Scegli il settore

Informazioni franchising faq forum

Apertura attività
lunedì 29 giugno 2020

Entra nel settore dell'odontoiatria con la certezza di avere successo. 

Aprire un Franchising nel Settore Dentale

 
Visiona le migliori offerte in Franchising nel settore Dentale QUI.

Il “dentale” è un settore miliardario, in Italia come nel resto del mondo. Il settore dentale rientra infatti tra le attività dedicate alla salute, al benessere ed all’estetica, che difficilmente risentono delle crisi o delle instabilità economiche in quanto rispondono ad esigenze primarie di un target infinito di potenziali clienti.

aprire franchising settore dentale
 

Come Funziona

Ad oggi è possibile entrare nel settore dentale mediante l’apertura di uno studio odontoiatrico oppure mediante un’attività B2B specializzata in fornitura e vendita di attrezzature e prodotti per professionisti e studi odontoiatrici.

Qualunque sia la strada che si vuole percorrere, entrare da imprenditore nel settore dentale, ed avere successo, non è semplice. Alla base delle difficoltà riscontrate vi sono soprattutto la specializzazione che questo settore presenta, le competenze e conoscenze richieste, il network di contatti necessario a rimanere competitivi, nonché le modalità operative / gestionali / organizzative che dovranno essere efficienti, professionali e performanti.

Una soluzione altamente consigliata per chi desidera entrare da imprenditore nel settore dentale è quella di aprire un franchising. In questa guida vediamo cosa serve, i costi ed i requisiti necessari ad aprire un franchising dentale, nonché tutti i vantaggi e gli svantaggi di questa formula.
 

QUI puoi vedere nel dettaglio le offerte dei franchising nel settore dentale / odontoiatrico.

  

Cosa Serve

Considerando l’elevata specializzazione dell’attività, saranno sicuramente preferenziali precedenti esperienze o competenze nel settore o in ambito di vendita / gestione. Tuttavia generalmente è possibile aprire un franchising nel settore odontoiatrico senza alcuna esperienza pregressa, senza particolari conoscenze e competenze, e senza requisiti stringenti, considerando la formazione ed il know-how offerti dalla casa madre agli affiliati.

A livello burocratico sarà necessario seguire diversi adempimenti a seconda della tipologia di attività che si intende aprire (studio odontoiatrico, B2C, oppure vendita di prodotti e servizi B2B). Anche in questo caso aprire un franchising dentale significa essere supportati per tutto l’iter burocratico dalla casa madre e dai legali / commerciali convenzionati con essa.

Anche i costi necessari per aprire un franchising dentale variano in base all’attività svolta, ma si attestano generalmente molto al di sotto dei costi previsti per l’avvio della stessa attività in autonomia. L’investimento mediamente richiesto per aprire un franchising dentale va dai 10.000 ai 30.000 euro circa, per format generalmente intesi “chiavi in mano”.

 

Vantaggi e Svantaggi del Franchising

Tra i principali vantaggi dei franchising nel settore dentale troviamo:

  • trasferimento del know-how e delle esperienze pluriennali consolidate nel settore
  • formazione professionale completa e corsi di aggiornamento / meeting periodici
  • analisi di fattibilità, costi, ricavi e realizzazione del business plan
  • utilizzo di modalità gestionali / organizzative semplificate ed efficienti
  • sfruttamento di un format collaudato e di sicuro successo
  • utilizzo di un brand già noto con un reputazione solida
  • ingresso nel settore con una posizione di leadership
  • riduzione dei costi di avvio / gestione grazie al potere commerciale della rete ed alle agevolazioni riservate (comodato d’uso, conto vendita, sconti riservati, dilazioni di pagamento, rete di fornitori di fiducia della rete, ecc)
  • nessuna esperienza pregressa / capacità specifica / abilitazione necessaria
  • supporto, assistenza, affiancamento e consulenza a 360° iniziale e continuativa (su ogni aspetto da quello gestionale a quello commerciale e legale)
  • fornitura chiavi in mano di tutto il necessario (attrezzature, banche dati, software, campioni dimostrativi, materiale comunicativo e promozionale, ecc)
  • sfruttamento della visibilità della casa madre, grazie alle campagne promozionali nazionali centralizzate (online ed offline)
     

Alcuni potenziali svantaggi dei franchising nel settore odontoiatrico sono:

  • riduzione della libertà di personalizzazione dell’attività
  • minore libertà decisionale / gestionale
  • mantenimento degli standard e delle modalità operative della casa madre
  • immagine standardizzata per tutta la rete
  • vincolo contrattuale di diversi anni
  • costi iniziali e periodici come fee d’ingresso, royalty sul fatturato, contributi per utilizzo di software, contributi pubblicitari, garanzie / fideiussioni per la merce offerta in conto vendita, ecc.
     

Scopri QUI i migliori Franchising nel settore Dentale ed Odontoiatrico.
 

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Vedi tutti gli articoli

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere