Scegli il settore

Informazioni franchising faq forum

Apertura attività
giovedì 25 agosto 2016

Un nido domiciliare per accudire i più piccoli. 

Come aprire un nido famiglia - Tagesmutter.

Leggi anche la Guida Completa - Aprire Un Asilo Nido.

Visita le proposte franchising nel settore Asili Nido.

 

Il nido famiglia, anche chiamato “tagesmutter” che significa “mamma di giorno” in tedesco, si sta rapidamente diffondendo in tutta Italia, soprattutto al nord, riscuotendo un grandissimo successo.
Causa della nascita di questo fenomeno le esigenze delle famiglie odierne, composte da genitori lavoratori, ed acuite dall'insufficienza di strutture pubbliche che accolgano tutti i bambini delle famiglie che ne fanno richiesta o di offrire servizi sufficientemente qualitativi.

I “tagesmutter” o nidi famiglia sono nidi domiciliari che accolgono, secondo normativa, i bambini fino ai 3 anni per un massimo di 6 bambini. Ad occuparsi dei bimbi è proprio una mamma che può ospitare ed accudire i bambini in casa propria con grande flessibilità di orari, rispondendo così alla duplice necessità da parte delle famiglie di asili nido ed orari non rigidi ed a quella delle mamme lavoratrici che amano i bambini e voglio passare più tempo con i propri figli.
Il nido domiciliare si presenta come una validissima alternativa ai classici asili nido, che siano pubblici o privati.

aprire tagesmutter

I vantaggi di un nido famiglia

Un nido famiglia non solo è conveniente per chi decide di aprirlo, le normative in merito sono meno restrittive rispetto a quelle per i classici asili nido ed i costi di gestione nettamente più bassi ed alla portata di tutti, ma anche per le famiglie che decidono di usufruirne per i propri bambini. I tagesmutter sono molto più economici degli asili tradizionali e il pagamento, secondo la normativa attuale, non è una retta mensile ma avviene per le sole ed effettive ore di presenza del bambino nel nido con prezzi che variano da 3 a 6 euro l'ora, secondo la Regione, e che permettono quindi anche a chi gestisce il nido di offrire prezzi più o meno competitivi.

Inoltre i nidi domiciliari vengono spesso preferiti dai genitori in quanto i bambini sono seguiti con maggiore cura ed attenzione dalla mamma che ha in totale solamente 6 bambini, rispetto ai 10 che normalmente segue una curatrice in un asilo nido.


I requisiti per essere tagesmutter e l'iter burocratico

Le mamme-educatrici diventano con i nidi famiglia delle vere figure professionali e riconosciute dal comune, per questo bisogna comunque seguire alcuni step burocratici ma molto semplificati rispetto a quelli richiesti per aprire un asilo nido privato.

Il requisito principale per la mamma-curatrice è quello di aver frequentato un corso preparatore, tenuto dalla Regione e spesso da essa finanziato, di 250 ore di cui 50 di tirocinio.

L'obbligo di frequenza è per l'80% delle ore ed il costo di questi corsi varia in base al luogo in cui si tiene, generalmente sono costi assolutamente abbordabili e che vanno dai 100 ai 500 euro.

La normativa cambia localmente ed è ancora in fase di definizione ma attualmente viene anche richiesto alle tagesmutter di aver compiuto i 21 anni di età ed avere conseguito almeno la licenza di scuola media inferiore.
Bisogna poi rispettare le norme igienico-sanitarie con estrema rigorosità ed assicurare uno spazio di circa 10mq per ogni bambino presente in casa. È necessario poi avere uno spazio accoglienza, un bagno con fasciatoio, una cucina dove far mangiare i bambini, uno spazio gioco che rispetti le norme sulla sicurezza ed uno spazio separato per far dormire i bambini.
Bisogna, in sintesi, rispettare le norme igienico sanitarie, che verranno verificate dall'Asl, aver frequentato il necessario corso di formazione e come ultimo step fondamentale fare la dichiarazione di inizio attività presso il Comune di residenza.


Quanto costa aprire un nido famiglia

Considerando i requisiti e le normative da rispettare si stima che per aprire il proprio nido famiglia sia necessario un investimento iniziale minimo di circa 1.000 euro, una somma abbordabile e che permette di rientrare dall'investimento rapidamente.

Questa somma può variare di molto per l'acquisto dei giochi per i bambini, dei lettini per farli dormire e delle varie ristrutturazioni necessarie per conformarsi alle norme su igiene e sicurezza da rispettare. Il consiglio è quello di iniziare con pochi bambini ed aumentarne il numero gradualmente per spalmare l'investimento su un periodo più ampio.

È necessario, per essere sicuri di rispettare tutte le normative, rivolgersi al proprio comune di residenza per richiedere tutte le informazioni specifiche e per fare un preventivo più accurato della spesa da sostenere.

 

Visita l'offerta del nostro portale di Asili Nido in franchising.

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Vedi tutti gli articoli

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere