Scegli il settore

Informazioni franchising faq forum

FranchisingBlog
mercoledì 05 dicembre 2018

Pro e contro per affiliante ed affiliato. 

Franchising: a chi conviene?

Approfondisci il funzionamento del Franchising, leggi QUESTO ARTICOLO.

Il termine franchising indica il contratto di affiliazione commerciale, una particolare formula di collaborazione tra imprenditori che vede da un lato un’azienda solida ed esperta, consolidata sul territorio di provenienza, mentre dall’altro un’altra azienda o un singolo imprenditore inesperto che desidera utilizzare un marchio già noto ed un format sperimentato per l’avvio della propria attività.

Il franchising è ad oggi una formula imprenditoriale adatta ed utilizzata in ogni settore merceologico ed in ogni parte del mondo. L’affiliazione commerciale presenta pro e contro per entrambe le parti le quali, va specificato, rimangono del tutto indipendenti. Questo significa che ognuna delle due parti, al di là della collaborazione e del supporto reciproco, è responsabile per il successo o il fallimento della propria attività.

franchising conviene pro e contro

 

I vantaggi per affiliato ed affiliante

Vediamo innanzitutto i vantaggi della formula franchising, sia per quanto riguarda l’affiliato (franchisee) che per quanto riguarda l’affiliante (franchisor).

Il franchising è di fatti un sistema largamente utilizzato proprio grazie ai vantaggi reciproci ed ai “pro” che questa formula presenta per tutte le parti coinvolte.

Vantaggi per il Franchisee (affiliato)

  • Utilizzo di un marchio conosciuto
  • Sfruttamento della reputazione matura e solida dell’azienda
  • Trasferimento del know-how aziendale
  • Sistema gestionale ed organizzativo testato e di successo
  • Rischio imprenditoriale più contenuto
  • Ottenimento di assistenza, consulenza ed affiancamento iniziali e costanti
  • Ottenimento di una formazione accurata e professionale nonché di aggiornamenti costanti
  • Costi di avvio e gestione ben delineati e spesso più ridotti rispetto all’apertura di un’attività in modo autonomo
  • Maggiore facilità di accedere a finanziamenti a tasso agevolato o a fondo perduto, nonché agevolazioni offerte direttamente dalla casa madre per pagamenti ed investimenti (sia direttamente che tramite società ed istituti di credito convenzionati)
  • Elevata standardizzazione che rende immediatamente  riconoscibile il marchio e con esso ogni punto affiliato della rete
  • Sfruttamento delle campagne di comunicazione e marketing centralizzate

Vantaggi per il Franchisor (casa madre / affiliante)

  • Lo sviluppo della rete costa meno, grazie alla suddivisione dell’investimento con l’affiliato
  • Lo sviluppo può avvenire in modo molto più rapido
  • La collaborazione con l’affiliato risulta valida grazie alla selezione che permette di scegliere persone motivate ed appassionate che condividono la filosofia e la mission
  • Omogeneità garantita per tutta la rete che permette di espandere un determinato format, marchio ed immagine così come concepiti dalla casa madre
  • Aumento del potere  di acquisto e di contrattazione, con relative agevolazioni sulle forniture e sugli accordi commerciali
  • Maggiore impatto pubblicitario, anche i singoli punti affiliati sono infatti di per sé una pubblicità
  • Ottenimento di pagamenti e riconoscimenti per i servizi offerti quali fee, royalty, contributi
  • Espansione della rete in mercati e territori anche sconosciuti o lontani, grazie allo sfruttamento della conoscenza del territorio di ogni singolo affiliato

 

Gli svantaggi per affiliato ed affiliante

A fronte di notevoli vantaggi, il franchising presenta tuttavia anche degli aspetti più  negativi. Più che veri e propri svantaggi, nel franchising potremmo parlare di obblighi, vincoli, oneri e limiti che riguardano sia il franchisee che il franchisor. Vediamoli insieme.

Svantaggi per il Franchisee (affiliato)

  • Obbligo di rispettare gli standard qualitativi
  • Obbligo di rispettare l’immagine ed il layout del brand
  • Obbligo di rispettare i metodi operativi, di organizzazione e di gestione
  • Poca flessibilità ed autonomia nelle scelte
  • Poca possibilità di sperimentare nuove idee personali
  • Elevata standardizzazione che limita l’originalità del singolo imprenditore
  • Pagamento di una fee d’ingresso, una quota iniziale per l’utilizzo del marchio e del format
  • Pagamento di royalty, fisse o in percentuale sul fatturato, che coprono i “diritti” nonché i servizi offerti all’affiliato durante la gestione
  • Pagamento di contributi pubblicitari, spesso richiesti da quelle reti che investono molto in campagne di comunicazione e marketing massive a livello nazionale e su importanti canali

Svantaggi per il Franchisor (casa madre / affiliante)

  • La scelta del partner, franchisee, può non essere semplice e va fatta con molta accuratezza
  • Il mantenimento degli standard e dei vincoli imposti al franchisee richiede l’attuazione di misure preventive di controllo e monitoraggio che a loro volta richiedono personale ed investimenti
  • Gli utili provenienti dai singoli punti sono spesso più contenuti per il franchisor rispetto ad un’eventuale gestione diretta in quanto molti dei guadagni vanno, a ragione, all’affiliato
  • Vanno necessariamente offerti all’affiliato gli strumenti necessari per avviare un’attività redditizia e di successo in modo agevole (formazione, trasferimento conoscenze, assistenza, supporto, ecc)
  • Vanno offerti dei servizi costanti durante la gestione che permettano all’affiliato di prosperare e contribuire a far arrivare la rete franchising al successo
  • Vanno gestite in modo intelligente e funzionale eventuali problematiche, controversie e scontri con gli affiliati che potrebbero anche terminare con il recesso dal contratto di questi ultimi

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Vedi tutti i post di Franchising Blog

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere