Scegli il settore

Informazioni franchising faq forum

Apertura attività
mercoledì 22 luglio 2020

Istruzione, Formazione e Business 

Come Aprire una Scuola Privata


Non tutti lo sanno, ma quello dell’educazione e della formazione è un settore molto interessante dal punto di vista economico in cui anche i nuovi imprenditori possono inserirsi, a patto di saper fronteggiare efficacemente l'elevata concorrenza già presente. Sempre più persone, di età eterogenea, si rivolgono agli istituti privati per apprendere nuove nozioni. Ciò accade sia per quanto concerne il tradizionale percorso di studi scolastico (scuole dell’obbligo, recupero anni scolastici, ripetizioni, lezioni di approfondimento, simulazione esami, ecc), sia e soprattutto per aspetti più specifici e materie specializzate quali l’informatica, le lingue straniere per adulti e bambini, i corsi per lavoratori e professionisti, ed altri corsi professionalizzanti.

Visita la sezione: Franchising scuole private e formazione

come aprire una scuola privata

 

Cosa serve per aprire una scuola privata

Innanzitutto serve uno stabile o un locale adatto. Non è necessario che affittiate un palazzo enorme, ma certo le dimensioni e l’organizzazione interna degli spazi dipenderanno dalla tipologia di scuola cui si mira. Per una scuola di lingue straniere, ad esempio, il numero di aule necessarie sarà inferiore rispetto a quelle richieste per una scuola elementare. Inoltre, dopo la recente pandemia del 2020, sarà necessario allestire gli spazi garantendo ai propri clienti il mantenimento delle distanze interpersonali minime di sicurezza.

In aggiunta, anche la sanificazione di ambienti e superfici con metodi germicidi e virucidi sarà di fondamentale importanza. Per questa ragione sarà bene prendere accordi con aziende specializzate in sanificazione e disinfezione oppure dotarsi delle necessarie precauzioni e strumentazioni (disinfettanti, sistemi ad ozono o vapore di pulizia, ecc).

La pandemia da Covid-19 che ha caratterizzato il 2020 ha tuttavia creato anche una nuova opportunità, per chi ha saputo coglierla, nel mondo della formazione. Insegnanti e potenziali studenti, costretti a casa, hanno scoperto tutti i vantaggi dell'apprendimento a distanza che, se pur risulti più complesso e con un rapporto meno "umano", risulta altrettanto efficace dell'apprendimento in aula. Per chi apre una scuola privata, dunque, è altamente consigliato munirsi dei necessari software ed hardware, e di tutti gli altri sistemi e tecnologie utili a svolgere la formazione a distanza (e-learning) delle varie materie. Con questo sistema si potranno anche assumere ad ore insegnanti non fisicamente vicini (che potranno lavorare da casa o da altre città), senza contare la possibilità di creare sistemi di apprendimento che combinano formazione in aula, esercizi pratici ed e-learning.

Anche i Franchising di Formazione si sono adeguati al nuovo mercato. Visiona le migliori offerte di affiliazione QUI e prendi spunto dai format di maggior successo in Italia.

Sarà poi necessario curare con particolare attenzione sia l’aspetto della scuola che la strumentazione: aula informatica e aula per lo studio delle lingue straniere, ad esempio, sono ormai essenziali e più saranno adeguate, più sarà facile intercettare i bisogni del vostro pubblico di riferimento. Il vostro concorrente principale è un colosso, la scuola pubblica, e dovrete fornire un’ottima alternativa per giustificare il pagamento di una retta. Similarmente anche i metodi di insegnamento dovranno essere efficaci ed efficienti, collaudati, certificati (con rilascio degli attestati ufficiali italiani ed europei), ed andare incontro alle moderne esigenze degli studenti, includendo anche sistemi digitali e nuove tecnologie per un apprendimento più dinamico.

Una volta espletate le pratiche burocratiche (di cui ci occupiamo nel paragrafo seguente) sarà la volta del reclutamento del corpo docente che, diversamente da quanto avviene nel pubblico, potrà avvenire a chiamata, indipendentemente dalle graduatorie. Anche in questo caso è bene puntare alla qualità e richiedere, oltre al necessario titolo di studio adeguato e all’abilitazione all’insegnamento, una effettiva competenza non solo nella materia, ma anche nel processo di insegnamento.

 

Requisiti e iter per aprire una scuola privata

Aprire una scuola privata è in verità molto semplice, considerando che l’iter burocratico non è certo dei più gravosi. Ma iniziamo per gradi.

Innanzitutto per aprire una scuola privata è necessario possedere i seguenti requisiti:

  • aver conseguito un diploma di maturità
  • avere la cittadinanza italiana
  • aver compiuto i 30 anni di età

Dal punto di vista più strettamente burocratico è necessario:

  • richiedere il sopralluogo di un incaricato ASL perché si attesti l’idoneità dei locali e il rispetto delle norme di sicurezza e igiene;
  • presentare un’istanza alla Direzione Didattica competente, affinché si attesti che l’istituto nascente sia una scuola e di che ordine e grado. Per gli asili, l’istanza va presentata al Comune.

Come è noto, la scuola privata può essere “paritaria” ovvero equiparata nei suoi effetti ad una scuola pubblica. Per ottenere la relativa attestazione, il titolare deve rivolgersi al Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale. La domanda va presentata entro il 31 dicembre di ogni anno.

In aggiunta, trattandosi di un vero e proprio business privato, qualunque sia la tipologia di scuola privata che si intende aprire (paritaria, asilo, scuola di lingue, corsi per bambini, corsi professionali, corsi artistici o culinari, ecc) sarà necessario che l'imprenditore apra una Partita Iva, scelga il regime fiscale e la forma societaria, si iscriva al Registro delle Imprese (presso la Camera di Commercio), apra le posizioni INPS ed INAIL fondamentali per assumere del personale, dia comunicazione di avvio attività al Comune (almeno 30 giorni prima dell'apertura), richieda il permesso per affiggere l'insegna esterna, nonché si abiliti e convenzioni con gli istituti e gli enti preposti in base alla tipologia di corsi che si offrono ed alle abilitazioni e certificazioni che si intendono rilasciare.

Nella fase di avvio dell'attività sarà bene farsi seguire da un commercialista, nonché richiedere tutte le informazioni riguardanti l'iter burocratico completo da seguire allo SUAP locale. Inoltre sarà bene inviare in forma telematica (tramite PEC) alla Camera di Commercio la Comunicazione Unica, uno strumento che permette di espletare più di un adempimento ed iscrizione in un'unica volta.

 

Quanto costa aprire una scuola privata

Aprire una scuola privata richiede un investimento iniziale notevole. Pur nell’approssimazione tipica di un calcolo teorico, è fuori discussione che si superano senza troppa fatica i 150.000 €.

E’ infatti necessario considerare che la predisposizione e l’allestimento degli spazi devono essere eseguiti a regola d’arte e secondo criteri che lasciano poco spazio ai tentativi di risparmio.

Il fatto che tavoli e sedie sia consigliabile acquistarle da ditte specializzate e che l'assortimento di tutte le attrezzature didattiche e informatiche deve essere appropriato con l'attività da svolgere fa capire come il budget sia estremamente suscettibile a rialzi.

 

Il franchising

Anche nel settore dell’educazione, agire come singolo imprenditore non è l’unica possibilità. Il franchising è infatti presente con un gran numero di offerte che si rivolgono preferibilmente a tipologie di istituti specifiche (scuole di inglese o altre lingue straniere, istituti per il recupero degli anni scolastici e così via).

I costi vanno dai 3.000 ai 30.000 €, a seconda della tipologia. Le singole offerte sono tra loro molto diverse, anche perché hanno a riguardo attività non omogenee (si pensi alla differenza che passa tra una scuola materna, un istituto di lingue e una scuola per aspiranti modelle), ma è comunque possibile individuare i vantaggi più comunemente offerti:

  • assistenza fiscale e burocratica
  • supporto ed affiancamento a 360° continuativi
  • disponibilità di software dedicati
  • assistenza nella predisposizione dei piani di studio
  • metodi di apprendimento collaudati e certificati, spesso esclusivi della rete
  • aggiornamento costante
  • sito internet personalizzato e sistemi di e-learning
  • marketing e pubblicità centralizzata
  • formazione e trasferimento del know-how
  • utilizzo di sistemi di gestione ed organizzazione collaudati
  • brand riconosciuto e reputazione solida dell'azienda
  • supporto per selezione del personale (insegnanti)

A ciò si aggiunga la possibilità di sfruttare l’esperienza già maturata, gli accordi commerciali vantaggiosi e le agevolazioni riservate alla rete, con conseguenti riduzione dei costi e dei rischi imprenditoriali.

 

Per visionare i marchi del settore visita la categoria Formazione cliccando qui.

Luca Cortesi
Aprireinfranchising.it

Vedi tutti gli articoli

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere