Logo AIF

Come Guadagna il Franchisor

Guadagni, entrate e vantaggi economici per la casa madre.

3 minuti

 

Prendi spunto dai Migliori Franchising

Leggi anche: Quanto si guadagna con il franchising
 

In questo breve articolo vediamo come guadagna il franchisor e quali sono i primari vantaggi economici e finanziari per l’affiliante.
 

come-guadagna-il-franchisor.jpg

 
CHI È IL FRANCHISOR

 
Partiamo dalle basi. Il franchisor, o affiliante, è la casa madre, ovvero l’azienda detentrice del marchio, dei prodotti e servizi, dei processi e brevetti, del know-how e dei diritti, che decide di espandere il proprio network cedendo tutti i diritti e vantaggi di cui sopra ai propri affiliati, o franchisee, generalmente contro pagamenti e corrispettivi economici vari.
 

  
COME GUADAGNA IL FRANCHISOR

 
Il franchisor, ovvero chi decide di sviluppare il proprio network in franchising, può guadagnare in diversi modi. Non c’è una regola fissa su come e quanto un franchisor debba guadagnare e dunque sarà a discrezione di ogni azienda determinare le condizioni e clausole economiche e di guadagno attraverso il contratto di franchising (contratto di affiliazione commerciale).

Innanzitutto partiamo dai guadagni indiretti, ovvero tutti quegli elementi che possono incrementare la redditività del business ed apportare vantaggi economici al franchisor, derivanti dal rapporto di affiliazione e dallo sviluppo del network in franchising.
 

GUADAGNI INDIRETTI:

  • Accesso al capitale degli affiliati: ogni affiliato investirà un proprio capitale, riducendo per la casa madre i costi di sviluppo del network
  • Espansione e notorietà: grazie alle affiliazioni il network si espanderà più rapidamente, capillarmente, incrementando la notorietà del marchio
  • Riduzione del rischio e degli oneri: il rischio imprenditoriale viene condiviso in parte con gli affiliati che vengono considerati imprenditori autonomi, lo stesso avviene con gli oneri e la gestione
  • Potere d’acquisto: grazie alla diffusione del network ed al numero crescente di punti vendita, l’azienda acquisterà un sempre maggiore potere d’acquisto riuscendo ad ottenere le migliori e più concorrenziali condizioni economiche dai fornitori
     

Vediamo ora invece i guadagni diretti, ovvero tutte le entrate economiche che derivano direttamente dal rapporto di affiliazione con ogni singolo affiliato e provengono dall’attività dello stesso o dai pagamenti economici di quest’ultimo verso la casa madre.

 
GUADAGNI DIRETTI:

  • Fee d’ingresso: una somma che l’affiliato deve pagare una tantum per l’ingresso al network. Questa va a coprire i servizi offerti dalla casa madre in fase iniziale,come allestimento, formazione, la cessione di diritti e know-how, ecc. Garantisce al franchisor un guadagno variabile. Per rendere le formule franchising più accattivanti ed accessibili, i franchisor spesso riducono il guadagno derivante dalla fee.
  • Royalty sul fatturato: contributi periodici da versare alla casa madre in forma fissa o in percentuale sul fatturato. Le royalty vanno a coprire in parte i servizi di assistenza offerti dal franchisor. Anche in questo caso i guadagni sulle royalty sono variabili.
  • Contributi periodici di varia natura: si tratta di somme di denaro corrisposte dall’affiliato al franchisor per servizi quali marketing centralizzato, utilizzo di software, e così via. Anche in questo caso la marginalità di guadagno per il franchisor può variare.
  • Acquisto centralizzato di prodotti / servizi: si tratta forse della principale fonte di guadagno diretto per il franchisor. Gli affiliati sono infatti tenuti, quasi sempre, all’acquisto centralizzato dalla casa madre dei prodotti / servizi oggetto dell’attività, garantendo al franchisor un guadagno costante.
     

Leggi anche: Quanto si guadagna con il franchising

Prendi spunto dai Migliori Franchising

  

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Cerca