Scegli il settore

Informazioni franchising faq forum

Apertura attività
giovedì 13 luglio 2017

Come diventare un vero esperto nella preparazione di cocktail e non solo 

Aprire un bar - Corsi da Barman: costi e durata

Leggi anche la guida completa: Come aprire un bar

Visita la sezione dei Bar in Franchising

Un bar che si rispetti deve non solo offrire cibi e bevande di qualità ma anche offrire un servizio professionale ed avere a tale scopo personale qualificato. In ogni bar che serva anche aperitivi e cocktail non potrà quindi mancare la figura di barista professionista.

 

 

Chi sono i barman

Facciamo subito una distinzione. Un barista professionista non è un semplice addetto che si occupa del servizio bar, di fare caffè, cappuccini e di servire colazioni e pasti. Ovviamente, anche per fare un buon espresso serve conoscenza, formazione, esperienza e tanta pratica e ci sono scuole e corsi formativi pensati appositamente per chi desidera specializzarsi nella preparazione di ottimi caffè.

Un barista professionista è però la figura meglio nota come barman o barlady oppure come bartender. Queste figure necessitano di ulteriore distinzione.

I barman o barlady sono figure specializzare nella preparazione e nella presentazione dei cocktail. Il bartender è invece una figura ancora più competente, in grado anche di padroneggiare diverse tecniche tra le quali anche quella del flair bartending, ovvero l’insieme delle tecniche acrobatiche che permettono di preparare e miscelare diversi cocktail alla volta.

 

Come diventare barman

Per diventare bartender o barman professionisti, la soluzione è quella di frequentare in primis i diversi corsi specializzanti offerti da diversi enti ed istituzioni. Oltre ai corsi formativi, sicuramente di fondamentale importanza, è altrettanto importante imparare i trucchi del mestiere direttamente da altri bartender e barman qualificati ed esperti ed effettuare un periodo di tirocinio e di pratica in altri esercizi commerciali, magari anche all’estero per poter offrire un servizio internazionalizzato.

Sia che siate un dipendente in cerca di maggiore specializzazione, sia che siate giovani in cerca di lavoro alle prime armi o che siate imprenditori che vogliono anche lavorare nel proprio bar, avere una formazione da bartender risulta fondamentale per offrire un servizio di qualità, professionale e più originale, attirando così un maggior numero di clienti nel vostro bar e fidelizzandoli.

Per diventare barman ci sono diverse strade. I giovani aspiranti barman possono approfittare degli istituti professionali e conseguire un diploma di scuola alberghiera con specializzazione proprio in questo settore. Successivamente, sia per chi ha conseguito un diploma di scuola alberghiera, sia per coloro che hanno alle spalle un diverso percorso di studi, ci si può specializzare nella figura di barman o bartender attraverso appositi corsi.

 

Quali sono i requisiti

Requisito fondamentale, prima di diventare barman, è quello di avere l’abilitazione alla somministrazione di alimenti e bevande, nonché idonea formazione sulla loro manipolazione. Per far ciò bisognerà frequentare un corso SAB, oppure essere in possesso dei requisiti che garantiscono la medesima abilitazione, ed aver frequentato con successo il corso HACCP.

 

I corsi: la durata ed il costo

Per i corsi da barman ci sono moltissime opportunità. Le più accreditate sono le Federazioni e le Associazioni nazionali ed internazionali, per citarne qualcuna:

  • Associazione Italiana Barman e Sostenitori (Aibes)
  • Associazione Italiana Bartender & Mixologist (Aibm)
  • Federazione Italiana Barman (Fib)
  • Federazione Italiana Pubblici Esercizi (Fipe)

Ovviamente, anche le Regioni e le Province organizzano corsi professionalizzanti ed accreditati per diventare barman. La loro durata però è solitamente inferiore in quanto spesso si stratta di corsi per apprendere le tecniche di base o di corsi di aggiornamento o molto specifici. Altrettanto frequentemente, però, i corsi organizzati dagli enti pubblici sono a titolo gratuito ed è sempre quindi bene approfittarne ove possibile.

Per rendervi conto della durata e dei relativi prezzi, vi esponiamo sotto alcuni esempi dei corsi, dei relativi costi e durata, organizzati dalle Federazioni ed Associazioni accreditate.

Alcuni corsi organizzati da Aibes in tutta Italia:

  • Corso base: 40h, 590 € + iva
  • Corsi specifici miscelazione: 18h, 470 € + iva

Planet One, organizza corsi in tutta Italia:

  • Corso base: 40h, 699 € + iva
  • Corsi avanzati Advanced: 40h, 599 € + iva
  • Corsi avanzati Mixology: 16h, 459 € + iva

Flair AcademyMilano organizza corsi validi a livello europeo:

  • Corso base: 40h, 790 € + iva
  • Corsi di specializzazione: 40h, 590 € + iva

Flair Bartender’s School organizza corsi a Roma e Napoli:

  • Corso base: 30h, 700 € + iva
  • Corso Mixologist: 15h, 320 € + iva

Drink Factory Bologna tiene corsi a Bologna e Milano:

  • Corso Base: 35h, 500 € + iva
  • Corso miscelazione avanzata: 24h, 350 € + iva

Fipe tiene i propri corsi in 45 Associazioni:

  • Corso base: 60h, 500 € + iva

I corsi sopra esposti a titolo esemplificativo non sono ovviamente una lista completa. Ogni organizzatore infatti tiene diversi corsi con durata e prezzi differenti, sia completi, che basilari o estremamente specializzati.

Spesso vengono offerte agevolazioni per i giovani, gli studenti o i disoccupati. La percentuale di chi trova lavoro dopo aver frequentato uno dei corsi specializzanti è davvero alta, attestandosi sul 90% circa.

La durata media dei corsi è di 30 – 40 ore, mentre il prezzo medio va dai 400 ai 500 euro.

Visiona i migliori marchi in franchising per aprire un bar qui.

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Vedi tutti gli articoli

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere