Scegli il settore

Informazioni franchising faq forum

Apertura attività
giovedì 23 aprile 2015

L'amministratore di condominio 

Come aprire un’agenzia di amministrazioni condominiali

In un panorama economico difficile come quello che vediamo ogni giorno, esiste una attività che non solo non conosce crisi, ma che sta conoscendo oggi il suo vero boom: è quella degli amministratori di condominio, già previsti dal codice civile e oggi trasformatisi in veri e propri professionisti che si occupano, a 360° della gestione di complessi abitativi di varie dimensioni, arrivando ad amministrare, dopo soli 5 anni di attività, anche 40 – 50 condomini.

Aprire un’agenzia di amministrazioni condominiali è oggi una buona opportunità: i condomini, diversamente dalle aziende, non falliscono e il numero di questi complessi abitativi è in continua crescita, in seguito al mutare delle condizioni economiche e delle abitudini abitative delle persone.

 

Cosa serve per aprire un’agenzia di amministrazioni condominiali

Nonostante un aumento della professionalità richiesta, quella dell’amministratore di condominio è una figura ancora in via di definizione: non sono richiesti requisiti specifici e non esiste un ordine o un albo professionale al quale iscriversi. Ciò non toglie che non ci si possa improvvisare: è preferibile avere un diploma in ragioneria o similari o comunque possedere competenze tecniche e contabili sufficienti.
Per colmare eventuali lacune, sono disponibili molti corsi validi, sia online che in aula, patrocinati dalle associazioni di categoria.

Sono necessarie inoltre: una grande flessibilità, una buona capacità organizzativa, doti di intermediazione notevoli e una, anche minima, conoscenza del funzionamento e della struttura degli impianti elettrici e idraulici.
L’ideale sarebbe poter contare su singole professionalità, riunendo nell’agenzia soggetti con competenze diverse, in grado di poter gestire ogni situazione.

Requisiti e iter per aprire un’agenzia di amministrazioni condominiali

Come accennato, chiunque può avviare un’agenzia di amministrazioni condominiali, purché sia maggiorenne e abbia adempiuto gli obblighi scolastici.
Dal punto di vista burocratico, si tratta essenzialmente di una attività di servizi, quindi sarà necessario:

  • aprireP.Iva
  • iscriversi presso il Registro delle Imprese
  • presentare al Comune la dichiarazione di inizio attività
  • richiedere, sempre al Comune, l’autorizzazione all’esposizione dell’insegna


Quanto costa aprire un’agenzia di amministrazioni condominiali

Aprire un’agenzia di amministrazioni condominiali può costare circa 25.000 € in fase di avvio: all’ufficio, all’arredamento e alle dotazioni standard (computer, internet, telefono), dovranno aggiungersi i corsi di formazione ed eventualmente le partnership con professionisti di vari settori (ad esempio idraulici o elettricisti).
Per contenere i costi è consigliabile iniziare pian piano, partendo da un piccolo ufficio con poco personale ed eventualmente ampliarlo man mano che aumenta l’impegno professionale.


Franchising amministrazione condominiale

Quello delle agenzie di amministrazione condominiale è un settore ancora tutto da scoprire. Per muoversi con sicurezza nell’ambiente, poter contare su squadre efficienti di collaboratori e non commettere errori, la scelta giusta è il franchising.

Esistono infatti alcune aziende che hanno fatto dell’amministrazione condominiale un vero e proprio business su scala nazionale e che cercano affiliati ai quali affidare una zona di competenza e fornire assistenza e formazione dietro il pagamento di fee d’ingresso tutto sommato molto contenuti (siamo nell’ordine dei 4.000 €).
Tra i vantaggi del franchising, oltre all’opportunità di fregiarsi dell’appartenenza ad un marchio noto e con una buona reputazione, non si possono sottovalutare la formazione e l’assistenza in fase di gestione quotidiana dell’attività, resa ancora più efficiente grazie alla fornitura di software gestionali molto utili e appositamente pensati per il settore.

L’aggiornamento continuo, considerando l’evoluzione normativa frequente e la necessità di fronteggiare piccole problematiche sempre nuove, diventa essenziale e viene garantito in genere da corsi, seminari, pacchetti di autoformazione che sono forniti direttamente dal franchisor, il quale sarà sempre al fianco dell’associato.

Per visionare le offerte franchising di questo settore visita la relativa sezione cliccando qui.

Luca Cortesi
Aprireinfranchising.it

Vedi tutti gli articoli

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere