Scegli il settore

Informazioni franchising faq forum

Apertura attività
martedì 10 settembre 2019

Entra nel settore della bellezza.. con la sicurezza di un format collaudato. 

Aprire un Centro Estetico in Franchising

QUI puoi trovare tutti i migliori Centri Estetici in Franchising a cui affiliarti.

La cura della propria estetica è oramai una pratica comune e consolidata nelle abitudini dei consumatori moderni. Uomini e donne, giovanissimi e persone della terza età, tutti curano il proprio aspetto mediante interventi, più o meno invasivi, di estetica e bellezza. Per questa ragione, il comparto estetico è in costante crescita ed aprire un centro estetico potrebbe essere una soluzione per mettersi in proprio.

aprire un centro estetico in franchising

Sicuramente il prerequisito fondamentale per aprire un centro estetico è la conoscenza accurata dei trattamenti che si vogliono offrire. Per le molte estetiste che già lavorano nel settore, o per i neo diplomati dei corsi professionalizzanti, aprire un centro estetico è dunque un passaggio più agevole, almeno dal lato pratico del lavoro.

Per tutti coloro che invece non possiedono già le competenze e conoscenze, e le relative abilitazioni, per i trattamenti estetici, o semplicemente per chi, anche se in possesso della qualifica di estetista, trova complicato avviare e gestire un business da zero e completamente soli, aprire un centro estetico in franchising risulta una delle migliori opzioni.

In questa guida completa vedremo dunque come aprire un centro estetico in franchising, cosa serve, l’iter ed i costi, nonché tutti i vantaggi e svantaggi che l’affiliazione ad un centro estetico in franchising presenta.

 

Il settore

Il settore dei trattamenti estetici è uno dei più redditizi ed a dimostrarlo sono i numerosi centri aperti in ogni piccola o grande città italiana. Molti di questi centri appartengono ad importanti brand, reti franchising che hanno saputo, grazie al potere commerciale acquisito ed al know-how pluriennale, intercettare le tendenze del mercato in fatto di trattamenti estetici, investendo per primi in un mercato dalle grandi potenzialità.

Che vogliate aprire un centro specializzati in un’unica tipologia di trattamento (manicure, ricostruzione unghie, pedicure, trucco permanente, depilazione definitiva a laser, dietetica ed alimentazione, ecc), un centro estetico con tariffe fisse e convenienti, un centro estetico con trattamenti rapidi ed express o un vero e proprio centro estetico completo e polifunzionale (quasi una spa con massaggi, percorsi sensoriali, ecc), sicuramente c’è già una rete franchising che offre la possibilità di aprire un centro estetico con il format più incline alla propria  idea imprenditoriale.

La grande offerta nel panorama estetico, nonché la necessità di differenziarsi, ha portato infatti alla nascita di numerose reti franchising con centri estetici unici, con ambienti curati e di design, trattamenti innovativi con tecnologie all’avanguardia, nonché un’offerta di servizi e trattamenti estetici di tendenza e perfettamente calibrati sulle necessità dei consumatori odierni e del target di riferimento.

 

Come funziona e cosa serve

Aprire un centro estetico in franchising è molto più agevole rispetto all’apertura in autonomia. Questo è dovuto principalmente allo snellimento di tutte le procedure di pre e post apertura nelle quali la casa madre affiliante segue i propri affiliati e li affianca, semplificando dunque gli oneri, i rischi, nonché gli step necessari all’apertura del centro.

La prima cosa da fare quando si decide di aprire un centro estetico in franchising sarà quella di analizzare sé stessi. Capire qual è la propria idea di business, i propri obbiettivi professionali, le proprie passioni ed inclinazioni, le proprie capacità e conoscenze in materia, nonché ovviamente il budget che si è disposti ad investire, saranno i presupposti indispensabili all’avvio di un business redditizio.

Andrà poi scelta la rete franchising alla quale ci si vuole affiliare. Con le analisi preliminari di cui sopra sarà piuttosto agevole scremare le opzioni e scegliere due o tre reti franchising di proprio interesse, le più inclini alla tipologia di centro estetico che si desidera aprire, con un budget di avvio richiesto affine al proprio, nonché con requisiti e standard corrispondenti alla propria situazione personale.

La scelta del miglior franchising estetico al quale affiliarsi andrà fatta analizzando il contratto franchising proposto da ognuno di essi, valutando i servizi inclusi, i costi, gli oneri, i requisiti e gli standard imposti, nonché studiando l’andamento degli altri centri affiliati ed il loro tasso di soddisfazione.

Altri elementi da valutare saranno l’esperienza e gli anni di attività della casa madre, nonché la reputazione e solidità sul mercato.

Sarà comunque sempre bene ricordare che, se pur aprire un centro estetico in franchising garantisce la guida ed il supporto di una realtà esperta, si tratta sempre di un business autonomo. Il successo o l’insuccesso del centro di fatti dipenderanno anche dal proprio apporto personale, dall’impegno e dalla dedizione che vi si investono, nonché dalla professionalità impiegata.

Per aprire un centro estetico in franchising sarà necessario innanzitutto trovare un locale per l’apertura. Esso dovrà avere caratteristiche differenti a seconda del franchising estetico scelto. Di fatti la casa madre pone vincoli e standard in merito al bacino di utenza minimo, alla metratura, alla tipologia di localizzazione e visibilità, nonché alla tipologia di allestimento.

Quasi sempre la casa madre segue gli affiliati anche nella fase di ricerca e scelta del locale più idoneo, così come nella successiva progettazione ed allestimento, nell’espletamento dell’iter burocratico e nella formazione.

Per aprire un centro estetico in franchising, dunque, sarà principalmente sufficiente seguire le indicazioni della casa madre che generalmente affiancherà in ogni step sia prima che dopo l’apertura.

Anche per quanto riguarda le esperienze, conoscenze e titoli abilitanti personali, generalmente non vengono richiesti in quanto è la casa madre ad offrire la propria esperienza e supporto sia per quanto riguarda la formazione che l’ottenimento degli attestati da estetista, o in alternativa per la selezione di personale qualificato. Alcune volte, tuttavia, può essere richiesto che l’imprenditore sia già un estetista abilitato.

 

Iter e costi

Aprire un centro estetico in franchising presenterà il consueto iter burocratico necessario per l’apertura in autonomia. Tuttavia, la casa madre affiliante seguirà l’affiliato negli adempimenti e nelle procedure burocratiche, sia di natura personale che inerenti il locale o le iscrizioni e comunicazioni agli enti.

Gli adempimenti necessari saranno:

  • apertura partita iva
  • iscrizione al registro delle imprese
  • comunicazione unica alla camera di commercio
  • apertura posizioni inps ed inail
  • ottenimento del permesso per esporre l’insegna
  • ottenimento dell’attestato da estetista (se non lo si possiede già), o in alternativa assunzione di un’estetista abilitata
  • messa a norma dei locali e degli impianti secondo le normative igienico-sanitarie, di sicurezza, agibilità, ecc.

Aprire un centro estetico in franchising richiede un investimento minimo che va dai 10.000 ai 50.000 euro. In base all’ammontare dell’investimento cambiano i format (centri estetici specializzati, centri polifunzionali, ecc), la notorietà del marchio, i servizi inclusi nell’investimento, nonché la dimensione dell’attività ed il numero di servizi offerti.

 

Vantaggi e svantaggi del franchising

Aprire un centro estetico in franchising presenta i seguenti principali vantaggi:

  • format chiavi in mano
  • formazione e trasferimento del know-how
  • assistenza, consulenza, affiancamento a 360° sia prima che dopo l’apertura
  • supporto per valutazione e scelta del locale
  • supporto per progettazione ed allestimento
  • fornitura completa di arredi, attrezzature, tecnologie, software, hardware, insegne, materiale promozionale, divise, ecc.
  • supporto per selezione e formazione del personale
  • campagne di marketing e comunicazione nazionali
  • utilizzo di un brand noto, con conseguente più rapida acquisizione e fidelizzazione della clientela
  • utilizzo di un format collaudato e di sicuro successo, con servizi che incontrale le reali esigenze ed i trend del mercato
  • accesso a convenzioni e condizioni di fornitura esclusive grazie al potere commerciale maturato dalla casa madre (che a volte è essa stessa produttrice di macchinari e tecnologie offerte)
  • riduzione del rischio imprenditoriali e contenimento dei costi di avvio e gestione
  • analisi preliminari, studi di fattibilità, analisi dei costi e business plan personalizzato (anche per ottenimento più agevole di finanziamenti)

Aprire un centro estetico in franchising presenta anche diversi vicoli ed oneri, riassumibili come segue:

  • immagine standardizzata di tutta la rete (che limita la creatività personale nell’allestimento del centro)
  • rispetto dei parametri e standard imposti dalla casa madre per allestimento, immagine, servizi, prezzi, comunicazione, ecc.
  • pagamento di fee d’ingresso (per usufruire dei servizi iniziali offerti, dell’utilizzo del marchio e del format, ecc)
  • pagamento di canoni periodici, in forma fissa o percentuale sul fatturato, come royalty, contributi pubblicitari, contributi per utilizzo di software o per l’utilizzo di macchinari e tecnologie (se offerti ad esempio in comodato o con formula leasing)
  • obbligo di rispettare le condizioni contrattuali sottoscritte

QUI puoi trovare tutti i migliori Centri Estetici in Franchising a cui affiliarti.

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Vedi tutti gli articoli

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere