Logo AIF

Trova investitori e finanziamenti per il tuo business: tutte le soluzioni

Soluzioni e proposte per trovare soci, investitori e i migliori partners finanziari

1 minuti

trovare-finanziatori.jpg

Primo passo: sia che tu debba presentare domanda di finanziamento in banca o a un tuo parente è fondamentale creare un piccolo conto economico e una breve presentazione del tuo progetto di impresa. Il conto economico (elenco dei costi necessari) ti aiuterà a stabilire con maggior precisione la cifra necessaria mentre la presentazione della tua idea ti aiuterà ad esporla e farla comprendere all'interlocutore. La presentazione dovrà essere breve e concisa. Mentre il conto economicio più è dettagliato e meglio è.

Vediamo ora tutte le opportunità per reperire credito e per sviluppare la tua idea di business o progetto imprenditoriale.

Business Angel

I Business Angels sono di fatto "soci finanziatori" ovvero persone o società alla ricerca di progetti innovati o socialmente utili da finanziare. Alcuni sono interessati solo al rendimento, altri invece possono essere filantropi o simpatizzanti interessati a finanziare un determinato progetto acnhe solo per passione.
Come trovarli: cercare simpatizzanti è la via più difficile ma potresti trovarli attraverso siti, associazioni o qualsiasi altra sede legata al settore del tuo progetto. Più semplice è trovare investitori interessati ad un rendimento perchè credono nel tuo progetto. Per progetti ben strutturati puoi trovare soci investitori anche attraverso un annuncio sul nostro portale.

Il lato positivo è che il Business Angel scommette e rischia con te nell'attività imprenditoriale e quindi si accolla il rischio d'impresa. Ovviamente non lo farà ad occhi chiusi, quindi dovrai fornire una serie di garanzie e credibilità.

 

Crowdfunding

Crowdfunding o, come lo chiamo io, ricerca di Mini Business Angels. Il Crowdfunding identifica il finanziamento collettivo. Si tratta di microinvestimenti o microfinanziamenti erogati da un gruppo di persone intenzionate a sostenere un progetto o un'azienda a fronte di una remunerazione/rendimento oppure no (no profit). Il successo di questa formula risiede nel fatto che chi finanzia può impegare cifre molto piccole (anche solo 50 o 100 euro) e quindi diventa molto facile reperire finanziatori.

E' necessario creare un progetto dettagliato ed appoggiarsi ad una piattaforma di crowdfunding che pubblichi il progetto e riceva per voi le quote dei vari finanziatori.

Puoi cercare microinvestitori (equity), quindi che acquistano quote di capitale della società che realizzerà l'idea, oppure microfinanziatori (lending), che ti finanziano per un determinato periodo di tempo. In entrambi i casi chi mette denaro lo fa per avere un rendimenti.

I tassi di rendimento offerti dovranno essere interessanti perchè la campagna di raccolta abbia successo. Se hai già una campagna di crowdfunding attiva o hai in mente di farlo puoi promuoverla anche attraverso il nostro portale.

 

Banche e finanziarie

Canale classico per reperire fondi. I tassi sono sicuramente più bassi rispetto ad altri canali, ma negli ultimi anni le garanzie richieste dal debitore sono importanti. Inoltre non finanziano il progetto al 100%, ma solo una parte. Ovviamente i soldi vanno ratealmente restituiti.

 

Contributi a fondo perduto

Ci sono periodicamente nuovi bandi pubblicati su siti istituzionali (Invitalia, Mise, Ministeri, Camera di Commercio, Commissione Europea, ecc.).
Il grande pregio è che sono a fondo perduto, quindi comunque vada non dovrai restituirli. La difficoltà principale però è che la loro erogazione è macchinosa: I fondi vengono erogati dopo aver dimostrato di aver sostenuto le spese (quindi prima devi metterci soldi tuoi e poi riceverai il contributo).
Molto spesso i bandi sono complessi tanto che conviene appoggiarsi ad un consulente dedicato.
Approfondisci

 

Finanza Agevolata

Vale lo stesso discorso di cui sopra con la differenza che il finanziamento ti viene erogato prima di aver sostenuto le spese e le cifre vanno restituite ratealmente all'ente erogante. I tassi sono generalmente bassi o nulli ma permangono tutte le complessità nel comprendere i bandi e nel presentare la domanda di finanziamento tanto che conviene appoggiarsi ad un commercialista o consulente.
Approfondisci

 

Microcredito

Si tratta di prestiti di piccola entità, da 3.000 a 25.000 euro, erogati da enti o onlus (Microcredito Italia, Microfinanza, Permicro, Micro Bo, e altri). Il proncipale vantaggio risiede nel non dover fornire garanzie troppo esose come quelle richieste dalle banche. La richiesta deve essere fatta in maniera dettagliata con tanto di business plan del progetto.

 

Gare a premi

Periodicamente enti pubblici, enti a capitale misto, università, incubatori d'impresa, camere di commercio indicono gare e competizioni per giovani aspiranti impreditori con progetti innovativi. Un giuria decide il progetto o i progetti da finanziare con contributi a fondo perduto, anche elevati.
I principali ostacoli sono i tempi prefissati, l'occasionalità, il numero ristretto di progetti ammessi, i requisiti spesso stringenti per accedere alla selezione e la competizione che alza di molto la probabilità di perdere e quindi di non ottenere i contributi.

 

Luca Cortesi
Aprireinfranchising.it

Cerca