Scegli il settore

Informazioni franchising faq forum

Apertura attività
giovedì 24 gennaio 2019

I toast gourmet che conquistano tutti. 

Come aprire una toasteria - Guida Completa.

Leggi anche: Come aprire un ristorante - Guida Completa.

Visita la sezione dedicata alle toasterie in franchising, clicca qui.

Un business che, se pur non più nuovo ed oramai consolidato in tutte le grandi e piccole città italiane, può ancora rivelarsi per la sua semplicità, genuinità e convenienza dei prezzi proposti al pubblico, un'attività imprenditoriale di grande successo. Stiamo parlando delle toasterie, locali accoglienti che si prestano bene sia al servizio take away che al consumo all’interno del locale.

come aprire una toasteria


I motivi del successo ed i nostri consigli

Il toast è un piatto che conquista davvero tutti, per diversi motivi. È un pasto semplice e genuino, i ripieni sono tantissimi, vari ed adatti ad ogni gusto, il prezzo è contenuto e quindi accessibile anche a chi dispone di un budget limitato, attirando così una vasta clientela. Inoltre il toast è un piatto veloce particolarmente adatto a turisti, giovani, studenti, lavoratori in pausa pranzo, e tutti coloro che vogliono un pasto salutare ma senza spendere troppo tempo e denaro.

Il toast è inoltre un alimento che, oltre a prestarsi bene ai moderni stili di vita e di consumo, è anche ideale per essere personalizzato e seguire di volta in volta i trend di mercato.

Qualche esempio?

Il trend del momento è la cucina locale e tipica? Basta utilizzare fornitori del territorio, ricette ispirate alle tradizioni culinarie ed agli abbinamenti locali, nonché materie prime stagionali ed a km0.

Il locale bacino di utenza è composto da sportivi e persone appassionate di cucina salutare? Nella vostra toasteria potrete mettere a punto impasti con farine particolari, proteiche ed ipocaloriche, con abbinamenti e materie prime che contengano tanti nutrienti, poche calorie, pochi grassi, senza carboidrati raffinati, con "super foods", ecc.

Nel territorio di apertura vi sono attività simili ma manca originalità o attenzione a specifici target di persone? Per avere successo si potrà puntare su una toasteria dedicata alle famiglie (con area giochi per bambini), una con menù dedicato ai più piccoli, una toasteria con toast a tema (film, giochi, serie tv..) oppure con abbinamenti etnici o tipici di un paese estero.

Le possibilità di personalizzazione sono infinite, ma anche una toasteria classica può essere già un'attività soddisfacente. Infatti, a rendere la toasteria un’attività moderna è la qualità degli ingredienti e delle ricette e la loro varietà. I toast sono infatti preparati con tantissime varietà diverse di pane fresco (integrale, per celiaci, con farina di kamut, con noci, olive e semi) ed i ripieni, dolci e salati, si prestano a soddisfare ogni tipo di dieta vegana o vegetariana, offrendo anche ingredienti di qualità, biologici, equosolidali ed a filiera corta o a km0, incontrando così con successo le nuove esigenze dei consumatori, più attenti all’ambiente ed alla propria salute, oltre che al budget. Non più un semplice toast quindi, ma un toast più ricercato, attendo all'artigianalità delle preparazioni ed alla freschezza e provenienza delle materie prime, che possiamo tranquillamente definire gourmet.

Nelle toasterie è inoltre spesso presente una varia offerta complementare di bibite, birre artigianali e vini locali, tisane biologiche, caffetteria, zuppe, insalate e dolci, prodotti che possono rendere una toasteria la meta adatta a tutti, che siano alla ricerca di uno spuntino sfizioso, di un pasto completo, di una colazione o di un luogo d’incontro con amici e familiari.


I format

Quando si decide di  aprire una toasteria la prima scelta riguarda il format, ovvero take away oppure un locale completo con consumazione ai tavoli.

Inutile dire che un take away necessiterà di un investimento più contenuto, infatti il locale più avere anche dimensioni minime e questo fa risparmiare molto sia sul costo di affitto, utenze e ristrutturazioni sia sul costo dell’arredamento. Per aprire una toasteria take away basteranno infatti circa 20.000 – 30.000 euro di budget.

Bisogna però considerare che un locale completo, con servizio ai tavoli, può offrire una varietà di prodotti maggiore, attirando tante tipologie diverse di clienti ed in numero maggiore, anche grazie alla creazione di un luogo accogliente e familiare in cui mangiare in compagnia, fare un aperitivo dopo il lavoro, festeggiare avvenimenti "casual" o passare comodamente la pausa pranzo. L’investimento necessario per aprire una toasteria completa di tutto sarà più elevato ma insieme all’investimento iniziale aumenteranno anche le possibilità di ricavi consistenti.

aprire una toasteria

Confronta anche tutti i marchi in Franchising di Fast Food QUI


L'investimento necessario

Per aprire una toasteria servirà un locale di circa 80mq completo di arredamento ed attrezzature accuratamente scelti per dare un’impronta unica ed un’atmosfera accogliente al proprio locale. Da considerare nel preventivo sono anche i costi per adeguamenti e piccole ristrutturazioni, le utenze, lo stipendio di un dipendente part – time (a meno che non lavoriate soli per i primi tempi), le prime forniture di materie prime ed i costi per gli adempimenti burocratici, la pubblicità e gli eventi promozionali.

Un investimento verosimile per un format completo parte da una somma minima di 80.000100.000 euro.


L'iter burocratico ed i requisiti

Per aprire una toasteria l’iter burocratico da seguire non è molto complesso ed un vantaggio da non sottovalutare è che non è necessario possedere alcun prerequisito o competenza culinaria. Basta infatti avere spirito imprenditoriale, pianificare con cura ogni aspetto della gestione ed avere molta fantasia e gusto nell’abbinamento degli ingredienti per creare ricette originali e gustose.

Per aprire una toasteria dovrete:

  • aprire una Partita Iva,
  • iscrivervi al Registro delle Imprese,
  • dare comunicazione di inizio attività presso il Comune,
  • ottenere il permesso per esporre l’insegna,
  • ottenere i nulla osta sanitari e di sicurezza dei locali dall’Asl locale,
  • regolare le posizioni Inps ed Inail vostre e dei vostri dipendenti.

Inoltre, unici requisiti che si richiedono all’imprenditore sono: l’idoneità alla manipolazione e commercializzazione di alimenti e bevande (è sufficiente che solo una persona, o l'imprenditore, ne sia in possesso), ottenibile tramite corso SAB, con 2 anni di lavoro nel settore ristorativo negli ultimi 5 o con possedimento di un diploma di scuola alberghiera; attestato HACCP (in sostituzione del vecchio libretto sanitario), obbligatorio per tutto il personale del locale.


I ricavi

Una volta che avrete pianificato l'attività, stimato l’investimento necessario ad aprire la vostra toasteria e che avrete adempiuto agli oneri burocratici, non vi resta che stimare i possibili ricavi.

Un toast viene venduto mediamente a non più di 4 o 5 euro, e solo i toast garantiscono un margine di circa il 30%. Considerando una toasteria completa i ricavi possono aggirarsi anche sui 1.500 euro al giorno, solo per quanto riguarda il consumo di toast all’interno del locale. Considerando anche i proventi del servizio take away e quelli derivanti da altri prodotti complementari offerti nel locale come bevande, caffetteria, dolci ed altre pietanze oltre ai toast, i ricavi aumentano di un altro 50 - 60%. Se l’attività parte positivamente è quindi possibile rientrare dal proprio investimento anche in tempi ridotti (1 o 2 anni).


Il franchising

Se l’onerosità dell’investimento vi sembra troppa, o siete timorosi di fare le scelte sbagliate già in fase di pianificazione, sarete felici di sapere che esistono già molte reti in franchising di toasterie che offrono la possibilità di aprire sia un locale completo che take away con un investimento iniziale mediamente a partire da 20.00025.000 euro e con la garanzia di avere supporto, formazione e diverse agevolazioni da parte del fanchisor.

Aprire una toasteria in franchising vi garantirà l'ingresso nel settore con un format rodato, collaudato e di sicuro successo sul mercato. Questo vi garantirà di acquisire clientela più velocemente, di disporre di metodi di promozione, gestione, organizzazione e fidelizzazioni efficaci e potrete sfruttare non solo un marchio già noto al pubblico, con un'immagine standard riconoscibile, ma anche un menù studiato accuratamente e ricette aggiornate costantemente per andare incontro a tutti i più recenti gusti della clientela.

Clicca qui per vedere tutti i brand di toasterie in franchising.

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Vedi tutti gli articoli

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere