Scegli il settore

Informazioni franchising faq forum

Apertura attività
lunedì 03 aprile 2017

L'iter, i requisiti personali e strutturali e tutte le norme da rispettare 

Licenze per aprire un bar

 

Leggi la guida completa: Come aprire un bar

Visita la sezione dedicata ai bar in franchising qui.

aprire un bar le licenze

Aprire un bar non è certo una delle iniziative più semplici, questo si deve soprattutto alla tipologia di prodotti trattati (alimenti, bevande ed alcolici) per cui lo Stato richiede una serie di requisiti, attestati, abilitazioni ed il rispetto di norme restrittive.

A differenza di anni fa però, per aprire un bar non serve più alcun tipo di licenza. Questo vuol dire che lo Stato non impone più una distanza minima tra un bar ed un altro o un numero massimo di attività dello stesso tipo in un dato territorio e che la concorrenza è libera. Nonostante questo, ancora oggi ci sono alcuni Comuni che per cause particolari hanno posto una limitazione al numero di bar in essere. In questo caso, pur non trattandosi di una licenza, per aprire un bar se ne dovrà quasi sicuramente rilevare uno preesistente.


L’iter burocratico

L’iter burocratico per aprire un bar non sarà differente da quello per aprire altre attività nel settore ristorativo.

  • Apertura Partita Iva
  • Iscrizione al Registro delle Imprese
  • Comunicazione di inizio attività presso il Comune
  • Regolazione delle posizioni INPS ed INAIL
  • Possedimento dell’attestato SAB o di un titolo equivalente (per manipolazione di cibi e bevande)
  • Corso HACCP per tutti gli addetti (ex libretto sanitario)
  • Ottenimento del nulla osta sanitario da parte dell’Asl
  • Attestazione che i locali rispettano tutte le normative vigenti su agibilità, urbanistica, sicurezza ed igiene
  • Ottenimento autorizzazione ad esporre l’insegna
  • Ottenimento del permesso per la somministrazione di alcolici (comunicazione presso Agenzia delle Dogane)
  • Eventuale pagamento dei diritti SIAE per diffusione di musica ed immagini coperti da copyright


I requisiti personali

Passiamo ora ai requisiti personali. Oltre agli attestati sopracitati necessari per la manipolazione dei cibi e delle bevande sarà necessario:

  • Aver compiuto la maggiore età
  • Essere residenti in Italia
  • Non avere dichiarazioni di fallimento
  • Non essere stati interdetti e non aver riportato condanne penali


Requisiti della location

Altri requisiti, davvero restrittivi, vengono posti per la location. I locali devono rispettare una serie di normative che possono anche variare in base al Comune di appartenenza, per cui è sempre bene informarsi presso l’apposito sportello.

In generale le normative che location deve rispettare riguardano:

  • La destinazione d’uso del locale (commerciale ed a volte di somministrazione)
  • Rispetto delle normative sanitarie e d’igiene
  • Superficie minima calpestabile per numero di clienti
  • Metratura adeguata nella zona di preparazione
  • Superfici apribili e vetrate
  • Numero di servizi sanitari sufficienti (con bagno e spogliatoio separati per i dipendenti)
  • Requisiti urbanistici (numero di parcheggi, vicinanza a mezzi pubblici, zone non soggette a restrizioni di inquinamento acustico e rumori oltre certi orari, ecc)

Ovviamente poi i locali devono avere tutti gli impianti a norma, l’allacciamento a tutte le reti e i sistemi di sicurezza e di antincendio necessari.

Per visionare tutti i migliori marchi di bar in franchising clicca qui.

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Vedi tutti gli articoli

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere