Logo AIF

Esempi di Franchising

I format e le tipologie di franchising più diffuse

2 minuti

 
Naviga e scopri tutte le opportunità e gli esempi di franchising nel nostro portale
 

Grazie ad una sempre maggiore diffusione di questo format, in Italia si vedono sempre più spesso reti in franchising in espansione capillare. In questo articolo vediamo i più comuni esempi di franchising, ovvero i format che più spesso si incontrano nel mondo del franchising.
 

esempi-di-franchising.jpg

 
I DATI DEL SETTORE

 
Il settore franchising in Italia è ampio e dinamico. A dimostrarlo sono i dati raccolti da Assofranchising in collaborazione con Nomisma, con riferimento alla fine del 2021, che vedono 28.867 milioni di euro di giro d’affari, 955 reti franchising operative con 59.849 punti vendita affiliati. Un mercato dunque estremamente ampio, che oggi riguarda ogni settore merceologico o di servizi grazie all’ampiezza di vantaggi offerti sia al franchisor che all’affiliato.
 


 

ESEMPI DI FRANCHISING

 
Il contratto di affiliazione commerciale non è direttamente disciplinato dal Codice Civile, potendo dunque sfruttare una relativa malleabilità e personalizzazione. Attualmente in Italia il contratto di franchising è disciplinato dalla legge 6 maggio 2004 n° 129.
 

Ma passiamo agli esempi pratici di franchising.
 

Ad oggi vi sono primariamente tre tipologie di franchising:

  1. FRANCHISING DI PRODUZIONE / INDUSTRIALE: un esempio tipico sono i franchising nel campo della moda. In questo caso l’azienda madre produce direttamente i beni che poi vengono distribuiti e venduti tramite la rete affiliata.
  2. FRANCHISING DI DISTRIBUZIONE: si tratta di aziende che non producono direttamente ma acquistano da terzi la merce in grandi quantità, distribuendo poi agli affiliati la merce con rifornimenti centralizzati. Ad oggi in Italia questa tipologia è prevalente (50 – 60 % dei brand).
  3. FRANCHISING DI SERVIZI: tipologia molto diffusa in cui non è prevista la vendita di prodotti bensì di servizi. In questo caso la casa madre offre il know-how e la formazione specifica sul settore di riferimento.
     

Allo stesso modo, i franchising si possono classificare in base alla tipologia di contratto offerto:

  • FRANCHISING SEMPLICE / DIRETTO: il più classico, ovvero un contratto di affiliazione commerciale che prevede per l’affiliato l’apertura di una propri attività / punto vendita singolo.
  • FRANCHISING MULTIPLO: permette all’affiliato di aprire più di un punto vendita, gestendone multipli.
  • MASTER FRANCHISING: concede a grandi realtà imprenditoriali già consolidate l’esclusiva su un dato territorio / paese, permettendo al master franchisee di gestire in totale autonomia la rete di affiliati nel territorio di competenza.
  • RAPPRESENTANZA PER AREA: in questo caso il franchisor ricerca agenti in grado di promuovere il marchio e cerca potenziali affiliati interessati ad unirsi al network, nonché offrire servizi agli affiliati già attivi sul territorio. Questa formula non prevede la firma di contratti di affiliazione.
     

NAVIGA TUTTE LE OPPORTUNITÀ DI FRANCHISING NEL NOSTRO PORTALE
 

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Cerca