Logo AIF

Come fare per aprire un negozio online, e come farlo gratis.

Aprire un negozio online

5 minuti

 
Leggi anche la guida completa: Come aprire un negozio online

Scopri le migliori offerte del settore: Franchising E-Commerce
 

Quali sono i requisisti per aprire un negozio online? Cosa devo fare per avviare un negozio online? Quale iter burocratico devo seguire? Cosa mi serve se parto da zero? E come posso contenere i costi iniziali? Rispondiamo a tutto ciò nel seguente articolo.
 

aprire-un-negozio-online-e-come-farlo-gratis.jpg

 
Aprire un negozio online
è una scelta che ultimamente fanno in molti poiché, se si ha un prodotto vincente ed una somma molto piccola da investire, permette di raggiungere un'enorme quantità di potenziali clienti.

Questo è il concetto sintetico di negozio online nell'immaginario collettivo. Concetto giusto a livello teorico ma molto lontano dalla dura realtà.

 

IL SETTORE, LA CONCORRENZA E COSA SERVE PER AVERE SUCCESSO:

 
Il mercato odierno è sempre più digitale. La digitalizzazione oggi riguarda ogni ambito lavorativo, economico ed imprenditoriale. Acquistare e vendere online, ma anche lavorare, investire e fare business online, è diventata la normalità. Ad accelerare questa tendenza in Italia è stata, tristemente, la recente pandemia che ha indotto un target sempre più eterogeneo ad affidarsi al web per le proprie necessità quotidiane e non. Aprire un negozio online oggi vuol dunque dire inserirsi in un settore dall'elevatissimo potenziale, ma anche con una concorrenza spietata.

L'offerta web di negozi online è infatti abominevolmente sovraffollata. Sul web è possibile acquistare tutto e tutti possono vendere. Fare un negozio online bello e completo non vuol dire automaticamente "vendere". Quindi la prima domanda da porsi è: riuscirò a raggiungere i miei potenziali clienti? A meno che il prodotto non sia estremamente innovativo o molto di nicchia sarà necessario promuovere il tuo negozio online tramite piattaforme che aggregano venditori online (ad esempio ebay) ed altri siti e canali di promozione, nonché utilizzando Google Adwords, i Social Media ed altri sistemi pubblicitari utili a raggiungere la tua utenza di riferimento ed a farti conoscere.

Il prodotto. A meno che tu non sia un piccolo artigiano che crea oggetti unici/utili che diversamente non si troverebbero in commercio, gli articoli che venderai dovranno avere un prezzo altamente competitivo in modo da sottrarre vendite alla concorrenza e soprattutto alle vendite dei negozi che la gente ha sotto casa. Il mercato dei prezzi nella e-economy è molto, molto competitivo. Quindi non è sufficiente avere un negozio online funzionante e visibile agli utenti, ma occorre proporre un prodotto che la gente sia interessata ad acquistare e che abbia un prezzo conveniente. Altra possibilità per distinguersi dalla concorrenza, che non richiede di offrire il prezzo più concorrenziale al cliente finale, è quello di puntare su politiche di sostenibilità a 360°, offrendo merce che viene prodotta e distribuita in modo etico ed ecosostenibile.

Hai il prodotto, hai la visibilità, ora devi vedere se il costo di quanto sopra esposto ti permette di avere un guadagno sufficiente per campare, ovvero se la differenza tra i ricavi delle vendite ed i costi fissi e variabili (tasse, utenze, produzione, acquisto, marketing, personale, gestione logistica, ecc.) ti fornisce un reddito adeguato. Se la risposta è "sì", allora sei pronto per leggere il resto dell'articolo.

 

I REQUISITI E L'ITER BUROCRATICO:

 
Per aprire un negozio online
è necessario essere maggiorenni e non essere stato dichiarato fallito.

Sarà necessario aprire partita Iva (leggi anche: come aprire Partita IVA), iscriversi nel registro delle imprese presso la camera di commercio, aprire le posizioni INPS ed INAIL se necessarie, scegliere il regime fiscale e contabile, nonché comunicare al municipio di residenza l'avvio attività (Segnalazione Certificata di Inizio Attività). Per avviare queste pratiche, e per non incorrere in errori, consigliamo vivamente di affidarsi ad un commercialista. Tutte le comunicazioni basilari iniziali, le iscrizione agli enti, l'apertura della Partita Iva, è possibile espletarle mediante la Comunicazione Unica, da inviare tramite PEC alla Camera di Commercio.

Nel caso si desiderasse aprire un negozio online per la vendita di prodotti alimentari, oltre a quanto già menzionato, occorre aver frequentato il corso HACCP e SAB, o comunque essere abilitati al commercio di alimenti, oppure aver lavorato per almeno 2 anni negli ultimi 5 presso un'attività di vendita o produzione alimentare.

Chiaramente in base alla tipologia di servizi o prodotti che si vogliono commercializzare sul proprio e-commerce potrebbero essere necessari requisiti ed adempimenti aggiuntivi e differenti.

 

ECCO I MIGLIORI FRANCHISING CHE TI PERMETTONO DI APRIRE IL TUO NEGOZIO ONLINE:

Selezionati per te

Offerte nel settore
Internet / Informatica /e-commerce

Logo FranchisingPronto
FranchisingPronto

250 €

Dropshipping

Logo Racconti di Viaggio
Racconti di Viaggio

1.900 €

Franchising Consulenti di Viaggio e Travel Designer Online

Logo Food Lovery
Food Lovery

8.900 €

Franchising Food Delivery

Logo Comuni Digitali
Comuni Digitali

50.000 €

Franchising Servizi Digitali


 

APRIRE UN NEGOZIO ONLINE GRATIS E SENZA SOLDI:

 
E' consigliabile non effettuare un grosso investimento su di un e-commerce ultra-accessoriato ed imbastire tutta l'attività a livello burocratico se non si ha la certezza che le vendite ci ripagheranno la somma ed il tempo impiegato. Quindi di seguito vi suggeriamo alcuni notissimi siti che offrono un servizio gratuito per creare il vostro store online:

  • Bloomming
  • Freewebstore
  • Gooutlet
  • Prestashop
  • Ebay
  • Etsy
  • Subito
  • Amazon
  • Vinted
  • Ecc.
     

Potrete così avere un buon banco di prova senza spendere nulla e in tempi brevi essendo queste piattaforme molto pratiche e performanti.

Tutte le piattaforme, o APP, che agglomerano venditori online possono essere gratuite ma possono anche richiedere delle commissioni. Le commissioni possono essere proporzionate a quanto si vende oppure essere richieste con tariffa fissa per la presenza / inserimento online. Vi consigliamo dunque di informarvi attentamente prima di scegliere la piattaforma migliore su cui posizionare il proprio e-shop.

Altra possibilità per aprire un negozio online gratis e senza soldi è quello di aprire un e-commerce in dropshipping, ancora meglio se attraverso un contratto di franchising o similare. Questo permette infatti di avere chiavi in mano il proprio sito e-commerce o la propria APP e-commerce personalizzata e pronta all'uso, tutti i software e gestionali necessari, la comunicazione di lancio ed il marketing online, le analisi iniziali, le pianificazioni e la progettazione del business, tutto a costi estremamente contenuti o nulli. Inoltre, la formula dropshipping permette (similarmente ad un conto vendita) di vendere la merce di terzi, pagandola solo dopo la vendita al cliente finale, senza anticipare alcuna somma. Le semplificazioni però non si limitano qui, in quanto la casa madre gestire centralmente logistica, magazzino ed assistenza post-vendita, permettendo al nuovo imprenditore di gestire l'attività anche da casa.

 

Buona fortuna!

 

Leggi anche la guida completa: Come aprire un e-shop

Visita la sezione con i migliori brand del settore: Franchising E-Commerce
 

Luca Cortesi
Aprireinfranchising.it

Cerca