Scegli il settore

Informazioni franchising faq forum

Apertura attività
martedì 12 dicembre 2017

Alimentari, e non solo, aromatizzati alla cannabis: il nuovo business 

Aprire un negozio di prodotti a base di canapa: Guida Completa

Leggi anche: Aprire un distributore di prodotti alla cannabis

Visita la sezione Franchising Cannabis

In Italia è da poco nato un nuovo business, un’ottima opportunità per chi desidera mettersi in proprio in un settore innovativo ed ancora poco esplorato. Se all’estero, grazie alle liberalizzazioni, non sono più una novità lo sono invece in Italia, stiamo parlando dei negozi di prodotti a base di canapa.

aprire negozio prodotti cannabis

 

Il Mercato e la Legislazione in Italia

In Italia sono ancora vietati sia l’uso che la commercializzazione della cannabis, anche l’uso terapeutico è strettamente controllato ed è ancora assolutamente vietata la vendita della marijuana, anche terapeutica, agli imprenditori privati.

Diverso è invece il discorso per tutti quei prodotti realizzati con la canapa o aromatizzati alla cannabis purché siano assolutamente privi di proprietà stupefacenti.

I prodotti a base di canapa per essere legali al 100% devono avere un THC inferiore ai livelli definiti dalla legislazione italiana. Per poter quindi aprire un negozio di prodotti aromatizzati alla cannabis si dovrà essere a conoscenza di tutte le restrizioni e condizioni imposte dalla legge per questo specifico settore e tenersi in costante aggiornamento su eventuali mutamenti.

A dare slancio decisivo alla distribuzione di prodotti legali a base di canapa in Italia sono state alcune reti franchising, pioniere nel settore. Sono infatti da poco nate reti franchising che permettono di aprire un negozio di alimentari confezionati, birre, the, bevande analcoliche, dolci e caffè aromatizzati alla cannabis ma anche di oggettistica e gadget legati al mondo ed alla cultura della canapa.

Oltre al classico negozio, oggi è possibile anche aprire una caffetteria specializzata in prodotti aromatizzati alla cannabis o un distributore automatico.

Tutte queste attività hanno un elevatissimo potenziale e rispondono ad una crescente domanda da parte del mercato. Le potenzialità di sviluppo per i prossimi anni sono enormi e la bassa concorrenza permette ai nuovi imprenditori di inserirsi con successo in questo settore.

Una sempre maggiore informazione da parte dei consumatori sulle proprietà benefiche della canapa sta gradualmente abbattendo il muro di pregiudizi e la disinformazione, permettendo così uno sviluppo in totale legalità di questa nuova tipologia di attività che, ricordiamo, riguarda la sola commercializzazione di prodotti legali al 100%approvati e certificati.

 

Iter e Requisiti

Per aprire un negozio di prodotti a base di canapa  non serve la licenzarequisiti diversi rispetto ad altre attività commerciali similari.

L’iter burocratico sarà il seguente:

  • Apertura Partita Iva
  • Iscrizione al Registro delle Imprese
  • Comunicazione certificata di inizio attività
  • Apertura posizioni INPS ed INAIL
  • Nel caso di vendita alimentare viene richiesto l’attestato SAB o un titolo equivalente
  • Locale a norma in materia di igiene, sicurezza, accessibilità, urbanistica ed impiantistica
  • Nulla osta sanitario Asl e rispetto delle normative di conservazione degli eventuali alimenti
  • Permesso per esporre l’insegna
  • Pagamento diritti SIAE per diffusione di musica

Requisiti più stringenti sono chiesti nel caso dell’apertura di una caffetteria in quanto attività ristorativa. Per aprire un distributore, invece, si dovrà solamente richiedere in aggiunta al Comune il permesso di occupazione del suolo.

L’imprenditore dovrà inoltre possedere tutti i requisiti di moralità ed onorabilità indispensabili per avviare un’attività.

Altri requisiti possono essere chiesti in base alle normative locali o in caso vengano modificate le attuali normative. È sempre bene, quindi, informarsi presso lo SUAP del proprio Comune e richiedere tutta la documentazione necessaria per conoscere in modo approfondito iter, leggi e requisiti.

 

Come avere successo

Per aprire un negozio di prodotti a base di cannabis con successo sarà innanzitutto necessario che l’imprenditore abbia un’ottima conoscenza sia del settore che della materia prima, la cannabis, nonché una dettagliata conoscenza dei prodotti offerti in negozio.

Solo così il vostro negozio di prodotti alla canapa potrà diventare un punto di riferimento per appassionati, curiosi e scettici in cerca di informazioni affidabili.

Prima di aprire il vostro negozio di prodotti, alimentari e non, a base di canapa sarà fondamentale pianificare con cura l’attività, redigere un business plan, fare un’attenta analisi dei costi e delle previsioni di ricavi nonché dei tempi di rientro dall’investimento. Sarà inoltre importante studiare il mercato e la zona di interesse, valutando una possibile location in base all’eventuale presenza di concorrenza ed all’effettiva presenza di potenziali clienti.

Per aprire un negozio di prodotti a base di canapa può essere sufficiente un locale di almeno 50 mq, sito in zone di passaggio o centrali, con sufficiente parcheggio ed allestito, sia negli interni che all’esterno, in modo accattivante e funzionale.

Infine, la promozione la pubblicità sia online che offline sarà indispensabile sia per farvi conoscere che per consolidare la vostra clientela. Sarà importante, soprattutto in questo settore, che le strategie comunicative siano anche informative ed adeguate ad attrarre il vostro target di clientela principale.

 

Costi ed investimento

Per aprire un negozio con prodotti a base di canapa sarà necessario un budget non inferiore a 20.000 – 30.000 euro, anche quando questo sia di piccole dimensioni.

A generare il costo maggiore sarà ovviamente il locale, il suo allestimento e la messa a norma, l’arredo ed il primo impianto merce.

Soprattutto su quest’ultima, infatti, non sarà possibile scendere a troppi compromessi e sarà fondamentale garantire al cliente prodotti sì con prezzi accessibili ma anche e soprattutto a norma, sicuri e controllati. Per questa ragione sarà fondamentale scegliere i giusti fornitori che offrano prodotti di qualità, condizioni commerciali vantaggiose, spedizioni rapide e servizi post vendita quali reso dell’invenduto, pagamenti dilazionati, corsi di formazione sui nuovi prodotti ed assistenza.

Da non sottovalutare poi i costi relativi a promozione, adempimenti burocratici, consulenze, eventuale personale, corsi formativi, software di gestione e per la creazione di un buon sito web.

Se optate per l’apertura di un negozio di prodotti alla cannabis in franchising, invece, l’investimento iniziale sarà molto più ridotto. Per aprire un franchising di prodotti a base di canapa l’investimento minimo richiesto è di 15.000 euro con un format chiavi in mano completo progettazione ed allestimento del negozio, prima fornitura, software, pubblicità e servizi sia pre che post apertura.

Confronta le migliori proposte dei Franchising di Prodotti alla Canapa

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Vedi tutti gli articoli

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere