Logo AIF

I Talent Garden

Co-working 2.0 che sta rivoluzionando il mondo del lavoro.

4 minuti

Dimenticate il co-working tradizionale. Non più mero spazio fisico condiviso, non più soltanto via facile al risparmio per chi è alle prime armi. Dall’esperienza delle grandi major internazionali arrivano i Talent Garden, luoghi in cui il talento viene letteralmente “coltivato” con cura: un’idea tutta Italiana che ha già conquistato New York.

talent garden franchising

 

Dalla condivisione delle spese alla community

In principio era il co-working, approdato nella Penisola ormai una decina di anni fa, relegato alle grandi città e poi pian piano esportato nelle piccole realtà locali come modello di condivisione degli spazi rivolto, essenzialmente ad un risparmio economico.
Si trattava, essenzialmente, di locali nei quali, dietro il pagamento di un prezzo tutto sommato contenuto, trovavano “ospitalità” i professionisti senza ufficio, ovvero coloro che, per la natura del loro lavoro, per motivi economici o perché all’inizio della carriera, non avevano (ancora) allestito un proprio spazio professionale. Servizi e bollette in comune, quindi meno onerosi, una stanza nella quale ricevere i clienti, in attesa di qualcosa di più stabile.

L’esperienza di grandi aziende di successo, specie appartenenti al settore dell’informatica e delle nuove forme di comunicazione, ha però dimostrato che l’idea di uno spazio di lavoro più “fluido”, con meno porte e più poltrone ed aree ricreative, è stimolante e favorisce la collaborazione e la produzione. Ecco allora che anche il co-working cambia aspetto e diventa qualcosa di molto più simile ad un campus universitario americano o alla tanto invidiata sede di Google.
Ampi saloni con aree dedicate al riposo e allo svago: biliardino, scacchiere, poltrone a sacco o di design, addirittura amache, posizionate su tappeti verdi che riproducono un grazioso giardino. E poi l’area ristoro, a vista, con la macchina del caffè e gli snack, per una pausa.
Un po’ defilata c’è una grande stanza chiusa, ma con le pareti trasparenti, che può essere utilizzata per gli incontri con i clienti o le riunioni.

Nel centro, a dominare lo spazio, l’area lavoro. Perché sempre di questo si tratta: uno spazio per lavorare e crescere professionalmente. L’idea del talent garden è quella di mettere a confronto e in comunicazione diverse professionalità, facendo in modo che la condivisione degli spazi si trasformi in condivisione delle idee e collaborazione. Non più cubicoli con tristi scrivanie, ma tavoloni stile Ikea, uno vicino all’altro, tutti rigorosamente dotati di presa elettrica, pronti ad ospitare il laptop personale.

aprire un talent garden


Non solo lavoro

Oltre ad un ambiente amichevole, nel quale lavorare diventa un piacere, i Talent Garden offrono un servizio completo degno di nota.
Come spazio produttivo, la crescita personale che consegue al contatto con altre professionalità è solo uno dei vantaggi. Dietro il pagamento di somme molto contenute, siamo nell’ordine di 200-250€ mensili tutto compreso, si ha a disposizione uno spazio h24, dotato di tutti i comfort e le utenze necessarie, accessibile liberamente in base ai propri orari e per il quale viene garantito un servizio di sorveglianza notturna già compreso nel prezzo.
L’ideale per chi svolge lavori creativi o chi sta progettando la propria start-up.

Lo spazio di lavoro, oltre ad essere gradevole, è “diffuso”, nel senso che, la sottoscrizione di un contratto con un Talent Garden, consente di accedere agli spazi allestiti nelle altre città e appartenenti alla stessa catena. Considerando la presenza nelle maggiori città Italiane e in alcune capitali straniere, la convenienza e l’utilità della formula sono evidenti.

Per chi è alla ricerca della propria strada o di una professionalità più definita, i Talent Garden stanno ora dando vita ad una serie di corsi rivolti alle nuove professioni (ad es. webdeveloper) con la formula aula + stage garantito, come già avviene per i master universitari.
Non commettete però l’errore di pensare che i Talent Garden si rivolgano esclusivamente a neo laureati e nerd. Sebbene l’ambiente sia davvero fresco e moderno, non è riservato ad un pubblico under-30. Anzi, la coesistenza di diverse generazioni, con il rispettivo bagaglio di conoscenze pronte per essere condivise, rappresenta un altro punto di forza del progetto.

 

Franchising

Per visionare le offerte di affiliazione nel settore Co-Working visita la relativa categoria Servizi alle aziende.

Luca Cortesi
Aprireinfranchising.it

Cerca