Logo AIF

Aprire un Negozio Biologico in Franchising

Un mercato in costante espansione, che fa bene alle persone ed all'ambiente.

6 minuti

 
Leggi anche:
Come aprire un negozio biologico (in autonomia)

Vuoi aprire un’attività BIO? Visiona QUI i migliori Franchising del settore.
 

I consumatori moderni sono sempre più attenti alle tematiche di sostenibilità ambientale, nonché alla genuinità, alla sicurezza ed alla salubrità degli alimenti acquistati. Questo ha portato negli ultimi anni ad un incremento notevole di tutto il comparto BIO, vedendo aumentare il numero di negozi biologici aperti, nei più diversi ambiti da quello alimentare a quello della cosmesi naturale.

Acquistare biologico non è più una scelta di nicchia, come lo era sino a poco tempo fa. A dimostrazione non solamente i dati (nel 2018 le vendite del comparto italiano BIO hanno superato i 3.500 milioni di euro), ma anche l’ampliamento dell’offerta biologica all’interno della grande distribuzione.

aprire-un-negozio-biologico-in-franchising-guida.jpg

Aprire un negozio biologico è ad oggi una scommessa potenzialmente vincente, a patto di saper intercettare i trend di mercato, le esigenze del proprio target, nonché offrendo una gamma di prodotti e servizi dal carattere solidale, ed allo stesso tempo digitale e tecnologico, in linea con le necessità di un target di consumatori sempre più attenti, esigenti e consapevoli nelle proprie spese quotidiane.

Il primario target di riferimento, inoltre, ha una capacità di spesa medio-alta, il che permette agli operatori del settore di mantenere buoni margini di guadagno, nonché di inserirsi anche in location “di prossimità” in centri storici, centri commerciali e quartieri abitativi di rilievo.
 

Come Funziona

Aprire un negozio biologico in autonomia potrebbe rivelarsi complesso, soprattutto per chi non ha esperienze nel settore o conoscenze imprenditoriali. Le difficoltà da affrontare riguarderanno sia la corretta esecuzione dell’iter di avvio che una gestione efficiente dell’attività, oltre che tutti gli aspetti legati alla pianificazione ed alla realizzazione di un format accattivante, per il reperimento dei fornitori a condizioni vantaggiose, per la consolidazione della brand reputation, e così via.

Aprire un negozio biologico è tuttavia possibile anche affiliandosi ad uno dei molti franchising operativi nel settore, che offrono importanti agevolazioni e semplificazioni, permettendo anche a chi non ha esperienze imprenditoriali o conoscenze nel settore alimentare, cosmetico ed in generale del BIO, di aprire un’attività in maniera semplice, agevole, con condizioni vantaggiose, agevolazioni finanziarie, nonché con maggiori potenzialità di successo, con un brand noto ed affidabile, con una posizione di leadership acquisita, nonché con un minor rischio d’impresa grazie alla guida costante di un’azienda esperta.
 

Selezionati per te

Offerte nel settore
Biologici ed Equosolidali

Logo NaturPlus
NaturPlus

13.350 €

Franchising Erboristeria e Cosmetica BIO

Logo La Saponaria
La Saponaria

14.000 €

Franchising Cosmetica Naturale e Biologica

Logo MelaVerdeBio
MelaVerdeBio

14.900 €

Franchising Biologico, Vegan e Senza Glutine

Logo L'Isola Celiaca
L'Isola Celiaca

19.000 €

Franchising Alimenti Senza Glutine, BIO e Vegan

 
Anche nella scelta di un franchising tuttavia sarà importante fare attenzione ad optare per aziende solide ed esperte, serie e con una brand reputation affidabile, nonché con format inclini alle proprie capacità, aspirazioni, affini al proprio budget ed ai propri obbiettivi imprenditoriali, e che incontrino le esigenze reali dell’attuale mercato.

Interessati ad esempio sono i format di negozi biologici in franchising che offrono oltre ai prodotti alimentari anche prodotti di cosmesi e per l’infanzia naturali e BIO, prodotti sfusi e venduti al kilo (minor impatto ambientale), nonché servizi a valore aggiunto come consegna a domicilio gratuita nelle vicinanze, possibilità di fare la spesa online (e-commerce), e così via.
 

Cosa Serve

A seconda che si decida di aprire un negozio biologico in franchising nel settore alimentare, in quello della cosmetica o dell’infanzia, un negozio di vicinato specializzato oppure un vero e proprio supermarket BIO, i requisiti inerenti la location, la metratura, la tipologia di allestimento, saranno differenti.

Generalmente si richiede un locale commerciale idoneo di metratura minima di 40/50 mq circa, sito in zone con sufficiente bacino di utenza ed una visibilità idonea secondo gli standard della casa madre.

A livello personale, invece, la casa madre spesso non richiede alcun requisito particolare, né esperienze o titoli di studio specifici. Ogni eventuale requisito di natura personale o professionale viene ad ogni modo esplicitato in fase iniziale.

Aprire un negozio biologico in franchising presenta l’enorme vantaggio di poter essere seguiti a 360°, potendo avviare un’attività senza pensieri con la certezza di essere costantemente supportati dalla casa madre, sin dalla fase di pianificazione, passando per gli adempimenti burocratici, l’allestimento e l’avvio, ed arrivando sino al monitoraggio della gestione.

Per aprire un negozio biologico in franchising sarà necessario, con il supporto della casa madre, adempiere all’iter burocratico similare all’avvio in autonomia (apertura partita iva, iscrizione al registro delle imprese, messa a norma dei locali, comunicazione di inizio attività, ottenimento permesso per affissione insegna esterna, ottenimento attestati SAB ed HACCP per eventuale vendita alimentare, ecc).

L’investimento richiesto per aprire un negozio biologico in franchising parte da un minimo di 13.000 / 15.000 euro, per un format “chiavi in mano”. Il budget richiesto può arrivare sino a 30.000 euro circa.

Ad incidere sensibilmente sui costi di avvio e di gestione, nonché sull’investimento iniziale necessario, saranno la notorietà del brand scelto, la tipologia e quantità di servizi inclusi nel contratto di affiliazione commerciale, la tipologia di format del negozio, la varietà e tipologia di prodotti e servizi offerti ai consumatori, la metratura del locale, e così via.
 

Vantaggi e Svantaggi del Franchising

Tra i maggiori vantaggi dei negozi biologici in franchising troviamo:

  • trasferimento di know-how, esperienze, conoscenze, modalità gestionali / organizzative semplificate e collaudate
  • formazione, corsi di aggiornamento, assistenza, consulenza, affiancamento, costanti a 360°
  • format snello e di sicuro successo sul mercato
  • studio di una gamma di prodotti con riscontro per mercato / target locale
  • utilizzo del brand e dell’immagine / layout riconosciuti
  • marketing e comunicazione centralizzati a livello nazionale, sia online che offline
  • accesso a convenzioni, listino fornitori, agevolazioni, condizioni commerciali vantaggiose e semplificazioni, nonché al potere commerciale della rete
  • riduzione dei costi di avvio e gestione, e buone marginalità di guadagno
  • riduzione del rischio imprenditoriale e maggiori potenzialità di successo
  • avvio semplificato ed in tempi rapidi
  • gestione snella e con il costante monitoraggio della casa madre
  • format chiavi in mano con fornitura completa di arredi, attrezzature, software ed hardware, materiale promozionale e brandizzato, divise, insegne, packaging, impianti merce, ecc.
  • supporto iniziale completo per analisi preliminari di fattibilità, costi, location, assunzione e selezione del personale, ecc.
     

Alcuni potenziali svantaggi dell’aprire un negozio BIO in franchising sono:

  • Fee d’ingresso alla rete
  • Roaylty sul fatturato
  • Eventuali altri canoni periodici (pubblicitari, per utilizzo software, ecc)
  • Rispetto degli standard della casa madre
  • Mantenimento del layout standardizzato
  • Minore libertà decisionale / di personalizzazione del business
  • Minore liberà su iniziative promozionali e pubblicitarie
     

 
Visiona QUI tutti i migliori Negozi Biologici in Franchising.
 

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Cerca