Scegli il settore

Informazioni franchising faq forum

Apertura attività
giovedì 09 febbraio 2017

Degustazione al calice in un ambiente intimo ed accogliente 

Aprire un wine bar

Leggi anche la guida completa: Come aprire un bar

Visita la sezione dedicata ai Wine Bar in franchising, clicca qui.

aprire un winebar

Il mercato

Se siete amanti del vino, delle degustazioni e della buona compagnia allora perché non trasformare la vostra passione in un’attività redditizia e di successo? L’Italia è famosa in tutto il mondo per i suoi vini ed è sempre ai primi posti nella classifica dei maggiori produttori, senza contare che il consumo di vino in Italia è in continua ascesa.

Il trend del momento sono i wine bar, locali in cui si offrono degustazioni al calice di vini, spumanti e prosecchi, accompagnati da stuzzichini ed aperitivi (salumi, formaggi, focacce, insalate, piatti freddi ed altri prodotti tipici e locali). Un’idea davvero vincente e che vi farà guadagnare clientela è quella di integrare al locale wine bar anche l’enoteca (ovvero la vendita di vino in bottiglia) e, perché no, se si dispone di etichette particolari e poco comuni nella propria offerta, aprire anche un sito internet in cui vendere le bottiglie di vino online. Anche l’e-commerce infatti, come il mercato dei vini, risulta macinare fatturati davvero interessanti ed in continua crescita.

In tempi odierni per avere successo è fondamentale diversificarsi rispetto ai competitor ed offrire un prodotto di alta qualità, variegato, adatto a tutti i gusti ed a tutti i budget. Fondamentale quindi è scegliere vini, spumanti e prosecchi di qualità, magari anche etichette poco conosciute e particolari, ma fare anche attenzione al rapporto qualità-prezzo in modo da attrarre un target di clienti più ampio. Si è rivelata vincente inoltre l’idea di organizzare serate a tema, degustazioni, corsi ed offrire qualche promozione periodica per attrarre un numero sempre maggiore di clienti.

 

Cosa serve per avviare un wine bar di successo?

  • Locale: è sufficiente un locale di minimi 50 mq, o di più a seconda del bacino di utenza e del tipo di offerta (se si offrono pietanze elaborate che necessitano di una cucina allora la metratura dovrà essere maggiore). Il locale dovrà disporre di diverse aree: una piccola cucina, un bancone per il servizio con espositori per i vini, area consumazioni, un piccolo magazzino o cantina, servizi igienici per il personale con spogliatoio e servizi igienici per i clienti.
  • Arredamento: per questa tipologia di locale sono molto apprezzati gli ambienti caldi, familiari, intimi e gli arredi tipici e rustici, magari in legno. È però fondamentale anche la ricercatezza, ovvero essere in grado di creare un ambiente appetibile ed adatto a diverse occasioni attraverso arredi originali.
  • Attrezzature: oltre ad arredi, sedie, tavoli, espositori per i vini, cassa, POS, hardware e software saranno necessari frigoriferi, una cantinetta per vini bianchi e spumanti, un’affettatrice ed una lavabicchieri.
  • Geolocalizzazione: la location è fondamentale per il successo di qualunque attività. Una zona adeguata dovrebbe avere un bacino di utenza di almeno 10.000 abitanti, anche se periferica. Bisogna sempre eseguire approfonditi studi di mercato per capire la domanda, la concorrenza ed altri fattori determinanti. Generalmente per un wine bar sono indicate le zone di passaggio, ad alto traffico pedonale, con ampio parcheggio, nelle vie centrali di centri abitati.
  • Marketing: pubblicizzarvi tramite il web, i social media, la radio, i giornali locali, i volantini ed i cartelloni, organizzare eventi ed inaugurazioni vi farà conoscere in tempi molto più rapidi. A fare il grosso del lavoro sarà poi il passaparola dei clienti soddisfatti.
  • I vini: per garantire un’ offerta ampia e soddisfacente di vini bisogna avere almeno 300 etichette (saranno circa 8 – 10.000 euro iniziali), ancora meglio se vi rifornite direttamente dai produttori, abattendo i costi di consegna.

 

Quanto costa aprire un wine bar?

Per un locale di 50 mq circa serviranno non meno di 70 – 80.000 euro di investimento iniziale. Somma che comprende i costi inerenti il locale, l’affitto, le utenze, le ristrutturazioni, l’arredamento, le attrezzature, le materie prime, i costi burocratici e per le consulenze professionali.

L’investimento crescerà in proporzione alla metratura del locale ma anche in base ai vini scelti (più conosciute e pregiate le etichette, maggiori i costi di approvvigionamento).

 

Quali sono i requisiti?

Per aprire un wine bar sono servono particolari requisiti o conoscenze, ma è fondamentale essere appassionati del settore e buoni conoscitori dei vini. Per acquisire le competenze di base è consigliato frequentare dei corsi per sommelier. A completare il tutto saranno poi la predisposizione a lavorare a contatto con il pubblico, buone doti organizzative e relazionali, capacità di lavorare in team ed un’attenta pianificazione preventiva.

Altri requisiti richiesti dalla legge sono:

  • Aver frequentato con successo il corso SAB (o possedere un titolo equipollente) per l’adeguatezza a somministrare alimenti e bevande.
  • Possedere il corso HACCP, necessario per chiunque lavori nel locale.
  • Richiedere la licenza all’Agenzia delle Dogane per la vendita e somministrazione di alcolici.

 

Quel’è l’iter burocratico?

Per aprire un wine bar si dovranno seguire i seguenti passaggi:

  • Apertura Partita Iva
  • Iscrizione al Registro delle Imprese
  • Comunicazione Unica (posizioni INPS ed INAIL)
  • Comunicazione certificata di inizio attività
  • Ottenimento del nulla osta Asl relativo ai requisiti igienico – sanitari del locale

 

Quali sono i margini di guadagno?

Quando si parla di vini il margine di guadagno, previa attenta selezione dei fornitori, è di tutto rispetto. Si parla del circa 30% a bottiglia e del 70 – 80% per quanto riguarda la vendita al calice.

Considerando un investimento iniziale di circa 80.000 euro, per ottenere un utile soddisfacente si dovrà raggiungere un fatturato di circa 150.000 euro in un anno.

Clicca qui per vedere tutte le nostre proposte di wine bar in franchising.

Madalina Girbovan
Aprireinfranchising.it

Vedi tutti gli articoli

Cerca Franchising

Categorie

WikiFranchising: risorse libere