalità. 

Si tratta di una soluzione un po’ più complicata della precedente ma che in ogni caso non richiede particolari competenze informatiche. Anche qui è necessario dedicare tempo alla progettazione del portale così da garantire una user experience di alto livello. WordPress è uno dei software più conosciuti del mondo, perciò esistono tantissime estensioni per le più disparate funzionalità. Rispetto a Wix richiede un minimo di impegno in più ma è comunque molto semplice da utilizzare.

 

Quanto costa realizzare un e-commerce?

Si tratta sicuramente di una delle domande che anche tu ti sei posto: il costo di un e-commerce è variabile in base alle dimensioni, alla capacità di gestire traffico e alle funzionalità di cui hai bisogno. Se hai deciso di creare uno shop online per fare concorrenza a siti enormi come Amazon, non hai scelta, devi rivolgerti a un’agenzia di sviluppo o almeno a un programmatore. Tuttavia, la maggioranza degli shop online in realtà ha piccole dimensioni perché fa capo a una piccola o media impresa. 

Se in totale hai qualche centinaio di prodotti non avrai bisogno di spendere cifre enormi. Le uniche spese necessarie sono sicuramente quelle di registrazione del dominio che possono variare dai 10 ai 50 € all’anno. Poi dovrai affittare un hosting ovvero uno spazio nel quale il tuo sito web verrà ospitato. Le cifre in questo caso variano in base alla capacità di traffico che deve reggere il tuo sito web ma si aggirano a cifre spesso limitate. Nel caso tu scelga WordPress e il plugin WooCommerce ricordati che quest’ultimo ha delle funzionalità a pagamento, perciò, dovresti sostenere anche questi costi nel corso dell’anno. Wix ha il vantaggio di essere una soluzione tutto in uno: inventario, sistema di pagamento, gestionale e tanto altro.

Luca Cortesi
Aprireinfranchising.it

Cerca