Logo AIF

Si guadagna davvero con il franchising?

Quando si guadagna con il franchising? Quanto rende un franchising?

6 minuti

 

Approfondisci leggendo: Come scegliere il miglior franchising

Scopri le ultime offerte inserite nella nostra Home Page

 

Aprire una nuova attività imprenditoriale, magari partendo da zero e con poco budget a disposizione, si sa, non è certamente semplice. Molti considerano quindi soluzioni alternative tra le quali spicca il franchising.

Il franchising offre un’ottima opportunità per mettersi in proprio ed avviare un’attività da svolgere in completa autonomia ma con tutti i vantaggi dell’utilizzo di un brand già ampiamente affermato sul mercato e del completo supporto della casa madre.
 

franchising si guadagna

 
Sfruttare il know how, l’esperienza e la rete di clienti fidelizzati di un marchio franchisor porta diversi vantaggi e garanzie in più rispetto all’apertura di un’attività in completa autonomia. Aprire un’attività in franchising può infatti portare all’affiliato prospettive di guadagno molto più rapide e consistenti, con una riduzione (se pur non eliminazione) del rischio imprenditoriale ed un rientro dall’investimento effettuato più rapido.

Vediamo quindi di seguito quanto e come si guadagna con il franchising, perché conviene aprire un franchising se si vuole guadagnare, nonché come rendere davvero remunerativa e di successo la propria nuova attività in franchising.

 

Aprire un’attività in franchising è una garanzia di guadagno?

 
La risposta è certamente no.

Aprire un’attività di successo e remunerativa, anche attraverso la formula del franchising, dipende sicuramente, ma non solamente, dall’azienda madre, dalla sua solidità ed affidabilità, dal format gestionale e dall'efficienza dello stesso, dal supporto offerto, dalla qualità della formazione, dal potere commerciale del network, dalle condizioni economiche e dalla notorietà del marchio. Tuttavia un business in franchising è prima di tutto un'attività imprenditoriale autonoma, e dunque per guadagnare è importante anche, e soprattutto, l’apporto da parte del franchisee.

Come per ogni altra attività imprenditoriale, inoltre, i guadagni dipendono anche dall’andamento del settore in cui si opera, dal tempo dedicato all'attività, dall’impegno e dal capitale investiti dall’imprenditore affiliato, oltre che dalle competenze personali, dalle conoscenze e dalla preparazione di imprenditore e staff assunto.

Se pur esistono ad oggi molte reti franchising accessibili che permettono l’avvio di attività da svolgere anche solo part time, da casa propria, e che sono di facile gestione, nonché con budget ed investimenti estremamente contenuti, la maggior parte dei franchising per guadagnare richiedono anche effettivamente all'affiliato di lavorare e dedicare all’attività impegno ed energie.

 

Si può guadagnare con il franchising senza lavorare?

 
Se pur la maggior parte delle soluzioni franchising oggi siano rivolte ad aspiranti imprenditori che desiderano avviare un business proprio, vi sono anche alcuni modi per guadagnare con il franchising senza apportare in prima persona il proprio lavoro.

Queste soluzioni sono generalmente pensate per profili di imprenditori ed investitori che desiderano diversificare i propri investimenti, fornendo i propri capitali in cambio di interessi sul finanziamento, di quote azionarie, del titolo di soci di capitali, ed in generale di una partecipazione agli utili raggiunti dall'azienda. In questo caso dunque è possibile guadagnare con il franchising senza lavorare, ma i potenziali guadagni saranno ovviamente inferiori rispetto a chi decide di apportare, oltre che il proprio denaro, anche il proprio personale lavoro. Tramite queste soluzioni la gestione del business andrà a terzi ed il proprio ruolo sarà solo quello di finanziatori, investitori, soci di capitali o azionari.

 
Visiona le migliori offerte del settore:
Franchising Crowdfunding ed Investimenti

 

Quanto e come si guadagna effettivamente?

 
I guadagni di un’attività in franchising dipendono, oltre che dalle capacità imprenditoriali del singolo e della casa madre, dalla dimensione e dal volume degli affari. Sono inoltre commisurati alle condizioni e clausole contrattuali tra le parti (franchisor e franchisee) quali royalty sul fatturato, contributi periodici, fee d'ingresso, vincolo di rifornimenti centralizzati e minimi, ecc.

Prima di scegliere un franchisor a cui affiliarsi è quindi bene valutare e preventivare le condizioni contrattuali, le somme da pagare periodicamente ed inizialmente alla casa madre, richiedendo anche tutti i dati relativi al fatturato medio previsto, al tempo di rientro dall’investimento, a tutti i costi da sostenere nel dettaglio, e così via. Il franchising presenta anche in questo caso un vantaggio, infatti tutti questi dati si possono ottenere richiedendoli alla casa madre, analizzando i budget, i business plan ed i bilanci, nonché l’andamento reale dei punti vendita già affiliati attivi, il loro fatturato, la percentuale di negozi chiusi, ecc.

I guadagni possono variare molto, da qualche centinaia di euro per le attività con meno responsabilità e format più leggeri (un esempio sono le attività online, la vendita di prodotti attraverso dropshipping per la casa madre, l’attività di agente o le attività da svolgere in libertà su commissione come l’organizzazione di eventi ed i servizi a domicilio), sino a fatturati molto più importanti per le attività imprenditoriali vere e proprie come la gestione di un negozio di grandi dimensioni o di un'attività multiservizi polifunzionale.

 

Si può guadagnare di più con lo stesso franchising?

 
In alcuni casi, ove questa possibilità sia prevista dal franchisor, si può diventare un affiliato Multi Unit. Diventare un affiliato multi unit significa poter aprire e gestire personalmente più di un negozio o punto vendita utilizzando lo stesso brand e con le stesse condizioni contrattuali del primo punto affiliato aperto.

Prima di aprire un’attività o un negozio in franchising bisogna valutare attentamente diversi elementi, soprattutto quando si vuole aprire una seconda o terza unità affiliata.

  • Andamento del mercato e del settore
  • Domanda locale e target di riferimento
  • Posizionamento, analisi della zona di interesse e della concorrenza presente
  • Investimento e condizioni contrattuali richieste (canoni periodici, altri costi)
  • Propensioni e capacità personali
  • Confronto dei marchi a cui affiliarsi presenti sul mercato
  • Andamento del primo punto aperto, se già avviato
  • Analisi di fattibilità, analisi economico-finanziaria e previsione della redditività
  • Andamento degli altri punti diretti ed affiliati dello stesso brand

 

Come guadagnare davvero con il franchising?

 
Il buon andamento della vostra attività in franchising dipenderà, in conclusione, in gran parte da voi. Le reti franchising, proprio in quanto tali, hanno un format ed un’offerta di affiliazione dal comprovato successo, facilmente replicabile ed in grado di massimizzare i guadagni potenziali, in quanto il successo di ogni affiliato è alla base del successo della casa madre e di tutta la rete. Sta però a voi scegliere il franchisor che meglio si adatti alle vostre capacità e possibilità, nonché mettere nell’attività un impegno serio e costante e reali competenze professionali.

 

Leggi anche: Come Scegliere il migliore franchising

Visiona anche le offerte del settore: Migliori Franchising

 

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Cerca