Scegli il settore

Informazioni franchising faq forum

Apertura attività
venerdì 11 settembre 2015

Nell'era delle console 

Come aprire una sala giochi

Dopo l’arrivo delle console domestiche, delle app e di internet, ha ancora senso aprire una sala giochi? Se ne avete frequentata una almeno una volta, anche se in passato, non potrete che rispondere affermativamente perché non si tratta semplicemente di giocare in un luogo diverso dal salotto di casa. In gioco, è il caso di dirlo, entrano la convivialità, il gruppo, la possibilità di confrontarsi con gli altri giocatori, ecco perché, seppure del tutto rinnovate rispetto al passato, le sale giochi attirano ancora bambini, adolescenti e adulti appassionati di videogiochi.

Visita la sezione Franchising Sale Giochi e Scommesse

come aprire un sala giochi

 

Cosa serve per aprire una sala giochi

Per aprire una sala giochi serve innanzitutto una buona conoscenza del settore dell’intrattenimento, con particolare attenzione alle ultime novità. Considerate che negli ultimi anni il settore ha subito una importante evoluzione, grazie alla comparsa di consolle casalinghe che hanno messo a disposizione di tutti la possibilità di giocare direttamente a casa. Per convincere i clienti a venire da voi, dovrete offrire il non plus ultra: simulatori, giochi introvabili e, perché no, qualche chicca vintage che trova sempre un nutrito gruppo di estimatori, anche tra i giovanissimi.

Quindi informatevi, leggete le riviste di settore, visitate le fiere dedicate e, se vi è possibile, frequentate alcune sale giochi già avviate, per capire qual è la tendenza trainante dei vostri futuri clienti. A tale proposito, cercate di individuare con cura il vostro target di riferimento: bambini e giovani/adulti, hanno interessi molto diversi e se il vostro obiettivo sono i primi, dovrete fare attenzione a proporre game adatti per contenuto e modalità di gioco.

La scelta del locale deve essere guidata dalle normali regole del commercio, quindi lo stabile deve essere facilmente raggiungibile, meglio se con un parcheggio, e di dimensioni adeguate al numero e alla tipologia di giochi presenti. Per una piccola attività possono essere sufficienti 60 mq, ma se puntate ad affiliarvi ad una grande catena, tenete presente che in molte chiedono sia un bacino di utenza ben definito, che delle dimensioni a volte ragguardevoli.

Requisiti e iter per aprire una sala giochi

Per aprire una sala giochi è necessario rispettare le disposizioni contenute nelle leggi nazionali regolanti la pubblica sicurezza ed in particolare l’art.86 e il 110 dei Testo Unico in materia. La diffusione delle sale giochi e quindi la loro disciplina, è inoltre di competenza degli Enti Locali e, come accade per altre attività, sarà indispensabile richiedere una specifica indicazione dei requisiti e delle procedure al Comune competente.
Al titolare dell’esercizio non viene richiesto alcun requisito professionale specifico, ma la presenza di alcuni prerequisiti personali attestanti l’estraneità alla criminalità organizzata e l’assenza di qualsivoglia carico penale. Sarà quindi necessario presentare:

  • certificato penale
  • dichiarazione attestante l’assenza di “cause di divieto, di decadenza e di sospensione di cui all’art. 10 della L. 31.05.1965 n.575” (cd certificato antimafia)

L’iter per l’apertura di una sala giochi richiede innanzitutto il nullaosta da parte dell’ufficio Comunale competente. L’interessato deve presentare domanda, allegando la documentazione relativa alla propria posizione personale e ai locali.
La futura sala giochi dovrà essere dotata di tutti i requisiti richiesti per una normale attività economica aperta al pubblico, attestati da:

  • certificato di agibilità e abitabilità
  • destinazione d’uso
  • attestazione da parte della Polizia Municipale della cd sorvegliabilità, ovvero della possibilità di accedere alla sala giochi da un pubblico accesso (che sia la strada o un altro luogo pubblico)
  • relazione attestante il contenimento entro i limiti vigenti delle emissioni acustiche. Tale documentazione dovrà essere redatta da un tecnico competente e seguire specifici canoni predeterminati dai singoli Comuni
  • certificato anti-incendio, anche chiamato CPI, prodotto dalla struttura locale o dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco che è competente nel caso di specie. Il CPI non è richiesto se la sala giochi avrà una capienza inferiore alle 100 persone.

Il Comune consentirà l’apertura solo a seguito di una istruttoria approfondita, che prevede non solo la verifica della documentazione e quindi dei requisiti dichiarati, ma anche la richiesta dei pareri della Polizia Locale e del Consiglio di Zona. Possono inoltre essere previste limitazioni relative al numero massimo di esercizi simili e alla distanza minima tra gli stessi.

Leggi anche: Licenze e costi per aprire una sala scommesse e giochi


Quanto costa aprire una sala giochi

L’avvio di una attività come quella in parola può essere molto dispendioso. A meno che non si voglia puntare sul revival e ricreare uno scarno ambiente anni ’80, le moderne sale giochi sono dotate di giochi che rappresentano gli ultimi ritrovati in fatto di divertimento e tecnica. La complessità delle macchine, come spesso accade, corrisponde ad un costo elevato. Senza voler esagerare, tra locali, attrezzature e personale, il rischio è quello di sforare il tetto dei 50.000 € in fase di avvio.


Il Franchising

Aprire una sala giochi in franchising è probabilmente la via più breve ed efficace per avere in poco tempo un locale perfettamente funzionante e dotato di tutti i giochi più nuovi, contenendo i costi e garantendo ai clienti alta qualità delle macchine ed un continuo aggiornamento.

I marchi che hanno fiutato l’affare e si stanno espandendo anche sul nostro territorio sono per la maggior parte stranieri, anche se non mancano realtà tutte italiane con una buona esperienza alle spalle e ottime offerte. In ogni caso si tratta di colossi che possono garantire ai propri affiliati condizioni molto vantaggiose ed una completa personalizzazione del rapporto, scegliendo tra varie dimensioni, dal corner alla sala con più di 100 posti.

I costi variano a seconda della configurazione del locale e dei brand, ma per una piccola sala-giochi saranno sufficienti 15.000 – 20.000 € iniziali, ai quali si dovranno sommare poi le competenze mensili fisse o calcolate sulla base del fatturato.

Leggi anche Come aprire una sala scommesse in franchising e come aprire una sala slot

Luca Cortesi
Aprireinfranchising.it

Vedi tutti gli articoli

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere