Logo AIF

Investire nel Mattone

Come entrare nel mercato degli investimenti immobiliari con successo.

3 minuti

 

Approfondisci leggendo anche: CROWDFUNDING e CROWDFUNDING IMMOBILIARE

Scopri le migliori offerte dei settori:

Franchising Crowdfunding ed Investimenti

Franchising Immobiliari

 

Investire nel mattone è ad oggi ancora un importante strumento di investimento capace, con le giuste accortezze, di generare importanti guadagni e, con le dovute valutazioni preliminari, anche tra gli strumenti di investimento più sicuri.
  

investire-nel-mattone.jpg

 
CONSIGLI PER INVESTIRE NEL MATTONE

Nonostante la pandemia da coronavirus Covid-19 abbia creato insicurezza nei potenziali investitori, investire nel mattone risulta ancora oggi un’operazione redditizia. L’emergenza sanitaria ha di fatti creato nuove opportunità, oltre ad accelerare la digitalizzazione e l’innovazione anche nel comparto degli investimenti immobiliari.

Il mattone è da sempre considerato un “bene rifugio”. Un investimento nel mercato immobiliare è dunque potenzialmente molto sicuro, tuttavia sarà importante conoscere il mercato immobiliare, effettuare le dovute analisi e gli studi preliminari per accertarsi di effettuare un investimento davvero redditizio.

Oltre alle valutazioni riguardati il valore dell’immobile sarà necessario, tramite un piano economico, determinare quali modalità e tempistiche possano garantire i maggiori guadagni sul proprio investimento.

Per coloro che non sono particolarmente competenti in ambito immobiliare o nel campo degli investimenti, è altamente consigliato rivolgersi a dei consulenti esperti che sappiano indicare gli strumenti di investimento migliori per il proprio profilo ed i propri obbiettivi.
 

COME / DOVE INVESTIRE NEL MATTONE

Investire nel mattone è possibile con diverse modalità.

Da un lato c’è il classico acquisto, a cui seguiranno eventuali ulteriori investimenti in ristrutturazioni (su cui spesso è possibile ottenere delle agevolazioni o dei fondi destinati dallo stato ad esempio alla riqualificazione energetica), per poi mettere a reddito l’immobile (ad esempio affittandolo ai privati o trasformandolo in un’attività ricettiva) oppure optare per la vendita nel momento più opportuno.

Tuttavia, questa modalità di investimento risulta accessibile solo con grandi capitali a disposizione. Se non si posseggono personalmente i capitali necessari all’acquisto sarà necessario rivolgersi ad un prestito, ad esempio presso gli istituti di credito privati.

Per investire nel mattone anche con capitali più contenuti il web ad oggi fornisce uno strumento chiave: il crowdfunding. I finanziamenti collettivi sono uno strumento di investimento accessibile anche a chi dispone di piccole cifre da investire, rendendo accessibile il mercato degli investimenti immobiliari anche a chi ha a disposizione solo piccoli capitali.

 
Vai alla sezione generale dedicata al CROWDFUNDING.
 

Investire nel mercato immobiliare con il crowdfunding è sicuramente più rischioso rispetto agli investimenti tramite l’acquisto tradizionale, ma permette di investire piccoli capitali, diversificare l’investimento ed ottenere tassi di rendimento più elevati rispetto ad altri strumenti.

Tra le migliori piattaforme di crowdfunding immobiliare che permettono di investire piccole cifre nel mattone in Italia c’è Trusters: una piattaforma italiana di lending crowdfunding immobiliare, specializzata negli investimenti in real estate, risultato ultimo di un’idea maturata durante un lungo percorso nel settore immobiliare dei suoi promotori. In due anni Trusters ha finanziato quasi 100 progetti con un ROI medio del 9%. L’investimento minimo parte da circa 100 €.
Vai al sito di Trusters

 

Vai alla sezione: Franchising Crowdfunding ed Investimenti

 

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Cerca