Logo AIF

Investire in Immobili con Pochi Soldi

Perché il Crowdfunding Immobiliare è la scelta migliore

3 minuti

 

investire-in-immobili-con-pochi-soldi.jpg

 
Vai alla pagina principale dedicata al Crowdfunding.

Visita anche la sezione dedicata ad Investimenti e Crowdfunding.

 
Il settore immobiliare è da sempre di forte interesse per gli investitori alla ricerca di strumenti e canali che possano garantire importanti guadagni e rendimenti sulle cifre investite. Tuttavia, investire in un immobile acquistandolo direttamente richiede ingenti capitali a disposizione, anche nel caso in cui si voglia aprire un mutuo per completare l’acquisto. Per tutti coloro che vogliono investire in immobili con pochi soldi c’è però una valida soluzione: il crowdfunding immobiliare.

Il crowdfunding immobiliare, proprio come altre tipologie di finanziamento collettivo, permette ad un gruppo di investitori / finanziatori di fornire capitali ad un unico progetto, finanziando l’acquisto o la costruzione di uno o più immobili.

Si tratta di un finanziamento dal basso, che permette di effettuare investimenti a partire anche da piccole cifre, grazie al collettivo di investitori / finanziatori che investono nello stesso progetto.

Il fine ultimo del crowdfunding immobiliare è quello di far guadagnare agli investitori / finanziatori una percentuale sull’affitto o sulla vendita dell’immobile, a seconda ovviamente del capitale inizialmente investito.

Il crowdfunding immobiliare apre quindi il mondo degli investimenti immobiliari anche a chi non ha grandi capitali a disposizione o non vuole investire grandi cifre in questo strumento / canale.

Esistono ad oggi due principali tipologie di crowdfunding immobiliare: equity e lending.

Nel caso di equity crowdfunding immobiliare si parla di micro investimenti in quanto chi investe lo fa direttamente nella società, acquistando di fatto quote azionarie con il proprio denaro e guadagnando in base ad esse.

Nel caso di lending / crowdlending immobiliare invece si parla di micro finanziamenti in quanto il denaro viene di fatti solamente prestato a chi effettua l’operazione immobiliare. Il guadagno viene dagli interessi applicati sulla restituzione del prestito.

Per entrambe le tipologie di crowdfunding immobiliare ci sono moltissime piattaforme oggi che permettono di investire in immobili anche con pochi soldi, partendo da cifre molto contenute. Il guadagno atteso è molto interessante. Si parla di un rendimento annuo mediamente compreso tra l’8 ed il 12 %. Tuttavia, come per ogni altro strumento di investimento ad elevata redditività, il rischio è alto. Non si hanno infatti garanzie sulla buona riuscita del progetto immobiliare.
 

Vediamo di seguito alcune delle migliori piattaforme di crowdfunding immobiliare in cui investire in immobili con pochi soldi:
 

Recrowd è una piattaforma di lending immobiliare. Nasce per offrire un modo alternativo di investire i propri risparmi, innovando e semplificando il processo di investimento, attraverso il lending crowdfunding. È stata premiata nel 2019 tra le 8 startup innovative più interessanti di Milano da SpeedMiup, l’incubatore dell’Università Bocconi. A differenza di  altre piattaforme offre diverse tipologie di progetto, differenti per rischio, investimento, durata e ROI. L’investimento minimo parte da 500 €, ed il rendimento medio ottenibile è del 9 – 10 %.
Vai alla scheda o Vai sul sito di ReCrowd
 

Trusters è una piattaforma italiana di lending crowdfunding specializzata in real estate. È il risultato ultimo di un’idea maturata durante un lungo percorso nel settore immobiliare dei suoi promotori. In due anni ha finanziato quasi 100 progetti con un ROI medio del 9%. L’investimento minimo parte da appena 100 €.
Vai al sito di Trusters

 

Vai alla pagina principale dedicata al Crowdfunding.

Visita anche la sezione dedicata ad Investimenti e Crowdfunding.

 

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Cerca