Logo AIF

28 agosto 2017

Quanto costa aprire un negozio di abbigliamento per bambini

Quali sono i costi, come ridurli ed altri pratici consigli

4 minuti

Leggi anche la guida completa: Come aprire un negozio per bambini

Visita la sezione Franchising Abbigliamento per Bambini

Aprire un negozio di abbigliamento per bambini è ancora oggi un business davvero interessante e con ottime possibilità di guadagno. La ragione sta principalmente nella sempre maggiore attenzione da parte delle famiglie e dei genitori alla sicurezza ed alla qualità degli articoli dedicati ai bambini, prerogativa per cui sono disposti anche a spendere qualcosa in più per non rinunciarvi.

aprire negozio abbigliamento bambini costi

Nonostante la crisi, infatti, la spesa media per famiglia dedicata agli articoli per l’infanzia ed all’abbigliamento per bambini non accenna a diminuire.

Se amate stare a contatto con le persone ed i bambini, lavorare in un ambiente stimolante, creativo e divertente e siete appassionati di moda, aprire un negozio di abbigliamento per bambini potrebbe fare al caso vostro.

Sarete felici di sapere, in questo caso, che per aprire un negozio di abbigliamento per bambini l’iter burocratico si è molto semplificato negli anni e richiede ad oggi pochi e “semplici” adempimenti e requisiti. Non vi è infatti bisogno di alcuna licenza. Queste semplificazioni vi permetteranno quindi di dedicarvi interamente alla pianificazione della vostra attività.


I costi

Quando si avvia un’attività è fondamentale analizzare ogni aspetto ad essa legato, valutando con cura le scelte imprenditoriali. Ad avere grande peso nella redazione del Business Plan, ed a preoccupare non pochi imprenditori o aspiranti tali, sono sicuramente i costi.

Scopriamo quindi insieme quanto costa aprire un negozio di abbigliamento per bambini, analizzando i diversi elementi e scoprendo come risparmiare qualcosa.


L’investimento iniziale minimo

Innanzitutto, per aprire un negozio di abbigliamento per bambini, un investimento realistico non si aggirerà mai sotto i 30.000 – 35.000 euro. Per far lievitare l’investimento, invece, non c’è limite alle possibilità.
L’investimento iniziale necessario sarà influenzato da moltissimi fattori, in primis dalla location e dal tipo di prodotti offerti.


Come limitarli

Per aprire un negozio di abbigliamento per bambini di successo non sarà per forza necessario scegliere locali in zone centrali o centri commerciali, i quali prevedono costi molto elevati. Si potrà, dopo un accurato studio del mercato, del target e della concorrenza, aprire un negozio di abbigliamento per bambini anche in zone più periferiche purché facilmente raggiungibili, con ampio parcheggio, buona visibilità ed un buon afflusso pedonale o veicolare.

Sono inoltre zone strategiche quelle in prossimità di scuole, asili, palestre, centri ricreativi per bambini, doposcuola, ambulatori privati e centri con corsi prenatali.

Anche la gamma di prodotti da offrire ha un’importanza strategica sia per il target di clientela a cui ci si vuole rivolgere sia per i costi iniziali che si è disposti ad affrontare. Molto diverso infatti sarà il costo dei primi approvvigionamenti nel caso di abbigliamento ed accessori piuttosto che di mobilio ed oggettistica.

Per avere successo, riducendo i costi, sarà necessario non solo offrire un’ampia gamma ma soprattutto focalizzarsi sugli articoli che maggiormente sono richiesti dal target di clientela presente nella zona, o quello lasciato scoperto da altri concorrenti.

Ci si potrà infatti specializzare in articoli prenatali e premaman ed articoli per bambini dai 0 ai 36 mesi oppure in abbigliamento ed accessori per bambini dai 6 ai 14 anni o offrire prodotti per tutte le fasce di età.

Per limitare l’investimento, offrendo comunque una buona gamma di prodotti, è bene concentrarsi sull’abbigliamento e gli accessori per bambini, sui piccoli articoli per l’infanzia, pannolini, altri articoli prenatali ed abbigliamento premaman. Se poi si dispone dello spazio necessario si potrà ampliare la gamma di prodotti offrendo anche culle, mobilio, passeggini e giocattoli.


Nel dettaglio

Ponendo ad esempio un locale di dimensioni medio – piccole (80 mq), in zona periferica ma strategica, limitando al minimo il personale e gli interventi strutturali, scopriamo nel dettaglio quelli che potrebbero essere i costi generati.

  • Locali (affitto, utenze, allacciamento alle reti, piccole ristrutturazioni ed interventi su impianti ed illuminazione) : 9.000 euro.
  • Burocrazia (adempimenti burocratici, consulenze professionali, commercialista, ecc) : 2.000 euro.
  • Promozione (inaugurazione, eventi, pubblicità online ed offline, creazione di un sito web ed eventualmente e-commerce, promozioni periodiche) : 3.000 euro.
  • Hardware esoftware (arredamento, attrezzature, materiale espositivo, software gestionali e di magazzino, pos, computer, insegna, ecc) : 12.000 euro.
  • Prime forniture (abbigliamento, accessori, oggettistica ed altri articoli) : 10.000 euro.
  • Altricosti sopra non elencati (ad esempio per aiutante part – time o altri) : 5.000 euro.

L’investimento iniziale così preventivato risulta di € 41.000.

Guarda i migliori marchi in franchising di abbigliamento bambini qui.

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Cerca