Logo AIF

13 dicembre 2016

Aprire un negozio di fiori di successo: i costi

Come diventare un fioraio di successo

Tag: Fiori
4 minuti

Leggi anche: Come aprire un negozio di fiori - Guida Completa

Visita la sezione dedicata ai franchising di fiori e piante, clicca qui.

Se la vostra passione sono i fiori, le piante e le composizioni artistiche allora potreste essere interessati ad aprire un vostro negozio di fiori.

aprire negozio fiori e piante

Come avere successo

Il mercato dei fiori non è certo uno dei più semplici, suscettibile a concorrenza spietata, calo dei consumi e della richiesta dei classici bouquet floreali. Per aprire un negozio di fiori di successo è quindi necessario differenziarsi, offrendo sia un servizio di qualità ed un’ampissima scelta e varietà di fiori e piante, sia delle composizioni originali ed esteticamente attraenti.

Primo ingrediente indispensabile per il successo di un fiorista è la sua capacità e creatività nel creare composizioni uniche, originali e la sua conoscenza approfondita in merito a piante, fiori e botanica. Per acquisire le competenze necessarie sono moltissimi i corsi di formazione ed aggiornamento che si possono seguire, sia tenuti dalle associazioni di settore che da enti privati. Un bravo fioraio deve essere in grado di comporre bouquet adatti ad ogni occasione, ma anche conoscere e saper consigliare i clienti sulla cura delle piante e dei fiori e sul loro significato ed impiego.

Conoscenza e creatività quindi, ma anche localizzazione strategica, pubblicità, offerte mirate e qualità del servizio sono gli elementi da tenere sempre in considerazione per poter avviare un negozio di fiori di successo.

Anche la tipologia di servizio e le modalità di approvvigionamento della merce si sono evolute con il tempo e l’avanzare delle innovazioni tecnologiche. Il web è ormai fondamentale per ogni attività commerciale e per il marketing ed anche per un fioraio il suo utilizzo potrebbe fare una grande differenza. Non solo sul web si possono ordinare le varietà più rare di fiori e piante e da ogni parte del mondo, ma anche a prezzi più vantaggiosi.

Inoltre, un servizio che si è recentemente sviluppato, è quello della consegna a domicilio di fiori e del servizio di decorazione per eventi, per cui avere un buon sito internet con sistema di ordini on-line è fondamentale.


Le alternative ed i costi

L’aspetto più importante da considerare prima di avviare un negozio di fiori e piante e per garantirne il successo sono, come per ogni altra attività commerciale, i costi di avvio e di gestione.

Le opzioni sono diverse:

  • Aprire un piccolo negozio di fiori ottimizzandone gli spazi, con offerta varia, ampia ed in zona di forte passaggio o interesse. Per questa opzione può bastare un locale di 50mq.
  • Aprire un corner in un supermercato o all’interno di altre attività preesistenti o ancora una postazione ambulante. Questa opzione permette di risparmiare molto sui costi di avvio, ma è necessario sempre scegliere la location più adeguata e studiarne il mercato.
  • Aprire un negozio di fiori in franchising. Sono diverse le reti in franchising di negozi che vendono fiori e piante e che grazie alla formazione, all’assistenza ed al format originale si sono rivelate attività di successo. In questo caso l’investimento iniziale richiesto (per un’attività chiavi in mano) parte da 10.000 euro.

Vediamo nel dettaglio quelli che sono i costi per aprire un piccolo negozio di fiori e piante in proprio.

  • Costo approssimativo per locale, utenze, allacciamenti alle reti, piccole ristrutturazioni ed adeguamenti degli impianti. € 19.000
  • Costo approssimativo per gli arredi (espositori, banconi e scaffalature) anche minimali, per gli espositori refrigerati (ideali a conservare la freschezza dei fiori recisi) e per tutte le attrezzature ed i materiali necessari alla cura delle piante, alla composizione dei bouquet, ecc. € 15.000
  • Prime forniture di fiori, piante, semi, fertilizzanti, terricci ed altre materie vendute nel vostro negozio di fiori. € 3.000
  • Spesa approssimativa per gli adempimenti burocratici, le iscrizioni e le consulenze professionali. € 5.000
  • Spese pubblicitarie, per le campagne di marketing on o off line e per l’inaugurazione. € 4.000
  • Costo approssimativo per i primi corsi di formazione o aggiornamento. € 3.000

L’investimento iniziale preventivato è di € 49.000

I costi possono essere ridotti facendo attenzione alla location, ai fornitori, scegliendo la formula del franchising oppure optando per un corner o un carretto ambulante, ma un investimento iniziale realistico non scende comunque sotto ai 20.000 euro circa.

Visita la sezione dedicata ai negozi di fiori e piante in franchising QUI.

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Cerca