Logo AIF

AIUTI DI STATO E CONTRIBUTI RICEVUTI

Assolvere l'obbligo di pubblicità.

Tag: -
1 minuti

La Legge numero 124 del 2017 prevede, per i Soggetti iscritti al Registro delle Imprese (TUTTE LE IMPRESE), la pubblicazione, entro il 30 giugno di ogni anno, sul proprio sito internet aziendale, dell’elenco completo e dettagliato degli Aiuti e Contributi pubblici ricevuti nell’esercizio dell’attività di impresa nel corso dell’anno precedente, se di importo complessivo superiore ad euro 10.000.

I Contributi e gli Aiuti di Stato da pubblicare, sono quelli erogati dalle Amministrazioni Pubbliche.

Soltanto le società di capitali che redigono il bilancio in forma Ordinaria, possono assolvere all’obbligo di pubblicità indicando i contributi nella nota integrativa.

Non sono soggetti all’obbligo di pubblicazione i vantaggi fiscali che spettano alla generalità delle imprese.

Gli Aiuti ed i Contributi sono soltanto quelli quantificati sulla base del Criterio di Cassa (Aiuti e Contributi erogati).

Per ogni Aiuto ricevuto devono essere fornite le seguenti informazioni:

  • denominazione e codice fiscale del soggetto ricevente;
  • denominazione e codice fiscale del soggetto erogante;
  • somma incassata o valore del vantaggio fruito;
  • data di incasso;
  • causale.

Le imprese che hanno ricevuto Aiuti di Stato ed Aiuti de Minimis, soggetti all’obbligo di pubblicazione nel “Registro nazionale degli aiuti di Stato”, possono adempiere agli obblighi pubblicitari indicando l’esistenza di tali aiuti (senza informazioni dettagliate).

La norma prevede a carico di coloro che violano l’obbligo di pubblicazione:

  • la sanzione amministrativa pecuniaria pari “all’uno per cento degli importi ricevuti con un importo minimo di 2.000 euro;
  • la sanzione accessoria di adempiere all’obbligo di pubblicazione.

studio-damato-1.jpg

Dott. Domenico Damato
Business Solution

Cerca