Logo AIF

Costi per Aprire una Lavanderia (no self service)

Quanto bisogna investire in una lavanderia tradizionale

5 minuti


Leggi anche: Come aprire una lavanderia tradizionale

Visita la sezione Franchising Lavanderie

aprire lavanderia costi

Le lavanderie sono business sempre richiesti dal mercato e che, soprattutto negli ultimi anni, hanno vissuto un’espansione esponenziale. Ritmi di vita sempre più frenetici, infatti, hanno fatto sì che non solo le aziende (ristoranti, alberghi, ecc) si rivolgano alle lavanderie. Anche i privati infatti riscontrano un crescente beneficio nell’affidare il proprio bucato alle lavanderie specializzate in grado di lavare, asciugare e stirare rapidamente grandi quantità di tessuti per la casa (piumoni, coperte, lenzuola, ecc), capi delicati o che richiedono lavaggi particolari o a secco ed anche il bucato tradizionale.

Che si tratti di lavanderia tradizionale oppure automatica, per poter avviare una lavanderia di successo nel mercato ultra concorrenziale odierno è necessario pianificare con cura l’attività e non sottovalutare i costi.

Se per una lavanderia self service i costi di gestione sono relativamente ridotti, non lo sono altrettanto per le lavanderie tradizionali. Per questa ragione, soprattutto se l’intento è quello di aprire una lavanderia tradizionale, è fondamentale analizzare con cura e stimare realisticamente i costi di avvio e di gestione.

Vedremo quindi insieme in questo articolo quali sono le principali voci di costo per aprire una lavanderia tradizionale, non quindi self service, e quantificheremo un investimento iniziale minimo plausibile.

 

I costi e l’investimento

Aprire una lavanderia richiederà un investimento iniziale che può facilmente oscillare dai 50.000 ai 100.000 €. L’ammontare dell’investimento iniziale dipende soprattutto dalle scelte organizzative e gestionali che si fanno in fase di pianificazione. Diversi saranno infatti i costi nel caso si decida di aprire una piccola lavanderia con servizi basilari di lavaggio, asciugatura e stiratura oppure una lavanderia moderna ed attrezzata di gradi dimensioni in grado di offrire lavaggio a secco, stiratura a vapore o lavaggi particolari.

Poniamo il caso di aprire una lavanderia tradizionale mediamente attrezzata con tutti i servizi basilari. Il locale potrà essere di medie – piccole dimensioni (50 – 80 mq) purché sito in zona di passaggio, con ampio parcheggio e buona visibilità, ancor meglio se a piano terra e con ampie vetrine.

I principali ed indispensabili costi per aprire una lavanderia saranno:

  • Locale e location: Piccoli adeguamenti e ristrutturazione, adeguamento dell’impianto fognario, affitto ed utenze iniziali, allaccio alle reti possono costarvi inizialmente sino a 10.000 €.
  • Attrezzature: Saranno necessarie le attrezzature basilari per il lavaggio, l’asciugatura e la stiratura nonché per il lavaggio a secco e con prodotti chimici. Indispensabili saranno poi le attrezzature necessarie per la zona bancone, per il ritiro e la consegna degli abiti, per i pagamenti, per i servizi igienici del personale, per le zone di deposito degli abiti sporchi e puliti. Il tutto potrebbe costarvi sino a 15.000 €.
  • Macchinari: Per un locale ben fornito saranno necessarie almeno 5 o 6 lavatrici di media e grande capienza (minimo 16 kg) ed almeno 3 asciugatrici (minimo 8 kg). Saranno poi necessari eventuali macchinari per lavaggi speciali ed a vapore. Il costo per tutti i nuovi macchinari potrebbe aggirarsi sui 40.000 €.
  • Arredo: Un arredo minimale composto da zona di attesa, bancone, tavoli e sedie nella zona di lavoro potrebbe costare 15.000 € minimi.
  • Personale: In base alla mole di lavoro potrebbero essere necessari 1 o 2 collaboratori. Il costo iniziale per il personale si attesta sui 4.000 €.
  • Marketing: Sarà fondamentale investire in marketing e comunicazione e nell’inaugurazione iniziale. È bene considerare nel budget circa 5.000 € destinati a questo scopo.
  • Adempimenti burocratici, iscrizioni e consulenze: Circa 6.000 €.

L’investimento iniziale, dato dalla somma dei costi sopra esposti, ed a scopo puramente indicativo, risulta così di € 95.000.

 

Il settore e qualche consiglio per avere successo

Partiamo innanzitutto col parlare dei costi. La stima corretta dei costi, ma anche qualche accortezza per ridurli, soprattutto in fase iniziale, farà la differenza nel successo dell'attività. Un primo consiglio è quello di partire in piccolo, offrendo inizialmente solo i servizi maggiormente richiesti dalla clientela, per poi espandere la gamma di prodotti e servizi ampliando il target di riferimento. Un'altra accortezza potrebbe poi essere quella di acquistare le attrezzature, gli arredi ed i macchinari sul mercato dell'usato, purché in condizioni ottimali, oppure con formule particolarmente vantaggiose come il leasing che permettono di dilazionare i costi iniziali.

Interessante è anche osservare i mutamenti del mercato nel settore delle lavanderie. Ad oggi una delle tipologie di lavanderia di maggior successo risulta essere non la lavanderia tradizionale e nemmeno quella automatica ma bensì una tipologia di lavanderia moderna che offra servizi professionali, rapidi ed a costi concorrenziali sia con formula "self-service" che tradizionale, nonché una gamma di servizi accessori sempre più richiesti dalla clientela come il servizio a domicilio (con ritiro e riconsegna dei capi direttamente a casa dei clienti). Questo ultimo servizio risulta di particolare interesse soprattutto verso un target di persone anziane o con difficoltà motorie, ma anche verso giovani con ritmi lavorativi molto serrati.

 

Lavanderie automatiche e franchising

Per aprire una lavanderia automatica, self service, l’investimento iniziale sarà più contenuto, attestandosi comunque su un totale dei costi di circa 40.000 €.

Una valida alternativa, low cost, la offre il franchising. Diverse sono le aziende che, forti di esperienza ultra decennale ed un sistema organizzativo collaudato, hanno dato vita a reti franchising di successo. Aprire una lavanderia, classica o self service, in franchising richiede un investimento medio di 20.000 – 30.000 €.

La vera forza delle lavanderie in franchising sta nel format “chiavi in mano” offerto all’affiliato. Aprendo una lavanderia in franchising si avranno infatti formazione, assistenza, consulenza burocratica e fiscale, trasferimento del know how e delle modalità gestionali, valutazione della location, allestimento e fornitura di arredi, software ed attrezzature di elevata qualità ai migliori prezzi di mercato. Da non sottovalutare saranno poi i servizi di assistenza post vendita, anche tecnica e di riparazione dei macchinari.

Scopri i migliori Franchising di Lavanderie qui

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Cerca