Scegli il settore

Informazioni franchising faq forum

FranchisingBlog
mercoledì 13 marzo 2019

La bevanda di tendenza e "social", che si beve e si mangia allo stesso tempo. 

Dove Nasce il Bubble Tea e le Migliori Proposte per Aprirne uno in Franchising

Confronta tutte le proposte per Aprire il Tuo Franchising di Bubble Drink.

Il bubble tea, un prodotto già da molti anni diffuso all’estero che sta conquistando inesorabilmente anche l’Italia.

Inventato oramai quasi 40 anni fa, il bubble tea proviene dall’Asia, dove risultava in passato, ed ancora tutt’ora, un alimento più consumato del gelato e dello yogurt.

Dall’Asia il bubble tea ha poi conquistato anche gli Stati Uniti, dove è diventato una “bevanda” da bere e masticare, “web friendly”, con un’ampia visibilità su social quali Instagram.

Ad oggi il bubble tea ha fatto la sua comparsa anche in Italia, dove i locali specializzati in bubble drink sono già presenti in tutte le maggiori e principali città con un ampio bacino di popolazione. Preso, e gli accenni sono già visibili, si prevede che i locali specializzati in bubble tea e bubble drink saranno sempre più diffusi anche in città minori, in località turistiche e balneari, in luoghi di interesse storico e presso i principali poli commerciali e lavorativi.

bubble tea drink aprire migliori franchising storia

La ragione dietro a questo successo è, tra le altre, la novità del prodotto, prima sconosciuto nella nostra cultura gastronomica. La novità, nel settore alimentare e ristorativo, come abbiamo già potuto osservare, è ad oggi un fattore chiave per il successo in quanto i consumatori, sempre più digitalizzati e con una cultura globale, sono alla costante ricerca di qualcosa di nuovo, originale e magari anche “fotogenico”.

Il bubble tea è inoltre un prodotto che richiama un vasto target di clienti, dai consumatori con origini asiatiche o americane, passando per i giovani sempre attenti alle tendenze, ma anche alle famiglie in quanto i bubble drink, grazie a ricette gustose e colorate, risultano un prodotto molto apprezzato anche dai bambini.

 

Che Cos’è e la sua Storia

Il bubble tea, anche conosciuto come boba, boba drink o semplicemente “the con le bolle”, è una bevanda originaria di Taiwan, inventata tra Tainan e Taichung negli anni ‘80.

La bevanda è preparata, secondo la ricetta originale con pochi ingredienti e variazioni, sempre a base di the, palline di tapioca o gelatine di frutta, zucchero a piacere, latte o panna. Dalla sua nascita, il bubble tea ha poi subito diverse variazioni, in base alle tendenze ed ai gusti dei consumatori locali, prevedendo l’utilizzo di diverse varietà di the o infusi, spezie differenti, aromi, latte di diversa origine, succo di frutta, gelatine di diversa composizione in sostituzione delle perle di tapioca, ecc.

In Italia, ma anche in Europa, grazie ad una costante crescita dell’attenzione verso una sana e consapevole alimentazione, i bubble tea più apprezzati sono quelli nelle versioni più salutari, senza zuccheri o prodotti raffinati, con soli ingredienti freschi, biologici ed a km 0. I gusti più occidentali prevedono per le caratteristiche sfere, rispetto alle classiche perle gommose di tapioca, conosciute anche come boba o popping boba, a causa dello “scoppio” che generano masticandole e che rilascia succhi di diversi gusti, perle vegetali o a base di diversi succhi. Anche per quanto riguarda la bevanda, inoltre, in aggiunta a the, latte, caffè e succhi, viene prevista anche una versione più “fresca”, con l’utilizzo di ghiaccio tritato a rendere più cremoso il composto, proprio come avviene per i famosi frappuccini.

 

La diffusione in Italia ed il Franchising

Nato a Taiwan, poi diffusosi in tutta la Cina, in Giappone, negli Stati Uniti ed infine arrivato anche in Europa ed Italia, il bubble tea è l’oggetto del successo di molte attività del momento, locali ritenuti originali ed innovativi per il nostro territorio che hanno avuto un tale successo da divenire entro pochi mesi reti franchising di successo, diffuse su tutto il territorio nazionale ed europeo.

Alle versioni classiche, si aggiungono i bubble drink dolci, a base di creme, cioccolata, caramelle e biscotti, ma anche prodotti “a zero calorie”, visto l’importante apporto calorico dei bubble drink, che va per un bicchiere piccolo dalle 300 alle 500 calorie, con l’utilizzo di prodotti più magri e senza prodotti raffinati o zuccherati, la sostituzione delle perle di tapioca con semi di chia o di altro genere e con l’utilizzo di dolcificanti naturali e privi di calorie al posto dello zucchero.

Qualunque sia il tipo di locale specializzato in bubble drink e bubble tea che volete aprire, esiste già una rete franchising a cui affiliarsi. Grazie al know-how acquisito, costi di avvio e gestione ridotti, gestione semplificata e snella ed all’originalità del prodotto, aprire un locale di bubble tea e bubble drink in franchising risulta ad oggi una scommessa vincente e di tendenza.

Visualizza QUI le migliori reti Franchising del momento specializzate in Bubble Tea e Boba Drink.

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Vedi tutti i post di Franchising Blog

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere