Logo AIF

Aprire un Negozio di Integratori

Cosa serve, i dati del settore e perché conviene investirvi.

4 minuti

 

Scopri i migliori Franchising di Integratori Alimentari.

Leggi anche: Come aprire una Parafarmacia

 

Il mercato degli integratori è riuscito a mantenere negli ultimi anni trend altamente positivi, anche in periodo pandemico e di emergenza sanitaria, ed è oggi tra i più redditizi in cui investire. Aprire un negozio di integratori può rivelarsi un’ottima idea di business per aprire la propria attività imprenditoriale autonoma in Italia.

Vediamo in questo articolo i dati del settore, perché conviene aprire un negozio di integratori in Italia e cosa serve per avviarlo.
 

aprire-un-negozio-di-integratori.jpg

 
INTEGRATORI: IL SETTORE ED I DATI DEL MERCATO

Il mercato degli integratori alimentari ha raggiunto in Italia a fine 2019 un valore di circa 3.6 miliardi di euro, crescendo del 3.6% rispetto al valore del 2018. Nel 2020 la crescita del settore ha confermato il suo trend positivo, con una crescita del valore del 3.2% ed un incremento di volume del 2.1% rispetto al 2019. Il comparto ha chiuso il 2020 con un fatturato complessivo di 3.9 miliardi di euro.

L’utilizzo degli integratori coinvolge oggi oltre 32 milioni di italiani (complessivamente il 65% della popolazione italiana adulta). Le vendite avvengono primariamente e preferenzialmente ancora tramite la farmacia (fisica ed online), ma sono in crescita anche le vendite tramite canali specializzati (negozi di integratori), parafarmacie ed e-commerce.

Tra gli integratori ad oggi più venduti troviamo primariamente integratori alimentari, ovvero che integrano carenze alimentari o stimolano funzioni fisiologiche volta al mantenimento o all’incremento della salute e del benessere, nonché alla riduzione dei fattori di rischio per la salute. Tra questi i più venduti sono gli integratori vitaminici, multivitaminici e di sali minerali, seguiti da quelli per il benessere intestinale, per il benessere di specifiche funzioni fisiologiche, per il sistema immunitario, per l’apparato respiratorio, per il sonno, per il controllo del peso, e così via. In crescita, e dunque una buona occasione imprenditoriale con una concorrenza ancora ridotta, sono anche le vendite degli integratori sportivi e proteici, nonché gli integratori a base di CBD (sia per uso umano che animale).

Infine, l’Italia è ad oggi tra i mercati più interessanti in cui investire aprendo un negozio specializzato in quanto è il principale mercato europeo con una quota del 27% del valore complessivo. Il 92% del mercato italiano si sviluppa ancora oggi in farmacia e parafarmacia. Aprire un negozio altamente specializzati in integratori presenta dunque ancora una concorrenza diretta bassa e buone occasioni di inserimento come negozio di prossimità o all’interno di centri commerciali. Inoltre i negozi di integratori non sono soggetti alle limitazioni (burocratiche e di location) imposte alle farmacie ed alle parafarmacie.
 

I MIGLIORI FRANCHISING DI INTEGRATORI:

Selezionati per te

Offerte nel settore
Integratori Alimentari

Logo Diétnatural
Diétnatural

13.378 €

Franchising Dietetica e Nutrizione

Logo The Cannabis Shop
The Cannabis Shop

16.000 €

Franchising Cannabis

Logo Green Angels
Green Angels

18.900 €

Franchising Cannabis

Logo FarmaOne
FarmaOne

25.000 €

Franchising Parafarmacia, Sanitaria, Ortopedia


 

COME APRIRE UN NEGOZIO DI INTEGRATORI E COSA SERVE

Per aprire un negozio di integratori sarà necessario innanzitutto individuare il migliore format ed il canale di vendita ed in base a questo una location ed un locale di sufficiente metratura per il corretto allestimento: negozi fisici (corner, negozi di prossimità, negozi in centri commerciali, negozi di grande metratura) negozi online / e-commerce senza sede fisica, negozi con integratori a 360° o negozi di integratori specializzati (ad esempio in integratori per sportivi, integratori al CBD ed a base di cannabis, integratori per animali, ecc).

L’iter burocratico da seguire sarà similare a quello per l’apertura di un negozio di alimenti confezionati. Oltre alle classiche apertura della Partita Iva, iscrizione al Registro delle Imprese, comunicazione di inizio attività al Comune, apertura delle posizioni INPS ed INAIL, nulla osta sanitario ASL, sarà dunque plausibilmente necessario ottenere anche gli attestati SAB ed HACCP.

I costi per aprire un negozio di integratori varieranno in base alla localizzazione dell’attività, al format, alla metratura, ai prodotti venduti, e così via. Per stimare correttamente il budget necessario ad aprire un negozio di integratori, nonché le prospettive di guadagno, la fattibilità e le tempistiche per rientrare dall’investimento, sarà necessario redigere con cura un business plan.

Plausibilmente l’investimento minimo per aprire un negozio di integratori su strada di dimensioni medio-piccole sarà di almeno 30.000 / 40.000 euro. Minore sarà invece l’investimento se si decide di aprire un negozio di integratori in franchising grazie alle note agevolazioni offerte (mediamente tra i 15.000 ed i 20.000 euro).

 

Scopri i migliori Franchising di Integratori Alimentari.

 

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Cerca