Scegli il settore

NEWS

Fonte:
Comuni a Domicilio

Nasce Trieste a Domicilio: il format di consegne con App Comuni a Domicilio sbarca in Friuli-Venezia Giulia


Trieste punta sulle consegne a domicilio

A partire dal 4 giugno, si è entrati in una nuova fase della gestione della pandemia in atto. Con lentezza e attenzione, si sta cercando di riappropriarsi della tanto agognata normalità, pur sempre mantenendo le dovute cautele.

In molte regioni si sta anche riattivando il turismo, riaprendo alcuni musei, offrendo la possibilità di immergersi nella natura e gustare le prelibatezze locali. In questo senso, Trieste non è da meno e si sta preparando ad accogliere gli ospiti che la visiteranno. Ovviamente, con tutte le accortezze del caso.

Tra le attenzioni dedicate ai turisti, ma soprattutto per garantire la sicurezza dei cittadini, la città continua a sostenere le consegne a domicilio. Già a metà aprile, infatti, era stato creato un portale da parte del comune di Trieste che raccoglie l’elenco degli esercizi commerciali che svolgono attività di consegna a domicilio. Ottima notizia, quindi, l’imminente attivazione del servizio di home delivery Trieste a Domicilio.

Trieste a Domicilio: molto più di un semplice delivery

Trieste è una splendida città, abitata da persone tenaci e intraprendenti, che hanno voglia di ricominciare e risollevarsi dalla crisi economica in atto.

Per fare questo, è molto importante rilanciare l’economia a livello locale. Durante il lockdown, infatti, sono stati proprio gli esercizi commerciali di zona ad essersi rimboccati le maniche e reinventati, organizzandosi con vendite online e consegne a domicilio.

I motivi principali sono due. Il primo è quello di continuare a svolgere il proprio lavoro senza continuare a subire ulteriori danni economici. Il secondo, è supportare i propri concittadini in questa fase così delicata.

Ecco perché Trieste a Domicilio si pone come un partner strategico al servizio di imprese e privati.

Ciò che viene messo a disposizione è tanto semplice quanto efficace, ovvero:

  • App Cittadina – disponibile per Android e Ios, permette alle aziende di vendere online i propri prodotti e servizi, facilitando gli utenti con ordinazioni ed acquisti online;
  • Servizio di Home Delivery – Una volta effettuato l’acquisto, gli utenti potranno ricevere il prodotto comodamente a domicilio, grazie alla consegna a casa, o in ufficio;
  • Social Media Marketing – tramite iniziative promozionali dedicate, le aziende potranno farsi conoscere anche online, mentre i clienti potranno restare sempre aggiornati riguardo a promozioni e novità.

Adesso, approfondiamo un po’ i vantaggi del servizio offerto da Trieste a Domicilio.

trieste consegne domicilio con app

Mobile e-commerce per le attività triestine? Sì, grazie

L’App Trieste a Domicilio apre le porte della vendita online, in particolare del mobile e-commerce.

Fondamentale nel mantenere in contatto imprese e privati, la App consente:

  • Ai cittadini, di acquistare online, in qualsiasi momento, prodotti o servizi dalle aziende;
  • Alle imprese, di farsi conoscere, promuovere e vendere online ciò che queste hanno da offrire.
  • Inoltre, vi è la massima flessibilità nel pagamento, che può essere effettuato online, nel rispetto delle norme contactless, sia alla consegna (per i meno informatizzati).

Perché servirsi di un’app, invece di un sito e-commerce?

La risposta è molto semplice: gli italiani preferiscono fare shopping tramite mobile. La Generazione Z (i nati dopo il 2000), in particolare, predilige fare compere in questa maniera.

A questo proposito, uno studio effettuato da PayPal in collaborazione con Ipsos Italia, ha evidenziato che, se il 72% dei consumatori intervistati sceglie lo smartphone per acquisti o pagamenti online, la percentuale aumenta fino al 77%quando si prende in considerazione gli utenti nati dopo il 2000.

Il trend sembra destinato ad aumentare a causa della quarantena dovuta alla pandemia. Se, infatti, molti italiani erano reticenti ad acquistare beni online (vuoi per mancanza di confidenza con i dispositivi telematici, vuoi per diffidenza nei confronti dei pagamenti digitali), tale tabù è crollato di fronte all’impossibilità di effettuare acquisti fisicamente (durante le prime fasi di lockdown le uscite concesse erano davvero limitate al minimo indispensabile).

Una buona prospettiva la offre Nielsen Italy che, dal 17 febbraio al 15 marzo 2020, ha registrato una crescita della domanda online di quasi 80%.

Un buon servizio di home delivery può fare la differenza

Come già considerato in precedenza, le imprese di zona si sono prontamente attivate mettendo in campo un servizio di consegne a domicilio. Questo, per venire incontro alle richieste dei cittadini.

Non è, però, stato facile per tutti: se per alcune aziende è stato possibile sostenere tale servizio, per altre si è trattato solo di una gestione di emergenza. Purtroppo, esistono anche casi di esercizi commerciali che non sono riusciti a creare una rete di consegne a domicilio, bloccandosi completamente.

Ad oggi, però, offrire un servizio di home delivery di qualità non è un’opzione secondaria: ricevere il proprio ordine senza effettuare uscite inutili, non è solo pratico, ma anche più sicuro.

Ecco perché Trieste a Domicilio offre un eccellente servizio di home delivery, curato nel dettaglio, supportando così le imprese e aiutandole a fare la differenza.

Questa possibilità è estremamente apprezzata dagli utenti, anche a livello sociale: basti pensare ad anziani, persone sole o a rischio che, così, possono ricevere a casa propria tutto quello che gli serve.

Infatti, Trieste a Domicilio si occupa di recapitare tutti i prodotti ed i servizi disponibili a casa o in azienda. Che si tratti della spesa, o di farmaci, di un pacco ritirato dalla posta o di capi portati in tintoria, verranno consegnati a domicilio con massima attenzione e cura.

Trieste a domicilio sostiene le attività locali per la ripresa economica

Trieste a Domicilio è una realtà completamente locale. Oltre che avere il pregio di mettere in contatto imprese e privati della zona, è gestita da persone che conoscono il territorio e che mantengono un contatto diretto con gli utenti.

Quindi, utilizzandone i servizi, non solo si sostengono le attività commerciali locali (una torta di compleanno acquistata nella pasticceria più rinomata, le brioche per la colazione portate calde dal panettiere in centro, i fiori per il centrotavola arrivate dal fiorista sotto casa), ma si ha a che fare con un concittadino, che valorizza la qualità del servizio offerto, ma anche il rapporto umano.

Finalmente, in caso di bisogno, si può dire addio a call center anonimi e, invece, rivolgersi a persone che hanno a cuore ciò che stanno facendo.

Oltre che vantaggioso, scegliere questi servizi diventa, quasi, un atto di affetto nei confronti della propria città.

 

PER MAGGIORI INFO SUL FRANCHISING

DI COMUNI A DOMICILIO CLICCA QUI

 

Inserita: martedì 16 giugno 2020

Vai all’archivio
FRANCHISENEWS

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere