Scegli il settore

Informazioni franchising faq forum

FranchisingBlog
giovedì 28 giugno 2018

Una comunità egualitaria ed autosufficiente 

Cosa è una Comune? Nel 2018 ne esistono ancora?

Vai alla sezione Aprire Attività per leggere le nostre guide.

Una comune, per definizione, è una forma di organizzazione della vita e del lavoro in un collettivo, in cui la proprietà e la gestione dei mezzi e dei servizi è in comune e la ripartizione dei ricavati, di qualsiasi genere, avviene in parte in base al lavoro svolto ed in parte in base ai differenti bisogni dei singoli e dei nuclei famigliari.

cosa è una comune

Una comune può essere definita quindi come una comunità organizzata su basi egualitarie che punta a ripristinare valori collettivistici, di condivisione e di supporto reciproco nel tentativo di ripristinare o creare valori comuni.

Una comune, quando questa si estende a realtà più ampie, è un luogo autogestito dalla comunità degli abitanti e presenta uno status pseudo legale. Una comune in questo senso è quindi una comunità indipendente all’interno della quale vi sono dei collettivi che svolgono ed amministrano le differenti attività necessarie alla sopravvivenza della comune stessa quali le attività commerciali, quelle di produzione, le attività culturali e ludiche, ecc.

Come si Fonda una Comune

Fondare una comune può essere una buona opzione per individui che condividono le stesse idee ed aspirazioni e che vogliono dare vita ad una comunità di persone interdipendenti, autonome rispetto al mondo esterno, con uno stile di vita basato su condivisione ed eguaglianza.

Ad oggi le comuni esistono ancora e sono perlopiù costituite da piccoli nuclei di persone o famigliari che condividono una visione comune della vita e dell’organizzazione interna. Generalmente le comuni vengono fondate al di fuori dei centri città, in zone isolate e con presenza di campi coltivabili.

Se pur sia frequente, una comune non deve necessariamente sopravvivere con una produzione di sussistenza degli alimenti ma può anche decidere, con l’accordo di ogni membro della comune, di focalizzarsi su attività produttive, rivendendo i beni sul mercato esterno.

Per aprire una comune i membri, dopo aver concordato all’unanimità gli obbiettivi ed i principi su cui si dovrà basare la comune, dopo aver stabilito organizzazione e tipologia di attività svolte, nonché dopo essersi accertati di voler effettivamente vivere in comunità interdipendente, dovranno rivolgersi ad un fiscalista e ad un commercialista.

Fondare una comune difatti richiede numerosi adempimenti  burocratici e documenti da presentare, soprattutto se si intenderà commercializzare prodotti verso l’esterno, in modo anche da definire l’identità giuridica e lo status fiscale della comune.

Vai alla sezione Aprire Attività per leggere le nostre guide.

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Vedi tutti i post di Franchising Blog

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere