Scegli il settore

Informazioni franchising faq forum

FranchisingBlog
venerdì 06 settembre 2019

Venerdì Nero: il più redditizio per i negozianti ed il più conveniente per i consumatori 

Cos’è il Black Friday?

Leggi anche: Cos'è il Cyber Monday

Il Black Friday è un’altra tendenza che arriva direttamente dagli Stati Uniti e che, se pur non generi un afflusso altrettanto importante, sta riscuotendo sempre più successo anche in Italia ed in tutta Europa.

In questo articolo vedremo insieme cos’è il Black Friday, come funziona, perché ha tanto successo e perché, oltre che ai consumatori, conviene anche ai commercianti.

cos'è il black friday

 

Cos’è il Black Friday, come funziona, com’è nato e la sua evoluzione sino ad oggi

Il Black Friday è, almeno negli Stati Uniti, la giornata con i più grandi sconti di tutto l’anno. Le offerte, che superano facilmente il 50% di sconto ed arrivano a ridurre il prezzo originario anche sino all’80 o 90%, si rivolgono a tutta la merce, di ogni tipologia, presente nei negozi fisici, dall’abbigliamento all’elettronica, sino all’arredo ed all’oggettistica.

Negli ultimi anni, inoltre, a causa dell’elevato successo e della quantità limitata degli articoli presenti nei negozi fisici, l’evento è stato proposto anche sul web in tutti gli store online, i quali spesso sono di brand che hanno anche negozi fisici.

 Il Black Friday, letteralmente in italiano “Venerdì Nero”, è dunque una giornata riassumibile con la parola “sconti” o “offerte”, in quanto proprio in questa giornata i negozianti applicano sui prezzi della propria merce riduzioni davvero convenienti per i consumatori.

Se pur l’evento si sia oramai dilatato includendo anche le giornate immediatamente successive e precedenti al “Venerdì Nero”, tanto da parlare di “Black Week”, la giornata del venerdì risulta ancora quella in cui vengono applicati gli sconti più importanti.

Negli ultimi anni, poi, si è assistito ad un evento parallelo nato come “costola” del Black Friday, ovvero il Cyber Monday. Il Cyber Monday si tiene ogni lunedì successivo al Black Friday e consiste in sconti altrettanto convenienti, se non di più, questa volta tuttavia applicati solo sulla merce dei negozi online, ma anche questa volta su ogni categoria merceologica venduta. Così come per il Black Friday, anche il Cyber Monday ha riscosso un crescente successo e per questa ragione molti negozi, in Italia soprattutto di elettronica, ripropongono gli stessi sconti del web anche nel corrispettivo negozio fisico.

Se pur il Black Friday sia oggi più che mai sentito, la sua origine è piuttosto lontana. Il Black Friday nasce infatti negli anni ’60 negli Stati Uniti. Proprio in quegli anni infatti i negozianti iniziano a proporre una giornata di sconti ed offerte subito successiva al Thanksgiving Day, per agevolare l’inizio degli acquisti per il periodo natalizio.

Il nome Black Friday è ad oggi una tendenza, nonché un facile hashtag per i social, ma la sua origine non è chiara. Di fatti il nome Black Friday potrebbe avere una duplice origine.

C’è chi dice che il Venerdì degli sconti sia definito Nero per rimandare all’inchiostro di colore nero, utilizzato già negli anni ’60 dai negozianti nei registri contabili. Il colore nero era utilizzato nei registri contabili, contrariamente al rosso, per indicare i conti in attivo. Si pensa di fatti che, così come avviene un po’ anche oggi, già negli anni ’60 i negozianti trasformassero in attivo i conti in perdita proprio durante la giornata di sconti del Black Friday, in quanto questa presentava un numero elevatissimo di vendite.

Altra teoria è che Venerdì Nero sia riferito allo smog, sopra alla media, generato nella giornata del Black Friday a causa dell’elevato numero, soprattutto in America, di consumatori che si recano presso gli store e maxi store per fare shopping.

 

Perché il Black Friday ha tanto successo e conviene a tutti (consumatori e negozianti)

Negli Stati Uniti, dove ha avuto origine, il Black Friday è la giornata, che cade sempre l’ultimo venerdì di Novembre, immediatamente successiva al Giorno del Ringraziamento (il quale cade ogni quarto giovedì di Novembre). Questa è anche la giornata che da simbolicamente, ma anche in pratica, inizio agli acquisti natalizi negli Stati Uniti.

Non essendoci una festa del Ringraziamento in Europa né tantomeno in Italia, l’inizio degli acquisti natalizi non è altrettanto definito, e dunque anche il Black Friday è un evento meno sentito o di successo.

Il maggiore successo del Black Friday negli Stati Uniti si deve dunque principalmente al fatto che in tale giorno i consumatori acquistano non soltanto per loro stessi ma anche per tutti gli amici, familiari e persone care i regali natalizi. Inoltre, l’evento del Black Friday si è ingigantito notevolmente anche a causa di una capacità di spesa più limitata rispetto al passato, dovuta a periodi di crisi ed instabilità economica. Infatti, almeno negli Stati Uniti, il Black Friday risulta essere una giornata di sconti folli ed unici, non essendoci i classici saldi ogni due stagioni come invece avviene in Italia ed Europa.

Il Black Friday non solo è un’occasione di risparmio per i consumatori, sia per articoli necessari per sé stessi che per fare i regali natalizi con un budget più contenuto, ma è anche un utilissimo strumento per i commercianti.

Parte del successo del Black Friday tra i consumatori è l’irripetibilità delle offerte, che terminano definitivamente dopo il Cyber Monday, o comunque non vengono riproposte una volta terminata la quantità di articoli in sconto.

Tra i commercianti e negozianti il Black Friday è di contro un utile strumento, da un lato di marketing e promozione (per far conoscere o incrementare le vendite di un determinato articolo o brand), nonché di incremento delle vendite e del fatturato (grazie al maggiore afflusso di clientela). Infine, il Black Friday risulta anche un utile strumento che permette ai negozianti di liberarsi delle scorte di magazzino in eccesso o di vendere un determinato prodotto che sono rimasti invenduti durante il resto dell’anno, rimarginando anche dunque eventuali perdite nei conti prima della fine dell’anno.

Il Black Friday ad oggi è una giornata studiata dagli economisti, statisti e borsisti di tutto il mondo. Soprattutto in America, dove l’evento è più sentito, il Black Friday risulta un metro della capacità di spesa delle famiglie, e dunque un parametro economico vero e proprio. Solo a scopo esemplificativo, nel 2013 in America 80 milioni di persone si sono recate a fare shopping durante la giornata del Black Friday, spendendo in totale oltre 57 miliardi e mezzo di dollari.

Questa affluenza nei negozi durante il Black Friday, tuttavia, non genera solamente vendite, e guadagni per i negozianti, ma è anche la causa, ancora una volta soprattutto negli Stati Uniti, di incidenti e comportamenti che diventano mediatici (persone ferite, code lunghe kilometri all’entrata dei negozi, persone che si appostano davanti ai negozi la sera o la notte prima aspettando sino al mattino l’apertura dei negozi, ..).

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Vedi tutti i post di Franchising Blog

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere