Scegli il settore

Informazioni franchising faq forum

Apertura attività
sabato 05 marzo 2016

Centri di assistenza previdenziale 

Come aprire un patronato

Leggi anche Come aprire un Caf - Guida completa.

Se sei un dottore commercialista o un professionista esperto in ambito previdenziale e sanitario ancora incerto su quale possa essere il suo futuro lavorativo, allora l’apertura di un patronato potrebbe essere la risposta giusta al tuo dilemma lavorativo.

come aprire un patronato

 

Il patronato rappresenta un istituto nazionale, sparso per tutta la Penisola, con sportelli ed uffici specializzati nell’assistenza e tutela di determinate categorie di persone fisiche (lavoratori, pensionati, diversamente abili e famiglie a basso reddito in primis), in ambito provvidenziali, sanitari e socio assistenziali; a differenza dei Caf, i quali affrontato principalmente la parte relativa al fisco di aziende e privati. Questa piccola ma significativa differenza di sfere di competenza porta spesso e volentieri, all’unione nelle stesso ufficio dei patronati e dei Caf.

 

Procedura da seguire per aprire un patronato

La legge 152/2001 denominata “Nuova disciplina per gli istituti di patronato e di assistenza sociale” regolamenta l’apertura di nuovi patronati in Italia. La legge prevede che l’abilitazione a svolgere ed esercitare questa attività venga rilasciata esclusivamente dal Ministero del Lavoro. Il quale la rilascia solo a sindacati, sostituti d’imposta o associazioni che promuovono i patronati con non meno di 50.000 iscritti.

Per quanto riguarda i costi, se già si dispone di un ufficio ben avviato, allora i costi da sostenere saranno relativi solo ad un aggiornamento delle attrezzature e del personale dell’ufficio, se necessario, e ai premi assicurativi riguardanti la responsabilità civile. Con un totale di qualche migliaia di euro, escluso l’aggiornamento dell’ufficio, che porterebbe la cifra sulla decina di migliaia di euro.

Ma nel qual caso dovesse mancare un ufficio già operante, allora i costi da qualche migliaia di euro, salirebbero fino a 30.000 – 40.000 euro, comprendendo locale da adibire ad ufficio, attrezzature necessarie e costi per reperire personale competente.

 

Patronato in Franchising?

Una scelta meno onerosa è rappresentata dalla possibilità di aprire uno sportello centro di raccolta pratiche, il quale faccia capo ad un ente pre costituito e già operante nel territorio.

Questa operazione ricorda il franchising (ma non lo è), in quanto l’ente al quale ci si “affilierà” vi offrirà il software dedicato, formazione, affiancamento e supporto, il tutto senza chiedere nessun corrispettivo. E se si disporrà di un ufficio già ben avviato, i costi saranno quasi pari a zero.

Se si sceglierà di percorrere questa strada, consigliamo di visitare la lista ufficiale, facilmente reperibile su internet, nella quale sono raccolti tutti i patronati iscritti al Ministero del Lavoro sparsi per il territorio nazionale.

Visita le categorie Franchising Servizi ai Privati e Servizi alle Aziende/Consulenza e scopri i migliori marchi per aprire il tuo ufficio di assistenza fiscale.

Henry Hylton
Staff Aprireinfranchising.it

Vedi tutti gli articoli

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere