Scegli il settore

Informazioni franchising faq forum

Apertura attività
lunedì 07 novembre 2016

Come diventare imprenditori con l'abbigliamento curvy. 

Aprire un negozio di abbigliamento taglie comode.

Leggi la Guida Completa - Come aprire un negozio di abbigliamento.

Visita la sezione dedicata all'abbigliamento curvy in franchising, clicca qui.

negozio abbigliamento taglie comode

Se il tuo sogno è sempre stato quello di aprire un negozio di abbigliamento, perché non specializzarsi in un settore dal target specifico come quello delle taglie comode?
Le statistiche lo dimostrano, le taglie mediamente più vendute non sono assolutamente quelle che vengono idealizzate sulle passerelle dai più noti stilisti, e questo non è certo un fenomeno nuovo. La novità consiste nel vedere come progressivamente anche i più noti brand si stiano finalmente adeguando per soddisfare la richiesta delle donne curvy.

Negli ultimi anni si è assistito ad un continuo aumento dei negozi dedicati alle donne che portano taglie oltre la 46 e perfino tra i brand più noti, prima dedicati esclusivamente alla canonica donna magra, si iniziano a vedere collezioni dedicate alle donne curvy e qualche taglia in più.
Un adeguamento, quello del mercato dell’abbigliamento, che si era reso non solo necessario ma obbligatorio ed impellente. Sono sempre di più infatti le giovani donne, ma anche gli uomini, che indossano taglie oltre la 46 ma che si scontrano con un mercato che offre poche alternative. Non è molto lontana l’epoca in cui l’abbigliamento taglie comode proponeva esclusivamente vestiti che nascondevano ogni forma, con stampe, tessuti e modelli fuori moda, ma per fortuna le cose pare stiano cambiando.

Sono sempre di più i marchi che riscuotono un grande successo proponendo un abbigliamento adatto alle forme curvy, attento alle ultime mode e tendenze ed in grado di valorizzare la fisicità e le forme di ognuno.
Sono soprattutto le donne coloro che soffrono maggiormente della mancanza di alternative, donne che desiderano sentirsi femminili, alla moda e valorizzare il proprio corpo, anche con qualche chilo in più.


Come aprire un negozio taglie comode di successo

Aprire un negozio di taglie comode può rivelarsi un’attività proficua, soprattutto se si fa attenzione ai prodotti e servizi offerti.

Un’idea è quella di proporre non solo abbigliamento donna ma, perché no, anche abbigliamento uomo e corredare il tutto con accessori, scarpe ed abbigliamento intimo. Il segreto per il successo è fare attenzione alla qualità ed allo stile, rispondendo sempre alle necessità ed ai desideri dei propri clienti.

Un altro fattore a riscuotere grande successo è l’offerta di servizi accessori quali riparazioni o piccoli lavori di sartoria e di adeguamento su misura degli abiti.

Per aprire un negozio di abbigliamento taglie comode è innanzitutto necessario conoscere il proprio target di riferimento, i suoi bisogni, le sue richieste e soprattutto le necessità che il mercato non soddisfa. Solo in questo modo si riuscirà infatti ad offrire un servizio alternativo in grado di competere con i brand storici presenti sul mercato.

Strategica è anche la scelta della location. Un locale di circa 100 mq, in una zona di forte passaggio e di facile accesso, vicino a zone centrali e lontano da negozi che offrano lo stesso tipo di merce.


L'iter burocratico

Una volta trovato un locale commerciale adatto, l’iter burocratico da seguire non è affatto complicato. Per aprire un negozio di abbigliamento taglie comode non è infatti necessario possedere alcun prerequisito se non buone capacità imprenditoriali e tanta passione per il settore dell’abbigliamento.

Gli step da seguire, anche con l’aiuto di un commercialista, sono:

  • Apertura Partita Iva
  • Regolazione delle posizioni Inps ed Inail
  • Iscrizione al Registro delle Imprese
  • Adeguamento dei locali in rispetto delle norme su sicurezza ed igiene
  • Comunicazione di inizio attività presso il Comune


L'investimento

Aprire un negozio di abbigliamento taglie comode richiede un investimento minimo di almeno 50.000 euro, cifra che può solamente aumentare nel caso di imprevisti o locale di dimensioni maggiori. Anche trovare i fornitori adeguati, quando si tratta di abbigliamento curvy, non è facile.


Il franchising

Un’alternativa è sicuramente affidarsi al franchising ed alla competenza di un marchio già visibile e conosciuto sul mercato. Un brand in franchising è grado di offrire svariati vantaggi oltre a richiedere un investimento più contenuto e ad offrire, a volte, la merce in conto vendita.

Un altro accorgimento è quello di verificare sempre le agevolazioni e gli investimenti a fondo perduto che vengono offerti ai giovani e per l’avvio di nuove attività.


Visualizza la nostra proposta di marchi in franchising nelle categorie Abbigliamento Curvy e Abbigliamento.

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Vedi tutti gli articoli

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere