Scegli il settore

Informazioni franchising faq forum

Apertura attività
lunedì 16 gennaio 2017

Pernottamento e colazione, conviene farne un business? 

Aprire B&B: i guadagni

Leggi anche: Come aprire un B&B - Guida Completa

Confronta tutte le migliori proposte per aprire un B&B in Franchising QUI.

Cosa sono ed il loro mercato

I primi “Bed And Breakfast” nascono in Inghilterra negli anni ’20, un modo per le famiglie di affittare una o più stanze inutilizzate e dare alloggio e colazione ai turisti e viaggiatori di passaggio in cambio di pochi scellini.

Da allora i B&B si sono estesi a vista d’occhio tanto da avere una considerevole influenza nel settore delle attività ricettive mondiali, europee ed anche italiane. Il mercato del turismo e delle attività ricettive si è notevolmente modificato nel tempo, complici la crisi economica, l’avvento di internet e delle moderne tecnologie e gli stili di vita differenti.

Da un lato sono sempre più numerose le persone che hanno una o più camere o una struttura di proprietà che non utilizzano e da cui vorrebbero provare a ricavare un reddito alternativo, dall’altro lato i turisti, i viaggiatori, i lavoratori in trasferta e gli studenti sono tutti alla ricerca di strutture ricettive più convenienti, familiari ed accoglienti in cui unire la convenienza di un prezzo inferiore a quello dei classici hotel ad una buona colazione ed un ambiente confortevole e caratteristico.

In Italia, secondo i dati ISTAT, i B&B sono più di 25.000. Dati che dimostrano da un lato il grande apprezzamento che i B&B riscuotono e dall’altro la grande concorrenza che si incontrerà se si vuole entrare a far parte di questo settore di attività.

Aprire un B&B può ancora essere conveniente? Quanto si può guadagnare ed a cosa bisogna fare attenzione per avere successo? Queste sono le domande a cui cercheremo di rispondere di seguito per tutti coloro che stanno pensando di aprire un Bed & Breakfast per arrotondare il proprio reddito oppure per avviare una nuova e stimolante attività in proprio.

aprire un b&b


I segreti del successo

La concorrenza nel mondo dei B&B è spietata, la minaccia infatti proviene non solo dai veterani nel settore ma anche da parte di moltissimi principianti che si tuffano, spesso anche in maniera impropria, in questo settore sperando di ricavarne un guadagno interessante.

L’iter burocratico da seguire non è infatti particolarmente proibitivo o complicato, l’unica difficoltà è quella di informarsi personalmente presso il proprio Comune e la propria Regione di riferimento in quanto la legislazione in merito ai B&B è regolata a livello locale e può variare.

La cosa importante quando si decide di aprire un B&B è quella di puntare su un servizio di qualità, su pulizia, discrezione e cordialità. Spesso accontentare i clienti non è semplice, ma sicuramente ci sono alcuni fattori chiave a cui fare attenzione per non deludere i propri ospiti:

  • Pulizia quotidiana delle camere e cambi periodici di biancheria e asciugamani.
  • Una colazione ambia ed abbondante, adatta anche a celiaci, a chi ha intolleranze o segue regimi alimentari specifici.
  • Cortesia, pazienza, disponibilità, discrezione e professionalità. Queste sono le caratteristiche del gestore ideale di un B&B di successo.
  • Una campagna di marketing studiata nel dettaglio. L’importanza di una buona pubblicità on line o off line, nella nostra epoca, non può essere sottovalutata se ci si vuole far conoscere e se si vuole ricevere richieste di prenotazione. Infatti la maggior parte dei viaggiatori prenota il proprio alloggio in anticipo sul web.

 


Quanto costa aprire un B&B

Un B&B solitamente viene ricavano da una struttura che si possiede già, motivo per il quale con qualche accorgimento è possibile aprire un B&B di tutto rispetto con un budget davvero ridotto. Basteranno infatti 10.000 – 30.000 euro di spesa per adeguare i locali alle norme di legge e renderli confortevoli.


Quanto si guadagna

Una stanza in un B&B viene mediamente a costare 70 – 80 euro a notte. Il prezzo sale o scende considerevolmente in base alla sua localizzazione (zona centrale o periferica), al periodo dell’anno (festività, eventi, fiere o periodi di bassa stagione), alla qualità del servizio offerto ed alle caratteristiche delle singole camere.

Se consideriamo un B&B di medie dimensioni con circa 4 stanze e 6 posti letto, aperto per tutto il periodo dell’anno e con un prezzo per camera di circa 70-80 euro, ipotizziamo di seguito un possibile utile annuo.

Se si riesce nell’intento di occupare tutte le camere disponibili per almeno il 50% del tempo si può raggiungere mediamente un ricavo lordo annuo di circa 40.000 euro per un utile netto di circa 18.500 euro tolti costi e tasse. Se al classico servizio di B&B si aggiungono altri servizi di tipo ristorativo o ricreativo gli utili potrebbero aumentare anche di un 20%.

Ovviamente questa stima è valida solo nel caso in cui la gestione sia ottimale, il servizio di qualità e nel caso in cui, pianificando attentamente l’attività e la gestione, si riducano al minimo i costi superflui. Considerando questi dati, e l’impegno in termini di tempo tutto sommato non eccessivo, avviare un B&B di successo e generare profitti soddisfacenti è ancora possibile.

Qualche proposta:

Family Apartments

Family Apartments

Investimento a partire da € 20000
Family Apartments è il primo franchising nel mercato del turismo extralberghiero che offre appartamenti in stile «Family», adatti per il soggiorno delle famiglie in vacanza.
Vai alla pagina del marchio

Gatto Bianco

Gatto Bianco

Investimento a partire da € 68600
Gatto Bianco ha reinventato il concetto di struttura ricettiva aggiungendo servizi esclusivi ed alti standard qualitativi. Scopri il nostro format franchising.
Vai alla pagina del marchio

Confronta tutte le migliori proposte per aprire un B&B in Franchising QUI.

Visiona anche tutte le offerte della sezione Franchising Casa e Hotel.

Per visualizzare tutte le offerte in franchising di B&B clicca qui.

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Vedi tutti gli articoli

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere