Scegli il settore

Informazioni franchising faq forum

Apertura attività
mercoledì 20 febbraio 2019

Cosa comporta far parte di una grande catena di librerie. 

Franchising Librerie: Conviene? Leggi i Pro e i Contro

Confronta le migliori Librerie in Franchising QUI

Leggi anche la Guida Completa: Come aprire una libreria

Aprire una libreria è il sogno di molti appassionati di lettura, tuttavia diventare imprenditore autonomo in questo settore non è un’operazione esente da rischi, oltre a presentare diverse difficoltà durante l’avvio e la gestione e richiedere un investimento iniziale cospicuo.

Una delle possibilità che permettono di aprire una libreria di successo in modo più semplice ed economico, soprattutto per chi non ha esperienza nel settore, e non si sente sicuro a fare un “salto nel buio”, è quella di aprire una libreria in franchising.

Prima ancora di pianificare realmente l’apertura di una libreria è infatti importante considerare le due strade possibili, analizzandone pro e contro. Vediamo quindi se aprire una libreria in franchising conviene davvero, e quali sono i pro ed i contro rispetto all’apertura di una libreria autonoma.

franchising libreria conviene pro contro

 

I vantaggi e le agevolazioni

Affidarsi ad una rete di librerie consolidata è sicuramente una garanzia in più e fornisce diversi vantaggi ed agevolazioni importanti.

Aprire una libreria in franchising permette di sfruttare un marchio noto e riconoscibile, che a sua volta permette, anche grazie alla campagne di promozione a livello nazionale, di avere una visibilità immediata e di portata maggiore, oltre a garantire una rapida acquisizione di clientela. Anche la fidelizzazione dei clienti inoltre sarà maggiore, grazie agli sconti, alle tessere fedeltà ed alle altre iniziative promozionali promosse dalla casa madre.

Inoltre, aprire una libreria in franchising garantisce l’utilizzo di un forma già collaudato e testato sul mercato, di sicuro riscontro, successo ed interesse per la clientela.

Aprire una libreria in franchising inoltre garantirà all’affiliato un supporto ed un’assistenza costanti. L’affiliato sarà infatti seguito ed affiancato a 360°, dall’apertura sino all’intera durata della gestione dell’attività.

 

Tra i vantaggi più importanti ed i servizi di maggior nota offerti a chi decide di aprire una libreria in franchising troviamo:

  • utilizzo di un marchio forte, di un’immagine e di un layout riconoscibile
  • analisi di fattibilità, business plan, analisi dei costi, analisi e stima dei ricavi e dei tempi di rientro dall’investimento
  • possibilità di utilizzare i canali, il supporto e le convenzioni della casa madre per accedere a finanziamenti e bandi al fine di finanziare del tutto in parte l’investimento iniziale
  • analisi del territorio
  • supporto per valutazione e scelta della migliore location
  • supporto per l’acquisto o l’affitto del locale, nonché per gli altri adempimenti burocratici necessari
  • progettazione ed allestimento della libreriachiavi in mano
  • fornitura completa di arredi, espositori, hardware, insegne, materiale brandizzato, divise, materiale promozionale, ecc.
  • fornitura dei software di gestione, di magazzino e di riordino migliori sul mercato, spesso a titolo gratuito o con pagamenti rateizzati ed agevolati
  • fornitura della merce con condizioni agevolate quali il conto vendita, il conto deposito, ecc. che garantiscono da un lato un investimento pari a zero per l’impianto merce, che verrà pagato solo dopo la reale vendita, e dall’altro l’annullamento dei rischio di invenduto e di accumulo in magazzino, grazie al ritiro delle rimanenze invendute, anche questo a titolo gratuito
  • supporto per la definizione dell’assortimento iniziale, nonché per eventuali ampliamenti ed aggiunte, in modo che esso incontri la domanda locale e sia di sicuro riscontro e redditività per l’imprenditore
  • campagne di promozione a livello nazionale
  • ottenimento dei migliori prezzi di fornitura, con relativi margini di guadagno più ampi e garantiti, grazie al potere commerciale della rete
  • utilizzo di un sistema di rifornimenti rapidi e puntuali
  • ampio catalogo di prodotti tra cui scegliere per ampliare la gamma di prodotti base offerta(libri ma anche prodotti complementari quali libri scolastici ed universitari, prodotti di cartoleria, accessori tecnologici, gadget, merchandising, giocattoli, libri per bambini, ecc)
  • supporto per organizzazione di eventi, incontri culturali ed artistici
  • esclusiva di zona
  • riduzione del rischio d’impresa
  • ingresso sul mercato con posizione di leadership
  • se pur sempre ovviamente preferibile, non è necessaria esperienza pregressa nel settore, né esperienze imprenditoriali o particolari requisiti di natura personale, oltre che ovviamente alla passione per il settore ed a doti di base quali comunicazione, rapporto con il cliente, organizzazione, ecc.

 

Gli svantaggi ed i requisiti

Entrare a far parte di una nota catena di librerie in franchising, tuttavia, presenta anche un rovescio della medaglia. A fronte dei notevoli vantaggi offerti, dei servizi costantemente a disposizione degli affiliati, e dell’appartenenza ad una realtà capillare e solida, le librerie in franchising richiedono ai propri affiliati diversi requisiti ed il pagamento di differenti, e non trascurabili, somme di denaro.

Vediamo di seguito, quindi, quelli che sono i requisiti necessari, ed i costi, per aprire una libreria in franchising e gli svantaggi ad essi correlati:

  • standard e parametri abbastanza rigidi da rispettare per la localizzazione ed il locale, in merito alla visibilità della location, al posizionamento, al bacino di utenza, alla metratura, alla tipologia di allestimento, ecc.
  • allestimento ed immagine standard della libreria, con poche o nessuna possibilità di personalizzazione
  • potrebbero essere previsti eventuali minimi d’ordine
  • le scontistiche, le promozioni ed iniziative sono sempre da concordarsi con la casa madre
  • fee d’ingresso (una somma variabile che può andare dai 10.000 sino ai 40.000 euro e che serve a coprire tutti i servizi di assistenza, consulenza ed affiancamento iniziali, oltre all’utilizzo del marchio ed alla concessione della zona di esclusiva). In alcuni casi più rari, quando la rete franchising è giovane ed ancora poco nota, potrebbe non essere richiesta.
  • investimento complessivo ingente, che può variare dai 50.000 euro sino agli oltre 100.000 euro. Per format più snelli l'investimento minimo, iniziale, potrebbe abbassarsi sino a 20.000 - 30.000 euro.
  • royalty. Una somma fissa o percentuale da pagare sul venduto, ovvero in base al fatturato raggiunto che ricompensa la casa madre per la merce fornita e per tutti i servizi di assistenza ed affiancamento durante la gestione.
  • canoni pubblicitari. Anche questi fissi o in percentuale, non sempre richiesti, servono per coprire le campagne di promozione e comunicazione centralizzate, l’utilizzo del sito web e dei social ufficiali, ecc.
  • altri canoni potrebbero essere richiesti periodicamente per l’utilizzo dei software, per la gestione di un sito web personalizzato, ecc.
  • possono inoltre essere richieste garanzie di tipo personale o bancario o fidejussioni ed anticipi


Vuoi aprire una libreria in franchising? Confronta QUI le nostre proposte.

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Vedi tutti gli articoli

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere