Logo AIF

Inventarsi un lavoro extra ed un secondo reddito

Ecco come arrotondare ed aumentare le proprie finanze

4 minuti

 

Trova più spunti nella sezione Inventarsi un lavoro in proprio.

Visita la categoria Franchising a Basso Costo.

In tempi di difficoltà economiche non solo si fatica di più a trovare un impiego, ma è sempre più difficile far fronte alle spese mensili e quotidiane con un solo stipendio per famiglia.

Il costo della vita in costante crescita, senza però un aumento degli stipendi, portano molti a cercare un secondo lavoro, in aggiunta ad un impiego principale, per potersi creare un piccolo reddito extra.

secondo-lavoro-idee-opportunita.jpg

Non solo coloro che vivono soli ma anche chi ha una famiglia a carico spesso trova utile poter avere una fonte di reddito extra in aggiunta allo stipendio principale. Un reddito extra può infatti essere utilizzato per affrontare più serenamente le spese quotidiane, per investire nei propri progetti e passioni o per mettere da parte qualche risparmio per le emergenze future, per gli studi o per i propri figli.


Da dove iniziare

Quando si è alla ricerca di un reddito extra si possono scegliere principalmente due vie: il lavoro subordinato oppure il lavoro autonomo.

In entrambi i casi bisogna tenere bene a mente che inventarsi un piccolo lavoro per avere un reddito secondario non deve intaccare in alcun modo il proprio impiego lavorativo principale.

Per questa ragione, una caratteristica fondamentale da ricercare nel secondo impiego è la flessibilità degli orari. Un secondo impiego deve permettere sì di avere un’entrata economica, ma anche di poter svolgere serenamente il proprio lavoro principale e svolgere il secondo lavoro solo nei ritagli di tempo.

Altro accorgimento da avere quando ci si inventa un lavoro per un reddito secondario è la passione. Svolgere due lavori contemporaneamente può essere faticoso sia a livello fisico che mentale. Un reddito extra non vale certo la nostra salute ed un carico di stress eccessivo, motivo per cui è importante fare qualcosa che ci piace e ci appassiona in modo da affrontare il secondo lavoro serenamente.

Una volta intercettate le nostre passioni, le nostre competenze e possibilità di orario, si può iniziare la ricerca del proprio lavoro extra ideale.


Quale lavoro scegliere

Nel caso si scelga il lavoro subordinato esistono diverse possibilità che offrono flessibilità di orari a fronte di un guadagno soddisfacente.

Svolgere lavori stagionali, fare il cameriere o il barista, occuparsi delle pulizie dopo gli orari di chiusura degli uffici (sotto le dipendenze di una ditta specializzata), svolgere volantinaggio, fare i promoter oppure offrire per conto di agenzie servizio di catering o intrattenimento agli eventi. Questi sono solo alcuni degli esempi di carriere lavorative che possono creare un reddito secondario e che possono essere svolte in contemporanea con un altro impiego lavorativo. Tutti i lavori sopracitati possono infatti essere svolti in orari diversi e flessibili a seconda della propria disponibilità.

Quando si lavora per conto di qualcuno non sempre però si ha la flessibilità desiderata ed il dover sottostare a condizioni (anche contrattuali) definite da qualcun altro potrebbe creare qualche difficoltà in più.

In questo caso, la scelta migliore è inventarsi un lavoro extra da svolgere in proprio ed in maniera completamente autonoma.

Tra i lavori che si possono svolgere in modo autonomo, che permettono orari flessibili e la creazione di un reddito extra, ci sono:

  • Dare ripetizioni e lezioni. A seconda delle proprie capacità, passioni e conoscenze, si potranno svolgere ripetizioni per materie scolastiche, lezioni di musica, laboratori creativi e molto altro. Il tutto secondo la propria disponibilità ed in maniera autonoma.
  • Baby sitting e pet sitting. Se amate gli animali o i bambini perché non offrire un servizi di babysitter o petsitter. In aggiunta, per i bambini, si potrà anche offrire un servizio di accompagnamento alle varie attività pomeridiane sportive e scolastiche o accompagnarli a mostre e musei. Per gli animali si potrà invece, oltre che accudirli, portarli a spasso, accompagnarli dal veterinario e così via.

  • Lavorare con il web. Il web offre infinite possibilità di lavoro autonomo, alcune anche molto redditizie, tutte estremamente flessibili negli orari e da svolgere comodamente a casa propria. Tra queste troviamo il lavoro di blogger ma anche quello di piccolo “commerciante”. Il web offre infatti moltissime piattaforme gratuite per poter vendere piccoli oggetti tra privati, sia di seconda mano che piccoli oggetti artigianali creati personalmente.
  • Tuttofare. In base alle proprie capacità si potrà offrire ad altri privati o aziende il proprio servizio per pulizie, riparazioni, traslochi e molto altro, il tutto in maniera autonoma senza essere alle dipendenze di nessuno.
  • Cuoco a domicilio. Se si ha passione e capacità in cucina allora un lavoro emergente e richiesto è quello di chef o cuoco a domicilio. Si può infatti offrire il proprio servizio a chi è alla ricerca di un cuoco per le cene di famiglia o con gli amici o per piccoli eventi privati in casa.
  • Consegne a domicilio. L’home delivery è un settore in fortissima crescita. Un’idea interessante per lavorare in proprio è quello di offrire la consegna a domicilio dei generi più svariati: medicine, regali, fiori, spesa, pizza, cene e pranzi da ristoranti e fast food ma non solo.
     

Visiona i migliori marchi in franchising low cost.

Torna alla sezione: Mettersi in proprio

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Cerca