Scegli il settore

Informazioni franchising faq forum

FranchisingBlog
giovedì 12 ottobre 2017

Tutto ciò che devi sapere sulla "entry fee" 

Fee D’Ingresso Franchising

Per approfondire, visita anche la sezione Aprire Attività.

entry fee

La definizione

La fee d’ingresso o entry fee è la somma iniziale richiesta al soggetto che sta aprendo un’attività in franchising ed è uno degli elementi caratteristici del contratto di affiliazione commerciale. Tale somma viene versata dal franchisee al franchisor, una tantum al momento della sottoscrizione del contratto di affiliazione commerciale, per ripagarlo dei servizi che quest’ultimo offre all’affiliato in fase di start – up.


Come viene calcolata

L’entry fee viene solitamente calcolata dall’azienda franchisor in base a diversi elementi quali: l’esperienza ed il know how maturati negli anni, la notorietà del brand, il gado di promozione a livello nazionale, la capacità di sviluppo della rete, il format ed il concept ed il loro collaudo sul mercato, i servizi di assistenza e di formazione ed eventuali altri servizi offerti dalla casa madre al nuovo affiliato in fase di avvio dell’attività.


Cosa comprende

Nella fee d’ingresso si possono comprendere servizi diversi a seconda delle scelte gestionali, organizzative e contrattuali fatte dal franchisor. Questi stessi servizi possono anche non essere compresi nella fee ma essere offerti in modo separato, in quest’ultimo caso l’affiliato non sarà obbligato ad usufruirne ed il loro costo verrà indicato separatamente.

Generalmente, nella fee si possono comprendere:

  • Assistenza e consulenza in fase di avvio (anche burocratica, per l’ottenimento delle licenze, ecc).
  • Supporto pre – apertura.
  • Formazione ed affiancamento del franchisee e del suo personale dipendente.
  • Condivisione del know how aziendale, dell’esperienza e delle modalità gestionali.
  • Manuale operativo della casa madre.
  • Utilizzo di un brand già noto sul mercato.
  • Utilizzo dell’immagine coordinata, del layout e del materiale brandizzato.
  • Studio di fattibilità, analisi del progetto, redazione di un business plan ed analisi preventiva dei costi.
  • Supporto per scelta e valutazione del locale, progettazione ed allestimento dello stesso.
  • Fornitura di software ed hardware gestionali, di contabilità e magazzino.
  • Lancio dell’attività, inaugurazione e campagne marketing.
  • Fornitura del materiale pubblicitario e di comunicazione, di eventuali materiali espositivi e dei prodotti di vendita.

La fee d’ingresso può quindi essere comprensiva di elementi spesso indispensabili a chi decide di avviare un’attività in franchising, soprattutto se inesperto del settore.


Come valutarne la convenienza

La fee d’ingresso franchising può comprendere moltissimi servizi oppure anche solo gli elementi essenziali. Per questa ragione è importante in fase preliminare valutare con attenzione e minuzia non solo tutti i costi e l’ammontare della entry fee ma anche tutti i servizi e gli elementi in essi compresi.

Sarà sicuramente utile e prudente, quando si vuole avviare un’attività in franchising, valutare le proposte di diverse reti e confrontarle per capire quale sia la più adatta non solo alle vostre possibilità economiche ma anche alle vostre esigenze di imprenditore.

Per orientarsi meglio nella valutazione è bene sapere che nella fee d’ingresso, oltre ai servizi accessori offerti da ciascun franchisor, non dovranno mai mancare i fondamentali servizi di formazione ed affiancamento iniziale. Questi due elementi sono fondamentali per poter trasmettere al nuovo affiliato le modalità gestionali, l’esperienza, il know how e le modalità operative.

Bisogna inoltre considerare che spesso i franchisor richiedono royalty ed altri canoni periodici contro i servizi accessori offerti (promozione, assistenza continuativa, ecc).

Leggi anche: Come aprire un'attività

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Vedi tutti i post di Franchising Blog

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere