Scegli il settore

Informazioni franchising faq forum

Apertura attività
venerdì 27 giugno 2014

Il ritorno alla terra. 

Come aprire un'azienda agricola e diventare agricoltore

come avviare un'azienda agricola

Il profumo della campagna, un’attività gratificante da fare all’aria aperta, in mezzo al verde e alla natura, ritornare alle origini per tornare a vivere in maniera serena senza gli stress del vivere moderno, lontano da tutti ma vicino a tutto.

Questo è quello che ci si immagina, insieme a tutte le sensazioni che ne scaturiscono, quando una persona pensa di mollare tutto e tornare alla terra per guadagnarsi da vivere. Sono convinto che in quella frase non ci sia neanche una singola parola falsa. È tutto vero. L’unica cosa che la frase non riporta è quello che la vita di campagna, o meglio, l’avere un’azienda agricola, comporta a livello lavorativo, fisico, sociale ed economico.
A meno che non siate dei possidenti terrieri, oppure non stiate per ereditare dal vostro bisnonno latifondista qualche ettaro coltivato ad olivi e vitigno (probabilmente non stareste leggendo questo articolo), sappiate che la terra, anche se ha solo qualche erbaccia a decorarla, costa! Secondo aspetto non di poco conto, la terra è bassa e va lavorata per farla produrre (o per dirla come lo farebbe mio suocero nel suo dialetto “la tera la è basa e bsogna lavurela”).

Ah ma ci sono i trattori e le macchine agricole… È vero c’è la tecnologia che ci viene in aiuto, ma la tecnologia ci riporta al primo aspetto che abbiamo affrontato: costa!

Da qui otteniamo il primo dato: è necessario effettuare un investimento iniziale consistente per avviare un’attività che produca un reddito adeguato.

Dopo aver visto il lato economico passiamo a vedere come vive un agricoltore: il contadino 2.0 si sveglia la mattina all’alba o poco dopo, 6 giorni su 7 se non 7 su 7 nei periodi di raccolta. Non è vero che lavora tutti i giorni come scrivono su molti blog. È vero però che di vacanze non ne fanno molte e la scelta del periodo è molto vincolata alle stagioni, quindi se ad agosto volevate farvi una settimana a Riccione scordatevela.

Da qui otteniamo il secondo dato importante: provate la vita dell’agricoltore. Prendetevi qualche giorno di ferie e andate a lavorare (a titolo gratuito) in un’azienda agricola per vedere se è la vita che può fare per voi.

Inoltre, tornando all’aspetto economico, a meno che non abbiate un’azienda agricola ben avviata con alcuni operai che vi aiutano nel lavoro, i guadagni non saranno poi così alti. I margini sono sempre risicati, dovrete confrontarvi con i prezzi di altri agricoltori già sul mercato da tempo, con una burocrazia e una fiscalità ottusa e a volte a dir poco criminale che cerca di soffocare i piccoli agricoltori in favore di aziende più grosse o multinazionali.

Da quanto detto finora otteniamo il terzo dato, quello socio economico: non uscirete dal lavoro alle 18:00 o alle 19:00 per andare a fare l’aperitivo in centro così spesso come ora, probabilmente sarete stanchi e dovrete risparmiare qualcosina per le spese future. La vostra vita e il vostro tempo libero cambierà in funzione del vostro nuovo lavoro.

Se tutto questo non vi spaventa perché lo ritenete uno stile di vita adatto a voi potete leggere la restante parte di questo articolo.

come aprire un'azienda agricola

È necessario individuare il prodotto o i prodotti che vi diano uno sbocco sul mercato.

È necessario trovare un terreno idoneo alla coltivazione effettuando le opportune analisi chimiche e climatiche.

L’esperienza in campo agricolo è un requisito primario per affrontare quest’avventura dovrete quindi documentarvi, effettuare corsi e fare riferimento agli enti che promuovono lo sviluppo agricolo nel vostro territorio: Coldiretti, Copagri, Confagricoltura ecc.

Aspetto fiscale: per aprire un’azienda agricola a livello amministrativo e fiscale potete affidarvi ad un commercialista, meglio se ha già clienti che operano nel settore agricolo.

Finanziamenti: potrebbe essere necessario richiedere un finanziamento per avviare la vostra attività e se le banche vi chiudono le porte potete provare a contattare gli uffici della vostra regione per chiedere informazioni su eventuali bandi o possibilità di finanziamento a fondo perduto.

Buona fortuna.

Luca Cortesi
Aprireinfranchising.it

Vedi tutti gli articoli

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere