Logo AIF

Quanto costa creare un franchising

Trasformare ed approntare la propria attività per diventare un franchising

Tag: -
2 minuti

Facile dire Franchising. Un po' più difficile è farlo, e ancora più difficile è farlo bene.

costi-per-creare-un-franchising.jpg

Tu che stai leggendo hai già sicuramente un'attività di successo. Gli affari girano bene perchè hai trovato tutta una serie di pratiche e di sistemi per rendere la tua attività competitiva e redditizia. Starai pensando: "adesso creo una rete in franchising e faccio replicare il mio modello di attività ad affiliati in tutta Italia e chissa, magari un giorno non lontano anche all'estero."

Allora vediamo quanto costa il primo passo per realizzare questo tuo progetto.

Il costo per approntare la tua attività all'espansione (ammesso che sia fattibile)* parte da un minimo di 6/7.000 euro fino a circa 10/12.000 o anche 15.000 euro. La forbice è molto ampia perchè tanto dipende da chi ti affiderai e quali servizi ti sono necessari**.

*diciamo che non tutte le attività sono replicabili in franchising e in generale ogni attività ha il suo "tasso di franchisizzabilità" (come lo chiamo io). Più basso è quest'ultimo, maggiore sarà il lavoro e quindi i costi da sostenere per prepararlo alla diffusione.

**ci sono aziende più storiche e con più esperienza che chiedono compensi più alti e altri professionisti comunque validi che richiedono cifre inferiori. Inoltre come già detto, alcuni costi dipendono dal tasso di franchisizzabilità della tua attività e quindi la cifra potrebbe essere più alta o più bassa in base agli interventi necessari.

Le principali attività necessarie per strutturare il tuo format franchising incluse nelle cifre sopra sono:

  • Analisi del settore;
  • Analisi del brand;
  • Analisi di mercato;
  • Messa a punto o eventuale adeguamento del punto pilota e del brand;
  • Creazione e registrazione del marchio;
  • Creazione el manuale operativo;
  • Creazione del contratto a norma di legge sul franchising:
    o Durata;
    o Fee d’ingresso;
    o Royalties;
    o Obblighi e doveri;
    o Clausole di tutela per non farsi fregare;
  • Come trasmettere il know how;
  • Creazione Business plan;
  • Piano marketing e gestione dei potenziali affiliati;
  • Profilazione del franchisee;
  • Materiale informativo, dossier e brochure.

 

A chi affidarsi? Diciamo che si hanno 2 strade:

  1. la prima è farlo spezzettando e affidando le singole attività di cui sopra ai professionisti competenti in materia (avvocato, commercialista, agenzia pubblicitaria, ecc)
  2. la seconda è affidarsi ad un'agenzia di consulenza specifica per il franchising che diventerà referente unico per tutte le attività di cui sopra.

Nel primo caso potresti risparmiare un po' (non è scontato); nel secondo caso forse le cifre sono leggermente più alte, ma sicuramente avrai la consulenza specifica di chi lo fa per mestiere e che quindi ha l'esperienza per consigliarti quei piccoli accorgimenti che ti faranno gestire al meglio la futura rete garantendo, almeno sulla carta, una buona marginalità per te e per i tuoi affiliati.

Se arrivato a questo punto sei ancora interessato, contattaci!
Ti offriremo gratuitamente una prima analisi del tuo progetto e ti metteremo in contatto con il consulente franchising più indicato per le tue esigenze.

Scrivi a:

Luca Cortesi
Aprireinfranchising.it

Cerca