Scegli il settore

Informazioni franchising faq forum

Apertura attività
mercoledì 22 aprile 2020

Una scelta da fare "a mente fredda".. 

Costi per Aprire una Gelateria da Soli e in Franchising a Confronto


Leggi anche: Come aprire una gelateria - Guida completa

Vuoi aprire una Gelateria Italia in Franchising? QUI l'elenco con le migliori proposte.

Se si vuole avere un successo assicurato nel mondo dell'imprenditoria puntare sul Made in Italy conviene sempre, sia in Italia che all'estero. Come è noto, insieme alla moda, baluardo dell'Italia nel mondo, anche l'alimentazione è un pilastro del Made in Italy su cui conviene investire, purché al centro ci sia l'assoluta qualità e l'italianità. Insieme all’intramontabile pizza, oramai simbolo dell'Italia nel mondo, anche il gelato italiano è amatissimo da un target eterogeneo di persone in tutto il mondo, tanto da essere forse il "dolce freddo" più amato di sempre.

Le gelaterie sono da sempre un’ottima attività imprenditoriale, fortemente attive d’estate, ma oggi sempre più anche in invero. Questo da un lato perché alla dolcezza del gelato non si può dire di no, e dall'altro grazie alla dinamicità raggiunta dai format di gelaterie, capaci di combattere la stagionalità di un alimento freddo. Di gelaterie ne esistono di diversi tipi, ma quelle più amate e frequentate sono sicuramente le gelaterie artigianali, dove una buona ricetta può equivalere ad una gallina dalle uova d’oro. Per aprire una gelateria di successo si può anche optare per l’apertura di una gelateria con annesso un bar, nel quale offrire colazioni con prodotti di pasticceria e poter quindi puntare ad un target più ampio. Particolare successo, in quanto si adattano ad ogni periodo dell'anno, hanno tutte quelle gelaterie artigianali che offrono prodotti complementari o particolari come yogurt, centrifughe e frullati, dolci e pasticcini, cioccolata, bubble tea, e molti altri.

aprire una gelateria meglio soli o in franchising

 

Il Confronto: Meglio da Soli o in Franchising?

Per avviare questo business ci sono due vie principali: partire da soli oppure appoggiarsi ad un marchio consolidato utilizzando la formula del franchising.

Se si deciderà di aprire una gelateria artigianale da soli, bisognerà partire con un ampio capitale a disposizione e considerare anche la possibilità di richiedere un finanziamento per far fronte a tutti i costi iniziali.

Questo capitale iniziale dovrà comprendere principalmente:

  • Canoni d’affitto o acquisto dell’immobile dove si vorrà svolgere l’attività.
  • Utenze ed altri costi periodici di gestione.
  • Macchinari, attrezzature e software.
  • Costi di adeguamento e messa a norma.
  • Arredamento, insegne, materiale comunicativo e vetrofanie.
  • Fornitura delle materie prime.
  • Pubblicità e comunicazione.
  • Personale (almeno nei momenti di affluenza maggiore).
  • Servizio a domicilio (ad oggi indispensabile) mediante struttura propria o appoggiandosi a servizi terzi di delivery.

Tutti questi costi risultano particolarmente ingenti soprattutto per coloro che non hanno maturato contatti nel settore e, in assenza di esperienze consolidate, potrebbero faticare a trovare accordi vantaggiosi con i fornitori.

Ai costi sopra citati si aggiungono, se pur influiscano in maniera minore, tutti quelli riguardanti l'iter burocratico, la formazione (necessaria se non si ha esperienza), la promozione per il lancio dell’attività e tutti i costi vari ed eventuali, comprendendo anche i canoni per mutui e prestiti richiesti.

L'investimento iniziale per aprire una gelateria artigianale in autonomia si aggira su un totale di 100/120 mila euro.

Questo investimento, che può sembrare molto alto, se ben amministrato, entro 1 o 2 anni può già essere coperto e portare in breve tempo altissimi margini di profitto nelle tasche dell’imprenditore. Ovviamente per far ciò bisogna essere dei maestri nella preparazione del prodotto, perché si trova qui la chiave di volta di questo business, ma anche saper studiare, pianificare e preventivare con cura ogni elemento di avvio e gestione del business. Una volta trovata la ricetta giusta (sia per il gelato che per il business) la gelateria potrà diventare un'attività di successo riconosciuta e potrà puntare su una clientela, oltre che di passaggio, anche fortemente fidelizzata.

Quella dell’aprire un’attività da soli è una decisione che deve essere presa da chi ama il settore e da chi sa di poter lasciare la propria impronta con la propria creatività gelatiera, e solamente se si è certi di possedere le doti di analisi, pianificazione ed imprenditoriali necessarie a gestire un business autonomo e ad affrontarne, oltre che tutte le soddisfazioni, tutti gli oneri ed i rischi.

E se non si hanno le competenze, e si vuole essere supportati in tutte le fasi di avviamento e successiva gestione, investendo un capitale minore e con una ricetta già apprezzata, nonché un format dal comprovato successo, una clientela fidelizzata ed un marchio riconosciuto, allora il franchising è la scelta giusta.

Con il franchising si potrà godere dei privilegi che offre un marchio già presente sul mercato, esperto e capace di rispondere ad ogni domanda (sia della clientela che dell'affiliato), in quanto “ci è già passato prima”. Aprire una gelateria in franchising permette di utilizzare un sistema solido studiato e collaudato nei minimi dettagli, ed un Know How già sperimentato e brevettato sul mercato.

Come anticipato sopra, anche l’investimento sarà più contenuto. Questo grazie al potere commerciale della rete franchising che permetterà di ottenere i migliori prezzi e condizioni di fornitura, alle agevolazioni di pagamento ed al supporto per richiedere eventuali finanziamenti da parte della casa madre, ed a tutti i servizi già compresi nell'investimento iniziale per aprire la gelateria in franchising quali la formazione, la promozione, l’assistenza nella fase di start up e, in alcuni casi, il comodato gratuito dell’arredamento e delle attrezzature che già da sole rappresentano una grossa voce di qualsiasi business plan.

Con il franchising, quindi, si andrà a ridurre molto il rischio d’impresa.

Generalmente per aprire una gelateria in franchising, considerando un format chiavi in mano, l'investimento iniziale richiesto varia tra i 10.000 / 15.000 euro ed i 100.000 euro. I costi di avvio variano in base alla dimensione dell'attività, alla tipologia di prodotti e servizi offerti, a cosa viene compreso nel format di affiliazione dalla casa madre, nonché alla notorietà del brand scelto.

Visita la categoria Franchising Gelaterie per vedere i vari livelli di investimento richiesti e tutti i migliori marchi in franchising nel settore gelaterie.

Henry Hylton
Staff Aprireinfranchising.it

Vedi tutti gli articoli

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere